Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

LA MOZIONE GENERALE DEL IV CONGRESSO DI NTC

18 dicembre 2009: Il IV Congresso di Nessuno tocchi Caino, che si è svolto il 17 e 18 dicembre 2009 nella Casa di Reclusione di Padova, ascoltate le relazioni del Segretario e del Tesoriere dell’Associazione, le approva.
Dopo lo straordinario successo del 18 dicembre 2007 all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite sulla Moratoria Universale delle esecuzioni capitali, il Congresso ritiene assolutamente necessario e urgente rilanciare la campagna per la Moratoria al fine di evitare che sia presto dissipato quel risultato di grande rilievo umano e civile per il mondo intero, ottenuto dopo quasi tre lustri di impegno di Nessuno Tocchi Caino e del Partito Radicale, facendo leva soprattutto sull’Italia, attraverso tutti i Governi che si sono succeduti dal 1994 a oggi.
Il Congresso nota con soddisfazione che in quindici anni di iniziativa internazionale non vi è stata solo la Moratoria ONU, ma anche il fatto che ben 54 Paesi hanno abbandonato la pratica della pena di morte, 15 dei quali lo hanno fatto negli ultimi tre anni, a partire cioè dalla campagna “Nessuno tocchi Saddam” condotta in particolare da Marco Pannella con uno sciopero della sete iniziato alla fine di dicembre del 2006 e, dopo l’esecuzione del dittatore iracheno, subito convertito sull’obiettivo più generale della Moratoria Universale delle esecuzioni.
Per assecondare e accelerare il processo a favore della moratoria delle esecuzioni nella prospettiva dell’abolizione definitiva della pena di morte, il Congresso individua e impegna gli organi dirigenti di Nessuno tocchi Caino su due fronti di iniziativa e obiettivi prioritari.
Il primo è abolire i “segreti di Stato” sulla pena di morte, perché molti Paesi, per lo più autoritari, non forniscono informazioni sulla sua applicazione, e la mancanza di informazione dell’opinione pubblica è anche causa diretta di un maggior numero di esecuzioni. A tal fine, il Segretario Generale dell’ONU istituisca la figura di un Inviato Speciale che abbia il compito non solo di monitorare la situazione ed esigere una maggiore trasparenza nel sistema della pena capitale, ma anche di continuare a persuadere chi ancora la pratica ad adottare la linea pro moratoria stabilita dalle Nazioni Unite.
Il secondo è diffondere la Risoluzione nel mondo e organizzare eventi politici, parlamentari e pubblici in Paesi che ancora praticano la pena di morte. A partire dall’Africa, che è il continente dove vi è il numero più alto di Paesi abolizionisti di fatto e dove sono stati compiuti passi significativi verso l’abolizione della pena di morte come quelli avvenuti in Ruanda, Burundi e Togo per limitarsi ai Paesi che l’hanno abolita negli ultimi due anni. In altri due Paesi – Gabon e Repubblica Democratica del Congo – Nessuno tocchi Caino ha già tenuto due conferenze che si sono concluse con l’avvio dell’iter parlamentare di proposte di abolizione. Nella Repubblica Democratica del Congo, in particolare, l’abolizione della pena di morte farebbe assumere a questo Paese il ruolo di paese-simbolo, ad un tempo, del martirio dell’Africa ma anche della capacità di questo continente di sanare i suoi conflitti, approdare alla democrazia e lanciare messaggi di nonviolenza e di tolleranza.
Il Congresso di Nessuno tocchi Caino denuncia la paralisi della amministrazione della giustizia in Italia a causa degli undici milioni di processi pendenti e la drammatica condizione delle carceri dove i detenuti sono ormai stabilmente oltre ventimila di più dei posti regolamentari e dove, in base al monitoraggio quotidiano effettuato da “Ristretti Orizzonti”, da gennaio a oggi sono morti “suicidi” 68 detenuti mentre altri 102 sono morti di “malattia”.
Per far fronte a questa situazione di illegalità, per la quale l’Italia subisce decine di condanne ogni anno da parte della giustizia europea per denegata giustizia e violazione di diritti umani fondamentali, Nessuno tocchi Caino sostiene la proposta di Marco Pannella di una grande amnistia per liberare i tribunali dal pesante arretrato che li paralizza, un’amnistia legale, decisa dal parlamento, contro l’amnistia clandestina e di classe detta “prescrizione”, decisa di fatto dai magistrati e che cancella 200 mila reati ogni anno. Sostiene altresì le proposte contenute nella Mozione depositata alla Camera dei Deputati da Rita Bernardini e dai parlamentari Radicali e sostenuta da oltre 90 parlamentari di tutti gli schieramenti politici volte a rafforzare l'applicazione delle misure alternative alla detenzione previste dalla cosiddetta legge «Gozzini» e della detenzione domiciliare, a creare istituti «a custodia attenuata» per tossicodipendenti, a rivedere il sistema delle misure di sicurezza a cui sono sottoposti gli “internati” che rischiano il “carcere a tempo indeterminato” e a modificare radicalmente l'articolo 41-bis dell’ordinamento penitenziario a cui sono sottoposti i detenuti nel cosiddetto «carcere duro» che sono esclusi per legge dalle misure alternative e, in particolare, dalla liberazione condizionale dopo almeno 26 anni di carcere per i condannati all’ergastolo, pena evidentemente contraria ai principi costituzionali di rieducazione e risocializzazione dei detenuti e di cui pertanto è urgente l’abolizione.
Il Congresso di Nessuno tocchi Caino impegna gli organi dirigenti a sostenere le proposte parlamentari e a promuovere iniziative pubbliche per la istituzione in Italia del Commissario Nazionale per i diritti umani e dei garanti regionali delle persone private della libertà, quali strumenti democratici di conoscenza, controllo, garanzia e proposta relativi alla condizione non solo dei detenuti, ma anche degli agenti di polizia, dei direttori, degli educatori, degli assistenti sociali e di tutti gli altri componenti la comunità penitenziaria vittime – tutti e ciascuno – della stessa catastrofe umanitaria e della ordinaria illegalità, carceraria e non, che vige in Italia.
Al fine di sostenere le iniziative di Nessuno tocchi Caino per i prossimi due anni in Italia e nel mondo, il Congresso impegna gli organi dirigenti ad avviare subito una campagna di autofinanziamento con l’obiettivo di almeno raddoppiarlo rispetto all'anno precedente attraverso un numero corrispondente di iscrizioni e contributi.

Altre news:
IRAN: IMPICCATO DISSIDENTE, SI SCATENA RIVOLTA NEL CARCERE DI KARAJ
CINA: BRITANNICO GIUSTIZIATO PER TRAFFICO DI DROGA
EGITTO: CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER STUPRO E RAPINA
IRAN: CONDANNATO A MORTE PER PROTESTE POST-ELETTORALI
VIETNAM: DIFENSORI DIRITTI UMANI RISCHIANO PENA CAPITALE
CASO CUCCHI: LA VERSIONE INTEGRALE DELL’INCHIESTA AMMINISTRATIVA DEL DAP SUL DECESSO DI STEFANO CUCCHI
ETIOPIA: CINQUE CONDANNATI A MORTE
MALESIA: CONDANNATO ALLA FORCA PER NARCOTRAFFICO
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DEL PADRE
GLI ORGANI DIRIGENTI DI NESSUNO TOCCHI CAINO
IRAN: IMPICCATI MINORE E ALTRI QUATTRO
ANP: ABOLIZIONISTI CHIEDONO STOP ESECUZIONI
IRAN: QUATTRO IMPICCATI PER TRAFFICO DROGA
IRAN: CINQUE ESECUZIONI PUBBLICHE
UE: APPELLO PER ABOLIZIONE PENA CAPITALE NEL MONDO
BIELORUSSIA: PER MORATORIA SERVE ANCORA TEMPO
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO PER OMICIDIO
KUWAIT: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER DUPLICE OMICIDIO
TRINIDAD E TOBAGO: CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
CINA: COSTRINGE BAMBINI A PROSTITUIRSI, GIUSTIZIATA
NESSUNO TOCCHI CAINO: 17 E 18 DICEMBRE IV CONGRESSO NELLA CASA DI RECLUSIONE DI PADOVA
INDIANA (USA): GIUSTIZIATO PER OMICIDI COMMESSI NEL 1994
EGITTO: LA PENA CAPITALE NON SI TOCCA
IRAN: RISCHIANO ESECUZIONE PER OMOSESSUALITA’
UGANDA: NO PENA CAPITALE NELLA LEGGE ANTI-GAY
OHIO (USA): PRIMO GIUSTIZIATO CON VELENO PER ANIMALI
CINA: ESEGUITA CONDANNA MANAGER FINANZIARIO
ARABIA SAUDITA: DECAPITATO E CROCIFISSO
CINA: ALTRE TRE CONDANNE A MORTE PER SCONTRI XINJIANG
CINA: ANCORA CONDANNE A MORTE PER SCONTRI XINJIANG

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits