Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

La locandina del documentario
La locandina del documentario
‘E’ TUO IL MIO ULTIMO RESPIRO?’ DI CLAUDIO SERUGHETTI

13 dicembre 2011: Recensione di Gianfranco Cercone di “E’ tuo il mio ultimo respiro?”, documentario sulla pena di morte nel mondo di Claudio Serughetti:
“Pier Paolo Pasolini, in un suo documentario dal titolo: “Appunti per un’Orestiade africana”, mostra la fucilazione di un soldato nero. A quel punto, la voce di commento, di Pasolini stesso, smette di parlare, ritenendo che di fronte a tanta atrocità ogni parola sarebbe inadeguata. Così l’esecuzione è mostrata in un completo silenzio.
Il regista Claudio Serughetti ha realizzato un documentario sulla pena di morte nel mondo. Il titolo è una domanda: “E’ tuo il mio ultimo respiro?”. E’ uscito in libreria, in DVD, pubblicato dall’Istituto Luce.
Oggi video che riprendono esecuzioni capitali sono reperibili con facilità su Internet, anche sul popolarissimo youtube. Serughetti ha dovuto fare una scelta: mostrare tali video o no? E nel caso: mostrarli come?
Egli ha scelto di inserirli nel film, senza omettere neanche i dettagli più terribili; con l’argomento, credo condivisibile, che l’orrore va raccontato attraverso l’orrore. L’eufemismo, l’autocensura, specie in un documentario, costituirebbero quasi un peccato di falsa testimonianza.
Quanto al modo con cui li ha mostrati, ha scelto forme diverse rispetto a quella, spoglia e quasi sacrale, del documentario di Pasolini.
Il suo film inizia con un “montaggio” molto bello. Ha avuto un’idea semplice ma illuminante. Ha intercalato fra loro le riprese di esecuzioni capitali in vari paesi del mondo (come la Cina, gli Stati Uniti e l’Iran) fase dopo fase: l’apertura della cella dove è rinchiuso il condannato, il cammino verso il patibolo, gli atti con cui il boia o il plotone di esecuzione si preparano a ucciderlo, l’attesa della morte da parte del condannato; e infine l’esecuzione stessa.
Dico che è un montaggio illuminante perché suggerisce che al di là di luoghi, di popolazioni, di strumenti di morte diversi, esiste un profondo tratto comune, transnazionale, nella cerimonia dell’esecuzione capitale:  l’assoluta, tremenda incomunicabilità tra il condannato a morte e lo Stato (o meglio: coloro che in nome dello Stato sono incaricati di ucciderlo).
Il condannato può tremare o impallidire per il terrore; o può apparire privo di emozioni e di pensieri. In ogni caso le sue reazioni sono come sotto vuoto; perché è chiaro che niente ormai può scalfire la procedura rigida e inesorabile della sua messa a morte.
Va detto che non sempre le scelte del film di Serughetti sono altrettanto belle. Certe volte divide lo schermo a metà e usa le immagini delle esecuzioni a commento o a contrappunto delle parole di un intervistato. Altre volte usa una voce fuori campo per interpretare i pensieri o le fantasie del condannato. In questi io ho rimpianto la scelta austera del film di Pasolini. Perché il momento della morte è intimo e come sacro. E così le immagini di una morte reale mal sopportano di essere giustapposte ad altre immagini. E stride una voce che, sia pure animata dalle migliore intenzioni, le più umanitarie, pretenda di frugare tra i pensieri del morente.
Ma il film di Serughetti non è principalmente una collazione di esecuzioni. Contiene per lo più interviste a personalità della cultura, dell’arte e della politica che discutono sulle ragioni della pena di morte; o meglio: sulle ragioni per cui la pena di morte andrebbe abolita. Tra gli intervistati ci sono: Peter Gabriel, Dario Fo e Franco Rame, Bernardo Bertolucci, Marco Bellocchio, Oliviero Toscani, Marco Pannella ed Elisabetta Zamparutti dell’associazione Nessuno Tocchi Caino che ha copromosso il film.
Uno dei temi ricorrenti è se la pena di morte sia una barbarie, intesa come mancanza di civiltà; o sia l’espressione di una civiltà che si ritiene superata è da combattere. Questo secondo punto di vista è espresso in particolare da Pannella, per il quale la pena di morte è espressione di una civiltà che pretende di estirpare il Male attraverso l’eliminazione del reo, che di quel Male è considerato l’incarnazione.
Un lavoro, questo di Serughetti, serio e interessante.”

Altre news:
VIETNAM: CINQUE CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
GIAPPONE: DETENUTI NEL BRACCIO DELLA MORTE TRATTATI CON PSICOFARMACI
CINA: 12 ESECUZIONI IN UN GIORNO
IRAN: DUE GIOVANI IMPICCATI IN PUBBLICO A QAZVIN
INDONESIA: 87 PRIGIONIERI NEL BRACCIO DELLA MORTE
GIAPPONE: NEL 2011 NESSUNA ESECUZIONE
CINA: DUE CONDANNE A MORTE PER DROGA
ARABIA SAUDITA: LIBERATE TRE INDONESIANE CHE RISCHIAVANO ESECUZIONE
ZAMBIA: 279 PRIGIONIERI NEL BRACCIO DELLA MORTE DI MUKOBEKO
IRAN: CINQUE IMPICCATI PER DROGA
IRAN: NOVE IMPICCATI PER DROGA
INDIA: PENA DI MORTE PER SABOTAGGIO OLEODOTTI
UE: STRETTA SU ESPORTAZIONI FARMACI PER ESECUZIONI CAPITALI
ARABIA SAUDITA: DUE DECAPITATI A RIAD
SIRIA: REGIME IMPONE PENA DI MORTE PER CHI ARMA I 'TERRORISTI'
IRAN: IMPICCATO IN CARCERE PER DROGA
IRAN: COMMUTAZIONE IN ERGASTOLO
IRAN: IMPICCATO IN CARCERE AD ILAM
GIAPPONE: FEDERAZIONE AVVOCATI CREA COMMISSIONE CONTRO PENA CAPITALE
IRAN: TRE IMPICCATI IN CARCERE AD ARAK
ROMA: 19 DICEMBRE AL PARTITO RADICALE PRESENTAZIONE DEL LIBRO ‘IL MANIFESTO UMANO’, DI LORIS FACCHINETTI
IRAN: TRE IMPICCAGIONI PER DROGA E STUPRO
SWAZILAND: DOBBIAMO DISCUTERE SU ABOLIZIONE
MALI: PRESIDENTE GRAZIA CITTADINO TUNISINO
USA: CALA DRASTICAMENTE NUMERO CONDANNE A MORTE
IRAN: AUMENTANO ESECUZIONI PER DROGA
NORTH CAROLINA (USA): VETO GOVERNATRICE SU ABOLIZIONE RACIAL JUSTICE ACT
ZAMBIA: CONDANNATO PER OMICIDIO
CINA: GIUSTIZIATI TRE MALAVITOSI
CINA: FONDAZIONE DUI HUA, OGNI ANNO 4MILA ESECUZIONI

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits