Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

KAZAKISTAN. NESSUNO TOCCHI CAINO AL MEETING SULL’ABOLIZIONE DELLA PENA CAPITALE

26 maggio 2006: si svolgerà nella capitale kazaka Almaty il 29 maggio il meeting di coordinamento di Ong “Il Kazakistan dalla Moratoria sulla Pena di Morte all’Adozione del Secondo Protocollo Opzionale al Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici”.
L’evento è organizzato dalla Federazione Internazionale Helsinki per i Diritti Umani e dal Comitato Pavlodar per il Monitoraggio della Riforma Penale e dei Diritti Umani, e rientra nel progetto, finanziato dalla Commissione Europea, “Campagna della Società Civile Coordinata per l’Abolizione della Pena Capitale negli Stati dell’Asia Centrale”.
La conferenza di Almaty è finanziata dall’ambasciata tedesca in Kazakistan e dal Programma di Freedom House Kazakistan per i Diritti Umani, che forniscono anche l’assistenza tecnica.
Partecipano ai lavori circa 30 dirigenti di Ong provenienti da Kazakistan, Uzbekistan, Kirghizistan e Tagikistan, oltre ad esperti dall’Italia, Austria, Regno Unito, Norvegia e dell’Assemblea Parlamentare del Consiglio d’Europa.
Elizabetta Zamparutti, tesoriere di Nessuno tocchi Caino e curatrice del Rapporto annuale, e Marco Perduca, membro del Consiglio Direttivo di NtC e Rappresentante presso l’Onu del Partito Radicale Transnazionale, esploreranno le possibilità di estendere la moratoria (attualmente in vigore in Kazakistan, Kirghizistan e Tagikistan) ad altri paesi.
Secondo Yuliya Vassilyeva, coordinatrice di NtC in Asia Centrale e responsabile del meeting, “Il Kazakistan sta mostrando un sincero interesse nel rendere più umano il sistema carcerario, e la moratoria sulla pena di morte è un passo positivo. La Società Civile dovrebbe sostenerla, come strumento per raggiungere la completa abolizione della pena capitale”.
Antonio Stango, direttore del Progetto Freedom House ad Almaty e membro del Consiglio Direttivo di NtC, considera il tema come “una questione di stato di diritto, specialmente in quei paesi in cui il sistema giudiziario non ha ancora raggiunto un alto livello di garanzie per gli imputati”.
Il Kazakistan ha ratificato il Patto Internazionale sui Diritti Civili e Politici nel novembre 2005, tuttavia non ha firmato i due Protocolli Opzionali, il secondo dei quali riguarda l’abolizione della pena di morte.
Alla campagna per l’abolizione della pena capitale in Asia Centrale partecipano, tra le altre, le seguenti Ong: Bureau Internazionale Kazako per i Diritti Umani e lo Stato di Diritto, l’associazione uzbeka “Madri contro la pena di morte e la tortura” e la Commissione kirghiza per i Diritti Umani. (Fonti: International Helsinki Federation, 19/05/2006)

Altre news:
IRAN. ANNULLATA CONDANNA A MORTE DI NAZANIN, DISPOSTO NUOVO PROCESSO
COREA DEL NORD. ONU CHIEDE STOP ESECUZIONE DI SON JONG NAM
ZIMBABWE. CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
IRAN. GIUSTIZIATO IN PUBBLICO PER RAPINA A MANO ARMATA
KAZAKISTAN. NTC INCONTRA L'OPPOSIZIONE SU MORATORIA ONU DELLE ESECUZIONI
KAZAKISTAN. ‘DALLA MORATORIA ALL’ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE’
BANGLADESH. SETTE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER TERRORISMO
BENIN. ‘PENA DI MORTE NECESSARIA, ALMENO PER ORA’
CINA. LA UE PREME SU PENA DI MORTE E TORTURA
RUSSIA. ERGASTOLO ALL’UNICO IMPUTATO PER STRAGE DI BESLAN
CANADA. OTTAWA CHIEDE GARANZIE ALLA CINA
KAZAKISTAN. “LA PENA CAPITALE CONTRO I TERRORISTI VA MANTENUTA”
QATAR. CHIESTE QUATTRO CONDANNE A MORTE PER STUPRO
CINA. REGISTRAZIONI VIDEO DEI PROCESSI D'APPELLO
NESSUNO TOCCHI CAINO: BENE PRODI PER IMPEGNO A FAVORE DELLA MORATORIA DELLE ESECUZIONI GIÀ ALLA PROSSIMA ASSEMBLEA GENERALE ONU
ETIOPIA. PROCESSO EX DITTATORE MENGISTU, RINVIATO VERDETTO
PAKISTAN. POSTICIPATA DI UN MESE ESECUZIONE DI HUSSAIN
IRAN. GIUSTIZIATO IN PUBBLICO PER OMICIDIO
IRAN. GIUSTIZIATO IN CARCERE PER DROGA
IRAN. IMPICCATA CON L’AMANTE PER OMICIDIO
IRAN. IMPICCATO DAVANTI A 4.000 PERSONE
YEMEN. CONDANNA A MORTE COMMUTATA
IRAN. IMPICCATO PER SEQUESTRO E RAPINA
PAKISTAN. DUE IMPICCATI IN CARCERE PER OMICIDIO
VIETNAM. CINQUE PERSONE FUCILATE PER DROGA
SOMALIA. GIUSTIZIATO IN PUBBLICO PER OMICIDIO
BANGLADESH. SEI CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO E STUPRO
REGNO UNITO. LONDRA CHIEDE A MUSHARRAF STOP ESECUZIONE CITTADINO BRITANNICO
TEXAS. SOSPENSIONE REVOCATA, VIA LIBERA ALL’INIEZIONE LETALE
FILIPPINE. INIZIATO DIBATTITO PARLAMENTARE SULL’ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
  DIRITTI UMANI: MANIFESTAZIONE PARTITO RADICALE DAVANTI AMBASCIATA IRANIANA 14 FEBBRAIO ORE 15  
  BIELORUSSIA: DUE DETENUTI FUCILATI PER OMICIDIO  
  STRASBURGO: NESSUNO TOCCHI CAINO, BENE CONDANNA DELL’ITALIA PER 41-BIS A PROVENZANO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits