Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Cameron Todd Willingham
Cameron Todd Willingham
TEXAS: PROBABILE INNOCENTE GIUSTIZIATO CINQUE ANNI FA

31 agosto 2009: nuove indagini confermano che Cameron Todd Willingham, giustiziato il 17 febbraio 2004, molto probabilmente era innocente. In un lungo articolo comparso oggi sulla prestigiosa rivista New Yorker, il giornalista David Grann smonta punto per punto tutte le prove che avevano portato alla condanna a morte di Willingham, soprattutto le prove scientifiche.
Willingham era accusato di aver dato fuoco alla propria abitazione il 23 dicembre 1991, uccidendo così le proprie 3 figlie, Amber Kuykendall di 2 anni, e le gemelle Kameron e Karmen Willingham di 1 anno.
Cinque famosi esperti che da allora hanno riesaminato i rilievi scientifici hanno tutti concordemente concluso che non c’è nessuna prova che l’incendio fosse stato di origine dolosa, mentre tutti gli elementi sembrano concordare per l’origine accidentale del fuoco. Anche tutti gli altri elementi del processo, gli indizi, le testimonianze e le testimonianze di informatori della polizia risultano, alla luce del riesame delle prove scientifiche, praticamente azzerate.
Secondo l’articolo del New Yorker, da quando negli Usa le esecuzioni sono riprese nel 1976, questo è il caso che con maggiore forza testimonia il rischio che anche degli innocenti possano essere stati giustiziati. Willingham si è sempre dichiarato innocente, ha sempre respinto gli accordi proposti dalla pubblica accusa di dichiararsi colpevole in cambio di una condanna all’ergastolo, e anche una volta legato al lettino dell’iniezione letale ha ribadito la sua innocenza.
L’articolo del New Yorker, costato mesi di indagini e approfondimenti, è uscito una settimana dopo che una relazione scientifica redatta dall’esperto di incendi Craig L. Beyler è stata presentata alla Texas Forensic Science Commission, la commissione che deve valutare gli standard delle prove scientifiche utilizzate nelle indagini e nei processi. Nella sua relazione Beyler sostiene che le perizie allegate al processo dimostravano “scarsa comprensione dei meccanismi scientifici del fuoco e degli incendi”, e che “non poteva essere sostenuta l’ipotesi di un incendio volontario”. La Commissione esaminerà la relazione di Beyler e pubblicherà una sua propria relazione, dovendo rispondere alle accuse che la parte scientifica del processo sia stata assolutamente inadeguata.
I dirigenti di Innocence Project, una importante associazione statunitense per i diritti dei detenuti, ribadisce che alla luce delle nuove perizie nulla del processo originario sembra oggi confermato. I dirigenti della Texas Coalition to Abolish the Death Penalty, un’altra importante organizzazione abolizionista, hanno dichiarato che se Willingham fosse stato inquisito oggi non sarebbe stato rinviato a giudizio, e men che mai sarebbe stato dichiarato colpevole e condannato a morte. (Fonti: Texas Coalition to Abolish the Death Penalty, The New Yorker, New York Times, Marshall News Messenger, Dallas Morning News, 31/08/2009)

Altre news:
PAKISTAN: DUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO E STUPRO BAMBINA
IRAQ: ALMENO 1.000 NEL BRACCIO DELLA MORTE
PAKISTAN: PENA DI MORTE PER OMICIDIO
LIBANO: MINISTRO GIUSTIZIA PER ABOLIZIONE PENA CAPITALE
THAILANDIA: UE DEPLORA ESECUZIONI DOPO SEI ANNI DI MORATORIA
NIGERIA: LIBERATI TRE CONDANNATI A MORTE
CINA: TRAPIANTI, IN DUE CASI SU TRE GLI ORGANI SONO DI CONDANNATI A MORTE
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO MOGLIE
SRI LANKA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
ITALIA-LIBIA: RADICALI, BERLUSCONI OTTENGA MORATORIA PENA MORTE
THAILANDIA: DUE GIUSTIZIATI PER TRAFFICO DI DROGA
ITALIA-LIBIA: D'ELIA, FRECCE TRICOLORI CELEBRANO DITTATURA
CINA: ALTRE CITTA’ ADOTTANO METODO INIEZIONE LETALE
BANGLADESH: GETTA ACIDO SULLA MOGLIE, CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE
CINA: EX SINDACO CONDANNATO A MORTE PER TANGENTI
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO CREDITORI
ARABIA SAUDITA. DECAPITATO PER OMICIDIO E FURTO
IRAN. DUE IMPICCAGIONI PER OMICIDIO
IRAN. IMPICCATO PER OMICIDIO
IRAN. IMPICCATO PER TRAFFICO DI DROGA
CINA. GIUSTIZIATI QUATTRO UOMINI
ARABIA SAUDITA. DECAPITATO PER DUPLICE OMICIDIO
ARABIA SAUDITA. GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
CINA. GIUSTIZIATO PER STUPRO DI 24 GIOVANI
IRAN. GIUSTIZIATI DUE PER STUPRO
CINA. REGOLE PIU' SEVERE PER LA PRESENTAZIONE DELLE PROVE D'ACCUSA
ARABIA SAUDITA. CITTADINO DEL BANGLADESH GIUSTIZIATO A RIAD
CINA: GIUSTIZIATO PER CORRUZIONE
INDIA: TRE CONDANNE A MORTE PER TERRORISMO
MALESIA: CANNABIS, CONDANNA A MORTE CONFERMATA

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits