Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Seif al-Islam Gheddafi
Seif al-Islam Gheddafi
AVVOCATO DI SEIF AL-ISLAM GHEDDAFI: ‘SE PROCESSATO IN LIBIA SARA’ CONDANNATO A MORTE’

10 ottobre 2012: Seif al-Islam, figlio dell’ex dittatore libico Muammar Gheddafi, sarebbe senza dubbio condannato a morte se processato in Libia, ha detto il suo avvocato davanti alla Corte Penale Internazionale dell'Aja.
"Anche se il governo libico ha girato intorno alla questione, cerchiamo di essere molto chiari: in caso di condanna (in Libia) il Signor Gheddafi sarà impiccato," Melinda Taylor, un avvocato d'ufficio, ha detto ai giudici mentre è in corso una disputa tra la Corte e Tripoli su dove Seif debba essere processato.
Mentre la Corte vuole processare Seif all’Aja, le autorità della Libia post-rivoluzionaria insistono che dovrebbe affrontare un processo nel suo paese d'origine. Gli avvocati libici hanno detto il 9 ottobre al panel di tre giudici della Corte che la Libia ha prove sufficienti per accusare Seif di crimini contro l'umanità, commessi quando Muammar Gheddafi ed i suoi fedelissimi cercarono di reprimere la rivoluzione libica dello scorso anno. Ma gli avvocati hanno ammesso che, anche se Tripoli si è impegnata per un processo equo a Seif, si tratta di un "processo complicato e che la Libia ha bisogno di più tempo."
Taylor, membro dell'ufficio di difesa della Corte Penale Internazionale, ha detto che il diritto ad un processo equo di Seif Gheddafi è stato violato essendo detenuto in isolamento nella città nord-occidentale libica di Zintan, dove si trova dal 19 novembre, data del suo arresto.
La Corte ha emesso mandati d'arresto per Seif, 40 anni, e per l'ex capo dell’intelligence di Gheddafi, Abdullah Senussi, 63 anni, nel giugno del 2011 sulla base di due accuse di crimini contro l'umanità commessi durante il tentativo di schiacciare la rivolta che ha messo fine ad oltre quattro decenni di dittatura di Muammar Gheddafi. La giurisdizione della CPI è complementare rispetto a quella dei tribunali nazionali, e può agire solo quando uno Stato membro non è disposto o in grado di farlo. Funzionari libici avevano chiesto a maggio alla Corte di annullare la richiesta di consegna e rinunciare al caso. I giudici della Corte devono ancora decidere.
Taylor ha citato una legge approvata dal Consiglio Nazionale di Transizione (NTC) della Libia post-rivoluzionaria secondo cui nessun figlio di Gheddafi potrà mai beneficiare di clemenza. Mettere Seif Gheddafi sotto processo "non sarà motivato da un desiderio di giustizia, ma da un desiderio di vendetta", ha detto Taylor in udienza, aggiungendo che sia Seif che Senussi - estradato dalla Mauritania il mese scorso - devono ancora comparire davanti a un giudice.
"Il signor Gheddafi non è una cavia (per la giustizia libica). E’ una persona con dei diritti. Non dovrebbe languire in prigione mentre la Libia cerca di costruire un sistema giudiziario", ha detto. Alla richiesta di chiarire le date possibili per il processo di Seif e Senussi, Philippe Sands - che rappresenta Tripoli nel caso - ha dichiarato: "La stima più attendibile della data di inizio è febbraio 2013."
Un terzo mandato di arresto per Muammar Gheddafi è stato cancellato dopo che l’ex dittatore è stato ucciso dalle forze ribelli il 20 ottobre dello scorso anno.
Le Nazioni Unite stimano che circa 15.000 persone siano state uccise nel conflitto, ma il NTC fissa la cifra a 30.000.
La CPI è l’unico tribunale penale permanente al mondo istituito per perseguire genocidio, crimini contro l'umanità e crimini di guerra. (Fonti: Afp, 11/10/2012)

Altre news:
BIELORUSSIA: GRUPPO DI LAVORO SULLA PENA CAPITALE ANCORA ATTIVO
CINA: CONDANNA A MORTE PER EX CAPO COMPAGNIA STATALE
EMIRATI ARABI: CONDANNATO PER TRAFFICO DI EROINA
INDONESIA: NON È LA SOLA A ESSERE RILUTTANTE SULLA PENA DI MORTE PER DROGA
SINGAPORE: DDL PER ELIMINARE PENA DI MORTE OBBLIGATORIA
SUDAN: TRE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE
SOUTH DAKOTA (USA): GIUSTIZIATO ERIC ROBERT
ARABIA SAUDITA: CONDANNA A MORTE CONFERMATA
ARABIA SAUDITA: LA CONDANNA A MORTE DISCREZIONALE DEVE ESSERE UNANIME
IRAN: CINQUE IMPICCATI PER DROGA
ZAMBIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO DELLA MOGLIE
INDONESIA: PRESIDENTE COMMUTA CONDANNA A MORTE IN ERGASTOLO
SRI LANKA: RAPPORTO SUI PRIGIONIERI DEL BRACCIO DELLA MORTE
NIGERIA: EX STUDENTE CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO COMPAGNO
IRAN: QUATTRO IMPICCATI PER STUPRO
GIORNATA MONDIALE CONTRO PENA DI MORTE: NESSUNO TOCCHI CAINO A FREETOWN PER CONSEGNARE IL PREMIO ‘ABOLIZIONISTA DELL'ANNO 2012’ AL PRESIDENTE KOROMA
MALESIA: 930 PRIGIONIERI NEL BRACCIO DELLA MORTE
TEXAS (USA): GIUSTIZIATO JONATHAN GREEN
UE: PENA DI MORTE ATTO CRUDELE E DISUMANO
NIGERIA: SOLDATO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
MALESIA: DUE CONDANNE PER TRAFFICO DI CANNABIS
PENA DI MORTE: MISSIONE DEI RADICALI IN SIERRA LEONE
IRAQ: ALTRE SEI ESECUZIONI
INDIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE 36 GIORNI DOPO I CRIMINI
IRAQ: 11 PRIGIONIERI GIUSTIZIATI
IRAN: CINQUE IMPICCATI A SHIRAZ
TRINIDAD E TOBAGO: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
IRAN: CINQUE IMPICCATI A ZAHEDAN PER DROGA
INDIA: CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO D’ONORE
LIBANO: DUE CONDANNE A MORTE PER TERRORISMO

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2023
gennaio
febbraio
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits