Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Guardie di frontiera nordcoreane
Guardie di frontiera nordcoreane
COREA DEL NORD: GIUSTIZIATI TRE FUGGITIVI

22 gennaio 2010: le autorità nord-coreane hanno eseguito tre condanne a morte, spedito tre membri di una famiglia in un campo per detenuti politici e confinato un’altra famiglia nella provincia rurale di Yangkang, perché avrebbero tentato di fuggire dal Paese. È quanto rivela oggi il Daily NK – blog on-line, che raccoglie testimonianze degli esuli del Nord – secondo cui il giro di vite è parte della “Battaglia dei 50 giorni”, lanciata da Pyongyang per “ripristinare l’ordine nella società”.
Fonti nord-coreane rivelano che i giustiziati sono Jeong Dae Sung, 35 anni, la moglie Lee Ok Geum, 32 anni, e un amico di famiglia, Song Gwang Cheol, tutti originari di Hyesan, cittadina della provincia di Ryanggang, al confine con la Cina. Tre parenti della coppia sono rinchiusi in un campo di prigionia per detenuti politici; i familiari di Song, invece, hanno ricevuto il provvedimento di confino.  
Nel luglio scorso Jeong è scappato in Cina insieme alla moglie, la madre e le due figlie, di tre e sette anni. Un mese più tardi i fuggitivi sono stati intercettati dalla polizia cinese mentre cercavano di raggiungere la Mongolia, da dove sarebbero ripartiti alla volta della Corea del Sud. Scoperti dalle autorità, essi sono stati rimpatriati in Corea del Nord.
Jeong e la moglie sono finiti in una prigione, sotto la custodia degli agenti della National Security Agency (Nsa). La madre e le figlie hanno fatto ritorno a casa. In seguito alla confessione dell’uomo, gli agenti della Nsa hanno arrestato anche Song Gwang Cheol, perché avrebbe favorito la loro fuga.
L’esecuzione della condanna è avvenuta in una località segreta. Fonti interne al Paese spiegano che i condannati “sono uccisi a porte chiuse” e i cadaveri “non vengono restituiti alle famiglie”. Il 16 gennaio le forze di sicurezza della provincia di Yangkang hanno prelevato i parenti delle vittime: i familiari di Jeong sono finiti in una prigione per detenuti politici; i parenti di Song esiliati nell’area rurale di Gapsan.
Nelle ultime settimane Pyongyang ha inasprito le pene verso quanti cercano di fuggire dal Paese. Di norma le condanne variano da un minimo di sette a un massimo di 15 anni nei campi di “rieducazione”, delle vere e proprie prigioni. Fonti interne alla Corea del Nord rivelano che il governo ha lanciato la “Battaglia dei 50 giorni” per ripristinare l’ordine, sradicare possibili focolai di rivolte e impedire le fughe. L’ordine è stato emesso il 2 gennaio scorso dalla Commissione di difesa nazionale, presieduta dal “Caro leader” Kim Jong-il. (Fonti: AsiaNews, 22/01/2010)

Altre news:
VIETNAM: QUATTRO CONDANNE A MORTE PER NARCOTRAFFICO
IRAN: IMPICCATI PER STUPRO
IRAN: SEGRETARIO CONSIGLIO DEI GUARDIANI ESIGE PIÙ ESECUZIONI
BANGLADESH: CINQUE IMPICCATI IN CARCERE
GIAPPONE: OMICIDIO, PROPOSTA ABOLIZIONE DEI TERMINI DI PRESCRIZIONE
MALESIA: CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO COCAINA
IRAN: GIUSTIZIATI DUE MANIFESTANTI DELLE PROTESTE POST-ELETTORALI
INDIA: PENA DI MORTE PER AUTORI SEQUESTRI
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO PER OMICIDIO MAGISTRATO
EAU: STUPRA E UCCIDE BIMBO IN MOSCHEA, CONDANNATO A MORTE
CINA: ALTRE CONDANNE PER SCONTRI XINJIANG
EAU: DUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
IRAQ: IMPICCATO ALÌ ‘IL CHIMICO’
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO PER TRAFFICO DI HASHISH
YEMEN. GIUSTIZIATI DUE UOMINI PER OMICIDIO
ANGOLA: PENA DI MORTE VIETATA DALLA COSTITUZIONE
SOMALIA: CONDANNA A MORTE NEL PUNTLAND
IRAN: IMPICCATO AD ARDEBIL
IRAN. IMPICCAGIONE PRE OMICIDIO
USA: CORTE SUPREMA CONFERMA CONDANNA RITARDATO MENTALE
SUDAN: CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE DUE RIBELLI DEL DARFUR
ARABIA SAUDITA: DECAPITAZIONE PER OMICIDIO
VIETNAM: SEI CONDANNE A MORTE PER NARCOTRAFFICO
BOTSWANA: NOTIZIE DAL BRACCIO DELLA MORTE
SUDAN: 18 SOLDATI CONDANNATI A MORTE
IRAQ: QUARTA CONDANNA A MORTE PER ‘ALI’ IL CHIMICO’
SOMALIA: LAPIDATO DA MILIZIANI AL SHABAAB
ARABIA SAUDITA: DECAPITATO PER OMICIDIO
IRAQ: 11 CONDANNE A MORTE PER ATTENTATI BAGHDAD DI AGOSTO
MONGOLIA: PRESIDENTE INTRODUCE MORATORIA SU ESECUZIONI

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits