Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Impiccagioni pubbliche in Iran
Impiccagioni pubbliche in Iran
IRAN. TEHERAN ALL' ITALIA, NO A INTERFERENZE

5 agosto 2007: 'Ogni Paese indipendente combatte il crimine secondo le sue leggi, e ogni interferenza in questo campo e' un'interferenza negli affari interni di un Paese'.
Cosi' il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Mohammad Ali Hosseini ha reagito alle 'forti inquietudini' espresse dalla Farnesina per l'ondata di impiccagioni - molte delle quali pubbliche - delle ultime settimane nella Repubblica islamica.
'Nessuna interferenza', gli ha risposto poco dopo il vice ministro degli Esteri Ugo Intini. Si tratta soltanto, ha sottolineato a nome della Farnesina, di un'iniziativa che rientra nella lotta alla pena di morte di cui l'Italia ha fatto 'una bandiera in campo internazionale'. Ma soprattutto Teheran conosce le 'buone intenzioni' dell'Italia che crede al 'dialogo' ed alla ricerca di 'soluzioni politiche' a tutti i conflitti in atto nella regione.
Lo scambio di battute tra le due diplomazie trae origine da una comunicazione fatta avere dal ministero degli Esteri italiano all'ambasciata iraniana a Roma, in seguito ad un forte aumento delle impiccagioni registrate nelle ultime settimane nella Repubblica islamica.
Ma il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, interpellato durante la sua conferenza stampa settimanale, ha criticato il modo con il quale la stampa occidentale, che a suo parere persegue dei 'fini politici', tratta queste notizie, a partire proprio dal caso dei due giornalisti curdi.
'E' una copertura - ha affermato Hosseini - basata su due opinioni: la prima che i due siano stati condannati in quanto giornalisti, la seconda, perche' sono curdi'. Ma cio' non e' vero, ha aggiunto il portavoce, perche' 'le sentenze emesse dalla magistratura iraniana riguardano le violazioni della legge' e 'non hanno nulla a che vedere con l'appartenenza etnica, la professione o la carica' dei condannati.
Hosseini non ha commentato le osservazioni della Farnesina secondo le quali i capi d'imputazione di alcuni impiccati recentemente contenevano anche 'accuse di omosessualita''. Le inchieste e i processi in Iran, ha affermato il portavoce, rientrano esclusivamente 'nel quadro della responsabilita' della magistratura'.
'La lotta alla pena di morte e' una battaglia di principio per un mondo piu' stabile e piu' giusto', ha affermato nella sua contro-risposta Intini, tenendo a sottolineare che non si tratta di un argomento usato strumentalmente contro Teheran.
L'Italia da mesi sta conducendo una vivace battaglia internazionale per arrivare ad una moratoria universale della pena di morte: la presidenza di turno portoghese della Ue il prossimo settembre dovrebbe presentare all'Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York una risoluzione in tal senso che dovra' essere discussa e votata dal Palazzo di Vetro. (Fonti: Ansa, 05/08/2007)

Altre news:
PENA MORTE: ALLA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO DI NTC PRODI ESPRIME SPERANZE PER LA MORATORIA
PENA DI MORTE. KAGAME, RUANDA COSPONSORIZZA RISOLUZIONE MORATORIA ONU
MORATORIA. MARINI CITA PLUTARCO: UNA BATTAGLIA FILOSOFICA
CUBA. IN QUATTRO EVITANO CONDANNA CAPITALE
ITALIA. COLOSSEO ILLUMINATO CONTRO PENA CAPITALE
PENA MORTE: PRESENTATO RAPPORTO 2007 DI NESSUNO TOCCHI CAINO
RAPPORTO 2007 DI NESSUNO TOCCHI CAINO. PRESENTAZIONE A ROMA, 30 AGOSTO, ORE 16,15.
MALTA. SI ALLA PROPOSTA DI MORATORIA
SOMALIA. SOLDATO GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
GIAPPONE: TRE ESECUZIONI IN UN GIORNO. RECORD DEGLI ULTIMI 31 ANNI
IRAN. ESECUZIONE PUBBLICA
ARABIA SAUDITA. GIUSTIZIATO PER UN REATO COMMESSO DA MINORENNE
CINA. DUE ESECUZIONI PER DROGA
IRAN. UN'ESECUZIONE PUBBLICA PER STUPRO
CONGO. COMMUTATE 17 CONDANNE A MORTE
MALESIA. CONDANNATO A MORTE RILASCIATO, ANCORA IN CARCERE IN ATTESA DI ORDINE UFFICIALE
IRAN. PRODI, INSISTEREMO ALL’ONU PER MORATORIA PENA DI MORTE
ETIOPIA. GIUSTIZIATO MAGGIORE DELL’ESERCITO
ARABIA SAUDITA. SEI DECAPITATI PER DROGA E RAPINA
ZAMBIA. 97 COMMUTAZIONI
BAHRAIN. DEPUTATO CHIEDE ELIMINAZIONE PENA CAPITALE
IRAN. FARNESINA, 'FORTE INQUIETUDINE' PER ESECUZIONI
IRAN. NOVE IMPICCAGIONI
IRAN. DEPUTATI ITALIANI SI MOBILITANO CONTRO PENA MORTE GIORNALISTI CURDI
ITALIA. MASTELLA, ESCLUSO RISCHIO CONDANNA CAPITALE PER CIPRIANI
IRAN. PARIGI ‘PREOCCUPATA’ PER CONDANNA A MORTE GIORNALISTI CURDI
KENYA. PARLAMENTO MANTIENE PENA CAPITALE
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits