Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

La Cina è il paese che giustizia più persone
La Cina è il paese che giustizia più persone
AMNESTY: SETTE ESECUZIONI AL GIORNO NEL 2008, MAGLIA NERA ALLA CINA

24 marzo 2009: sono almeno 2390 le persone giustiziate nel mondo lo scorso anno, con una media di 7 esecuzioni capitali al giorno.
Il dato emerge dal Rapporto di Amnesty International “Condanne a morte ed esecuzioni nel 2008”, che per lo stesso anno registra le condanne a morte di almeno 8864 persone, emesse in 52 Paesi.
Pur essendo 59 i paesi che ancora mantengono la pena di morte, sono 25 quelli in cui nel 2008 sono state eseguite condanne a morte, con il 93% delle esecuzioni effettuate in 5 Paesi: Cina (almeno 1718, pari al 72%), Iran (almeno 346), Arabia Saudita (almeno 102), Usa (37) e Pakistan (almeno 36). Il maggior numero di esecuzioni è stato registrato in Asia, dove undici paesi continuano a ricorrere alla pena capitale: Afghanistan, Bangladesh, Cina, Corea del Nord, Giappone, Indonesia, Malaysia, Mongolia, Pakistan, Singapore e Vietnam. Dopo l'Asia, il secondo maggior numero di esecuzioni, 508, e' stato registrato in Africa del Nord e Medio Oriente.
Da sottolineare come l’Iran abbia messo a morte 8 persone che avevano meno di 18 anni all'epoca del reato, in violazione della legge internazionale.
Nell'Africa sub-sahariana, secondo dati ufficiali, sono state eseguite solo due esecuzioni, ma le condanne a morte sono state almeno 362. Quest'area ha registrato un passo indietro, con la reintroduzione della pena di morte in Liberia per i reati di rapina, terrorismo e dirottamento.
Nel continente americano solo gli Stati Uniti d'America hanno continuato a ricorrere con regolarita' alla pena di morte, con 37 esecuzioni portate a termine lo scorso anno, la maggior parte delle quali in Texas. Il rilascio di quattro uomini dai bracci della morte ha fatto salire a oltre 120 il numero dei condannati alla pena capitale tornati in liberta' dal 1975 perche' riconosciuti innocenti. L'unico altro stato in cui sono state eseguite condanne a morte e' stato Saint Christopher e Nevis, il primo dell'area caraibica ad aver ripreso le esecuzioni dal 2003.
La Bielorussia e' il solo Paese in Europa che continua ad applicare la pena di morte, avendo giustiziato lo scorso anno quattro persone.
Le condanne, spiegano da Amnesty, vengono eseguite in Bielorussia con un colpo di pistola alla nuca e non vengono fornite informazioni sulla data dell'esecuzione né sul luogo di sepoltura.
Questo l’elenco completo dei paesi che nel 2008 hanno praticato esecuzioni capitali:
Afghanistan: almeno 17 esecuzioni, Arabia Saudita: almeno 102 (tra cui tre donne), Bangladesh: 5, Bahrain: 1, Bielorussia: 4, Botswana: 1, Cina: almeno 1718, Corea del Nord: almeno 15, Egitto: almeno 2, Emirati Arabi Uniti: almeno 1, Giappone: 15, Indonesia: 10, Iran: almeno 346 (tra cui 8 minorenni), Iraq: almeno 34, Libia: almeno 8, Malesia: almeno 1, Mongolia: almeno 1, Pakistan: almeno 36, Saint Christopher e Nevis: 1, Singapore: almeno 1, Siria: almeno 1, Stati Uniti d'America: 37, Sudan: 1, Yemen: almeno 13, Vietnam: almeno 19.
In Somalia, almeno un’esecuzione è stata effettuata dalle corti islamiche: si tratta di una lapidazione ai danni di una minorenne.
Secondo dati aggiornati al marzo 2009, sono 138 -  circa i due terzi del totale - i Paesi che hanno abolito la pena capitale per legge o nella pratica: 92 Paesi l'hanno abolita per ogni reato, 10 l'hanno abolita salvo che per reati eccezionali come quelli commessi in tempo di guerra, 36 Paesi sono abolizionisti 'de facto' poiche' non vi si registrano esecuzioni da almeno dieci anni oppure perche' hanno assunto un impegno a livello internazionale a non eseguire condanne a morte.
"Il mondo si è ancora più avvicinato al traguardo dell'abolizione", si legge nel Rapporto di Amnesty, che ricorda l'adozione da parte dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite di due risoluzioni (2007 e 2008) per una moratoria della pena capitale, fortemente volute e promosse dalla diplomazia italiana.
Per AI, le risoluzioni Onu sono stati strumenti importanti per incoraggiare gli Stati che mantengono la pena capitale a rivederne l'uso e ad abolirla.
Per quanto riguarda i primi mesi (gennaio-marzo) del 2009, sono oltre 100 le esecuzioni accertate finora da Amnesty International: di queste, almeno 60 in Iran (compresa quella di un minore), 20 negli Stati Uniti, almeno 14 in Arabia Saudita, almeno 4 in Yemen, 4 in Giappone, almeno 1 a Singapore. (Fonti: Ansa, Apcom, 24/03/2009)

Altre news:
NIGERIA: NEL 2008 COMMUTATE 45 CONDANNE CAPITALI
TUNISIA: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO E STUPRO
YEMEN: DUE CONDANNE A MORTE PER SPIONAGGIO
SIRIA: TRE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
PAKISTAN: PRIGIONE CENTRALE KARACHI, 114 NEL BRACCIO DELLA MORTE
IRAN: IMPICCATO PER OMICIDIO A SANANDAJ
EMIRATI. CONFERMATA CONDANNA A MORTE PAKISTANO
CINA: GIUSTIZIATO CON INIEZIONE LETALE PER SEQUESTRO BAMBINI
VIRGINIA (USA): ‘NO’ DEL GOVERNATORE AD ESPANSIONE PENA CAPITALE
ARABIA SAUDITA: DUE DECAPITATI PER OMICIDIO
CINA: LATTE ALLA MELAMINA, CONFERMATE TRE CONDANNE A MORTE
KAZAKISTAN: SI’ DELLA CAMERA AD ELIMINAZIONE PENA DI MORTE
TAIWAN: ATTIVISTI DIRITTI UMANI TORNANO A CHIEDERE ABOLIZIONE
BIELORUSSIA: “PIU’ VICINI ALLA MORATORIA”
EMIRATI: TRE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
GIAPPONE: AMNESTY RINNOVA RICHIESTA STOP ESECUZIONI
CINA: UNA DECINA I ‘BUS DELLA MORTE’ FINORA UTILIZZATI
YEMEN: CONDANNATA A MORTE ‘SPIA’ DI ISRAELE
NIGERIA: DUECENTO PRIGIONIERI NEL BRACCIO DELLA MORTE
IRAN: IMPICCATO PER OMICIDIO A SIRJAN
TUNISIA: CONDANNA A MORTE PER DUPLICE OMICIDIO
VIETNAM: CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER DROGA
CINA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDI
NEW MEXICO (USA): PENA DI MORTE ABOLITA
GIAPPONE: DUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
GIAPPONE: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER DUPLICE OMICIDIO
NIGERIA: SI’ PARLAMENTO ANAMBRA A PENA DI MORTE PER SEQUESTRATORI
INDONESIA: ESECUZIONI AUMENTATE CON PRESIDENZA YUDHOYONO
IRAQ: GOVERNO PREME PER ESECUZIONI EX GERARCHI DI SADDAM

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits