Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Tariq Ramadan
Tariq Ramadan
ISLAM. LEADER MODERATO CHIEDE MORATORIA SU PENA DI MORTE E PUNIZIONI CORPORALI

30 marzo 2005: in nome dei principi dell'Islam, i musulmani moderati hanno lanciato un ''appello per una moratoria immediata nel mondo musulmano'' sulla pena di morte e sulle punizioni corporali inflitte in base alla sharia.
L'appello, scritto dall'islamista Tariq Ramadan, docente universitario svizzero e presidente dell'European muslim network, e' stato pubblicato da numerosi quotidiani europei e americani, oltre che dai giornali arabi al-Hayat e al-Ahram.
Ramadan si rivolge direttamente agli ulema - i dottori in teologia e diritto - e ai musulmani occidentali e dei paesi islamici affinché si apra una riflessione ''a partire dai propri riferimenti e dalle dinamiche endogene alle societa' stesse'', sull'uso violento della 'sharia' contro i piu' deboli.
Questa applicazione violenta della legge islamica, sottolinea l'appello, e' fonte di condanne totali da parte dell'Occidente, ma divide anche il mondo musulmano e gli stessi ulema, che della sharia sono i depositari e gli interpreti.
''L'applicazione della sharia - scrive Ramadan - e' strumentalizzata oggi da poteri repressivi che se la prendono con le donne, con i poveri e con i loro oppositori politici, in un vuoto giuridico quasi totale in cui si moltiplicano le esecuzione sommarie di accusati senza difesa, senza avvocati e di cui non si rispetta la dignita' umana''.
La coscienza musulmana contemporanea non puo' accettare, aggiunge, ''questa denegata giustizia''. Nella comunita' degli ulema, sottolinea Ramadan, non c'e' accordo ''circa il contenuto dei testi che si riferiscono a queste pratiche''; e tra le popolazioni musulmane che spesso non hanno accesso ai testi, la fedelta' all'islam e' identificata con le rigorose pene corporali.   
L'appello ad una moratoria dunque vuole avere il doppio vantaggio di far cessare subito queste pratiche violente ''in nome dell'esigenza di giustizia propria dell'Islam'' e di iniziare ''una riflessione
di fondo sul senso e le condizioni della sharia oggi''.
Non si tratta di negare, scrive ancora Ramadan, l'esistenza delle fonti scritturali islamiche che riguardano la svaria, ma di discuterne dall'interno e capire ''cio' che oggi puo' ancora venire applicato o invece deve cessare di esserlo''.     
''L'evoluzione della mentalita' nel mondo musulmano non si fara' che grazie a tale dibattito''. (Fonti: ANSAmed, 30 marzo 2005)

Altre news:
CINA. COMMERCIO DI ORGANI PRELEVATI DA GIUSTIZIATI
ONU. PREOCCUPAZIONE PER VIOLAZIONI DIRITTI UMANI IN COSTA D’AVORIO
IRAQ. SE RICONOSCIUTO COLPEVOLE SADDAM SARA’ CONDANNATO A MORTE
PARLAMENTO EUROPEO. CINA E STATI UNITI ABOLISCANO PENA DI MORTE
COLORADO. CORTE SUPREMA ANNULLA CONDANNA CAPITALE
GIAPPONE. CONDANNATO A MORTE NEL PROCESSO D’APPELLO
ONU. L’UNIONE EUROPEA CRITICA LA CINA SUI DIRITTI UMANI
MALESIA. AUMENTO DI PAGA PER BOIA E FUSTIGATORI
CINA. AUTORITA’ AMMETTONO L’ESECUZIONE DI UN INNOCENTE
TERRI SCHIAVO: D’ELIA, VATICANO FONDAMENTALISTA SU TUTTO ECCETTO CHE SULLA PENA DI MORTE
LIBIA. NO DI GHEDDAFI A LIBERAZIONE INFERMIERE BULGARE
INDONESIA. RICHIESTA AL GOVERNO ESECUZIONE DI TRAFFICANTI
OKLAHOMA. TRIBUNALE RICONOSCE VIOLAZIONE CONVENZIONE DI VIENNA
THAILANDIA. ACCADEMICI CHIEDONO ABOLIZIONE DELLA PENA CAPITALE
MALESIA. CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
USA. FORSE A SETTEMBRE INIZIO PROCESSO A MOUSSAOUI
ARABIA SAUDITA. VENTINOVESIMA DECAPITAZIONE DALL’INIZIO DELL’ANNO
USA. CHIESA CATTOLICA RILANCIA CAMPAGNA PER L’ABOLIZIONE
INDONESIA. GIUSTIZIATA PER TRE OMICIDI
MESSICO. SI DEL SENATO ALL’ABOLIZIONE TOTALE DELLA PENA CAPITALE
AFGHANISTAN. QUATTRO CONDANNE A MORTE PER ATTENTATI CONTRO STRANIERI
IRAN. FRUSTATO E GIUSTIZIATO IN PUBBLICO
MISSOURI. PRIMA ESECUZIONE NELLO STATO DALL’OTTOBRE 2003
USA. BUSH RESPINGE IDEA MORATORIA DELLE ESECUZIONI
CUBA: D’ELIA, PER CERTI DIFENSORI DEI DIRITTI UMANI E’ UN’ISOLA FELICE
ONU. DA SOTTOSEGRETARIO BONIVER CONDANNA SENZA APPELLO A TORTURA
ARABIA SAUDITA. GIUSTIZIATI QUATTRO FILIPPINI
IRAN. DUE ESECUZIONI IN PUBBLICO
ITALIA. PER D'ELIA CRIMINOGENA LA PROPOSTA DI CALDEROLI SU UNABOMBER
CINA. LA PENA DI MORTE NON SARA’ ABOLITA

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits