Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Le due impiccagioni pubbliche a Mashhad, 19/07/2005
Le due impiccagioni pubbliche a Mashhad, 19/07/2005
IRAN. PREMIO NOBEL EBADI: “IMPICCATI IN VIOLAZIONE DELLA CONVENZIONE SUL FANCIULLO”

23 luglio 2005: la premio Nobel per la Pace Shirin Ebadi ha condannato le impiccagioni dei due ragazzi accusati dalle autorità iraniane dello stupro di diversi adolescenti.
Mahmoud Asgari, 16 anni, e Ayaz Marhoni, 18, sono stati giustiziati in pubblico lo scorso 19 luglio nella città di Mashhad. Il ragazzo 16enne era stato accusato dello stupro di un giovane di 13 anni.
La Ebadi ha ricordato che tra gli obblighi assunti dall’Iran sulla base della Convenzione sui Diritti del Fanciullo, c’è il divieto di imporre la pena di morte per reati commessi da persone minori di 18 anni.
“I miei appelli per una legge che con chiarezza vieti l’esecuzione di minorenni sono giunti finora solo ad orecchie sorde, ma io non smetterò di lottare”, ha detto la Ebadi, assicurando che il suo Centro per la Protezione dei Diritti Umani aumenterà l’iniziativa contro l’esecuzione dei minori in Iran
Ci si aspettava che i tribunali commutassero le due condanne capitali in cinque anni di detenzione – ha dichiarato l’avvocato di Asgari, Rohollah Razaz Zadeh, secondo cui “la magistratura ha violato le sue stesse leggi”. Nonostante le osservazioni dell’avvocato, la Corte Suprema iraniana ha confermato i verdetti, dando il via libera all’impiccagione dei due ragazzi che, prima di essere impiccati, hanno detto di ignorare che atti omosessuali potessero essere puniti con la morte.
Gruppi per i diritti dei gay, come il londinese “Outrage!”, sostengono invece che i due giovani siano stati messi a morte per aver commesso “reato” di omosessualità. Il reato di stupro – sostiene “Outrage!” insieme ad organizzazioni della resistenza iraniana – è stato inventato dalle autorità per mettere in cattiva luce i due ragazzi di fronte all’opinione pubblica.
In Svezia, il portavoce del Ministero degli Esteri, Per Saland, ha detto che il Governo “sta valutando molto seriamente la notizia delle impiccagioni”.
“Siamo contrari alla pena di morte e reagiamo in particolare quanto vengono giustiziati minorenni, donne in stato di gravidanza e persone con disturbi mentali”, ha detto il portavoce.
Il presidente della Federazione svedese per i Diritti dei Gay, Lesbiche e Transessuali, Soren Andersson, ha chiesto al Governo del suo Paese di non rimpatriare in Iran persone gay e lesbiche richiedenti asilo in Svezia.
“La Svezia ha rimandato in Iran rifugiati gay e lesbiche, pur sapendo che rischiano di essere ammazzati”, ha detto.
La condizione gay o lesbica dovrebbe essere sufficiente affinché un rifugiato resti in Svezia piuttosto che essere rimpatriato in Iran. (Fonti: Ap, 23/07/2005)

Altre news:
OLANDA-SVEZIA. STOP ESPULSIONI VERSO IRAN DEI GAY RICHIEDENTI ASILO
BANGLADESH. UNDICI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
TEXAS. DECIMO PRIGIONIERO MESSO A MORTE DA INIZIO ANNO
INDIANA. “GIUSTIZIARE E’ PIU’ ONESTO CHE OPPRIMERE”
BOTSWANA. CONDANNA CAPITALE COMMUTATA IN VENTI ANNI DI CARCERE
TORINO. PRESENTAZIONE DI "LA PENA DI MORTE NEL MONDO" - RAPPORTO 2005
AUTORITA’ PALESTINESE. GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
IRAN. IMPICCATO PER OMICIDIO A BANDAR ABBAS
LIBIA. ORGANIZZAZIONE UMANITARIA CONFERMA L’ESECUZIONE DI QUATTRO CITTADINI EGIZIANI
UE. “GRAVE PREOCCUPAZIONE PER LE ESECUZIONI DEI DUE RAGAZZI IRANIANI”
BARBADOS. PRIMO CASO CAPITALE DAVANTI ALLA NUOVA CORTE CARAIBICA
UNIONE EUROPEA. PANNELLA CHIEDE SOSPENSIONE DI OGNI TIPO DI RELAZIONE CON L’IRAN
ARABIA SAUDITA. INDIANO GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
CINA. GIUSTIZIATO PER OMICIDI COMMESSI IN GIAPPONE
INDONESIA. CHIESTA PENA DI MORTE PER PRESUNTO ORGANIZZATORE ATTENTATO A MCDONALD'S
CINA. MESSI A MORTE SEI UOMINI PER OMICIDIO
OKLAHOMA. TERZA ESECUZIONE DA INIZIO ANNO
GUANTANAMO. PRIMI PROCESSI SENZA CONDANNE A MORTE
IRAN. IMPICCATI IN PIAZZA DELLA GIUSTIZIA
CINA. “NO ALLE CONDANNE A MORTE FACILI”
ARABIA SAUDITA. DECAPITATO NELLA CITTA’ SANTA
RUSSIA. “DOBBIAMO ABOLIRE LA PENA DI MORTE IN TEMPO DI PACE”
LIBIA. GIUSTIZIATI QUATTRO EGIZIANI
IRAN. GIUSTIZIATO IN PUBBLICO PER OMICIDIO
ARABIA SAUDITA. PACHISTANO GIUSTIZIATO PER OMICIDIO DI CONNAZIONALE
LIBIA. GIUSTIZIATI DUE TURCHI PER OMICIDIO
USA. PRIMA CONDANNA A MORTE IN VERMONT IN QUASI 50 ANNI
IRAQ. JAAFARI APPROVA TRE CONDANNE CAPITALI
ONU. PAESI MANTENITORI AVARI DI INFORMAZIONI SULLE ESECUZIONI
NIGERIA. IN DUE SOTTO PROCESSO PER SODOMIA

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits