Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

La discussione sulla moratoria in Terza Commissione Onu
La discussione sulla moratoria in Terza Commissione Onu
PENA DI MORTE. PANNELLA, MORATORIA GRANDE VITTORIA SU FONDAMENTALISMO ABOLIZIONISTA

16 novembre 2007: "Abbiamo scelto l’obiettivo della moratoria perche' esigere l'abolizione della pena di morte tout court sarebbe stato inutile”, ha spiegato il leader radicale Marco Pannella in una conferenza stampa convocata all’indomani dell’approvazione da parte della Terza Commissione Onu della moratoria sulla pena di morte.
“Chi ha impedito per tanti anni il raggiungimento di questo obiettivo e' stata l'Europa, infatti un'altra moratoria proposta nel '94 non e' passata all'Onu per soli 8 voti, grazie all'astensione di ben 20 paesi europei”, ha ricordato Pannella. “Ieri la moratoria e' passata anche perche' abbiamo ricompattato il fronte, infatti i 27 membri dell'Ue hanno votato compatti a favore".
"Un altro fattore che ha dato grande impulso alla nostra campagna - ha continuato Pannella - e' stata l'esecuzione di Saddam Hussein che noi abbiamo tentato di impedire. Ieri e' stata un grande successo e la vittoria definitiva e' alle porte. Da adesso abbiamo un obbiettivo preciso: porre in tutte le sedi internazionali la questione del rispetto da parte degli Stati di quei diritti naturali storicamente acquisiti e spesso scritti nelle leggi dei Paesi, ma non rispettate. E' stata la vittoria del buon senso contro l'imbecillita' intollerante dell'abolizionismo". 'A questo scopo - ha continuato il leader radicale - stiamo organizzando in coincidenza con le Olimpiadi in Cina, il primo Satyagraha mondiale per la pace. Come e' proprio delle lotte non violente il Satyagraha sara' non contro qualcosa, ma per qualcosa. Cosi' come con la moratoria sulla pena di morte noi non eravamo contro di essa, ma perche' lo Stato cessasse di essere testimone della perversione secondo cui la vita si difende dando la morte'.
Per Rita Bernardini, segretario di Radicali Italiani, 'l'attenzione dei mezzi di informazione sulla vicenda della moratoria sulla pena di morte, che vede protagonista l'Italia, e' stata veramente deludente”.
”Ora abbiamo davanti un tragitto di un mese e sarebbe importante, per il successo dell'iniziativa, che gli italiani siano informati costantemente di quello che avviene'.
'Nel condurre questa battaglia - ha sottolineato Bernardini - noi Radicali abbiamo sempre agito perche' ci fosse il coinvolgimento della societa' civile e la trasparenza di quello che avviene tra le diplomazie'.
Per Sergio D'Elia, segretario di Nessuno tocchi Caino e deputato radicale della Rosa nel Pugno, ‘quello di ieri e' un grande risultato'.
'Ma aspettiamo -avverte cauto D'Elia- la decisione dell'Assemblea Generale per festeggiare. Voglio ringraziare tutti coloro che si sono impegnati in questa campagna di civilta', a cominciare da Marco Pannella che, con il suo sciopero della sete iniziato dopo l'esecuzione di Saddam Hussein, ha dato un grande impulso al progetto. Hussein ha infatti rappresentato il simbolo del Caino, del tiranno assassino. La nostra campagna ha avuto anche degli effetti in sede Onu - ha proseguito D'Elia - Infatti, molti paesi arabi ieri si sono astenuti, contravvenendo alle indicazioni della Comunita' Islamica che premeva per un voto contrario. 99 su 192 vuol dire maggioranza assoluta, e' veramente un grande risultato. E' stato sconfitto il 'partito dell'anno del mai' che premeva per l'abolizione diretta, impossibile da far passare all'Onu''.
'La vittoria -prosegue D'Elia- e' stata ottenuta con il contributo decisivo di diversi paesi africani e sudamericani, non e' stata una mozione solo europea. Voglio ringraziare inoltre lo staff della Farnesina e la squadra di diplomatici italiani che hanno collaborato con noi soprattutto in quest'ultimo anno e mezzo.
Voglio chiudere con una valutazione politica - ha detto D'Elia - sono molto soddisfatto che gli emendamenti proposti ieri che equiparavano la pena di morte all'aborto siano stati respinti. Noi ci opponiamo al fatto che uno stato possa disporre della vita dei suoi cittadini, e non alla libera scelta individuale di una persona di abortire". Uno dei risultati politici principali emersi dalla votazione, ha infine sottolineato l'esponente radicale, "e' stato il superamento del concetto ottocentesco di sovranita' nazionale", per cui "da oggi le questioni legate ai diritti umani dovranno riguardare formalmente anche la comunita' internazionale e non potranno essere 'risolte' in casa". (Fonti: Ansa, Adn, 16/11/2007)

Altre news:
VIETNAM. QUATTRO CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
LECCE. SABATO 1 DICEMBRE CONFERENZA STAMPA SU MORATORIA
COREA DEL SUD. INCOSTITUZIONALE LA PENA DI MORTE AUTOMATICA
VIETNAM. UNDICI CONDANNE CAPITALI PER TRAFFICO DI EROINA
TENNESSEE (USA). GOVERNATORE: ESECUZIONI SOSPESE FINO A PROSSIMA ESTATE
MORATORIA. FARNESINA, VOTO ASSEMBLEA GENERALE NON È SCONTATO
CINA. PENA DI MORTE PER FARMACI CONTRAFFATTI
ROMA. CONTRO LA PENA DI MORTE A SOSTEGNO DELLA MORATORIA ONU
BIELORUSSIA. GIUSTIZIATO EX FUNZIONARIO POLIZIA
SUDAN. SOSPESA IMPICCAGIONE DI DUE UOMINI
GIORDANIA. CONDANNA A MORTE COMMUTATA PER MEMBRO AL-QAIDA
FIRENZE. UGO DE VITA ALLA FESTA DELLA TOSCANA 2007
AFGHANISTAN. DUE MILITARI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO CIVILI
COREA DEL NORD. ESECUZIONI PUBBLICHE IN AUMENTO
BANGLADESH. CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO MOGLIE
FRANCIA-CINA. SARKOZY PARLA DI DIRITTI UMANI CON HU JINTAO
CINA. PER PRIMA VOLTA CONDANNE SOSPESE SUPERANO ESECUZIONI
MALESIA. NO A PENA CAPITALE PER MINORI
NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA RAPPORTO 2007 A COLOGNO MONZESE
LIBIA. GIUSTIZIATI QUATTRO NIGERIANI
MORATORIA. VERNETTI, AZIONI COMUNI CON LA NUOVA ZELANDA
COREA DEL SUD. PRESTO AUMENTO TERMINI DI PRESCRIZIONE PER REATI CAPITALI
IRAN. IMPICCATO IN PUBBLICO PER TRAFFICO DI DROGA
PENA DI MORTE. ONU, VOTO SU MORATORIA 19 O 20 DICEMBRE
RUSSIA. RIMANDATA RATIFICA SESTO PROTOCOLLO
IRAN. CINQUE IMPICCATI PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN. CONFERMATA CONDANNA A MORTE RAGAZZO AFGANO DI 15 ANNI
BOTSWANA. CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
IRAQ. BAGHDAD, MORATORIA GESTO NOBILE MA QUI MANCANO CONDIZIONI
PENA DI MORTE. BONINO, ITALIA ORA ANCHE PAESE MORATORIA

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits