Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

NIGERIA: MILITARI CONDANNATI A MORTE PER LEGAMI CON BOKO HARAM

15 settembre 2013: sono 18 i militari nigeriani condannati a morte o a pene detentive per legami con il gruppo terroristico Boko Haram. Si tratta di un tenente, un sergente maggiore e altri 16 militari. Il processo si è svolto presso la Corte Marziale Generale a partire dal 1° luglio di quest'anno.
Erano accusati di reati come la comunicazione con membri di Boko Haram, comportamento vile e omicidi. Sono stati processati nell’ambito della Terza divisione corazzata, poiché il caso rientra nell’area di responsabilità di quest’ultima.
Una fonte militare ha detto che i soldati che sono stati condannati a morte meritavano questo tipo di pena perché "per soldati che hanno giurato di difendere l'integrità territoriale della Nigeria e i nigeriani, trovarsi conniventi con i nemici della Nigeria (Boko Haram) è un reato di tradimento che comporta la pena capitale”.
"I membri di Boko Haram non nascondono i loro sinistri obiettivi. Vogliono destabilizzare il Paese. Lo sanno tutti. I soldati che ora lavorano segretamente con loro, a spese del Paese, commettono tradimento. E così vengono trattati."
Contattato per un commento, il Vice Direttore delle Pubbliche Relazioni della Divisione dell’Esercito, Col. Texas Chukwu, ha dichiarato a The Guardian che sta preparando un discorso formale in questo senso, che potrebbe essere reso pubblico domani (16 settembre).
All'inaugurazione della Corte Marziale il 1° luglio 2013, in cui sono stati chiamati in giudizio tutti i 18 militari accusati, il Generale Comandante (GOC) della Terza divisione corazzata, Gen. Ebiobowei Bonna Awala, ha osservato che i soldati accusati di fronte alla corte marziale provengono dalla Terza Divisione Corazzata, Joint Task Force (JTF), altrimenti nota come Operazione Ripristino Ordine di Maiduguri e Special Task Force (STF), noto come Operazione Safe Haven, dallo Stato di Plateau. Ha detto che i soldati sono stati debitamente indagati per i vari reati di cui sono stati accusati.
Secondo Awala, la Corte Marziale è uno di quegli strumenti a lui conferiti in virtù della Legge sulle Forze Armate Capitolo A20 delle Leggi della federazione della Nigeria, per affrontare i problemi di questa natura. (Fonti: ngrguardiannews.com, 16/09/2013)

Altre news:
FLORIDA (USA): ANNULLATA LA CONDANNA A MORTE DI ANTHONY FARINA
CINA: ALTA CORTE CONFERMA CONDANNA CAPITALE
TEXAS (USA): GIUSTIZIATO ARTURO DIAZ
LIBIA: TRE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
OHIO (USA): HARRY MITTS GIUSTIZIATO CON L’ULTIMA DOSE DI PENTOBARBITAL
VIETNAM: TRE CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN: SEI IMPICCATI IN CARCERE A KARAJ
GAZA: DUE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: QUATTRO PRIGIONIERI IMPICCATI A KERMAN
IRAN: PRIGIONIERO IMPICCATO MENTRE IL PRESIDENTE PARLA ALL’ONU
EAU: CAMERIERA CONDANNATA A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: IMPICCATO PER UN OMICIDIO COMMESSO A 14 ANNI
IRAQ: 13 UOMINI GIUSTIZIATI DOPO PROCESSI INIQUI E TORTURE
IRAN: GIUSTIZIATI 17 PRIGIONIERI, INCLUSE TRE DONNE
TEXAS (USA): GIUSTIZIATO ROBERT GARZA
OHIO (USA): THOMAS KEENAN RESTA FUORI DAL CARCERE
FILIPPINE: LANUZA TORNATO A CASA DOPO 13 ANNI DI BRACCIO DELLA MORTE SAUDITA
IRAN: DUE IMPICCAGIONI A TONEKABON
IRAN: ALMENO QUATTRO IMPICCATI NEL CARCERE DI RAJAI SHAHR
USA: CONDANNE ALL’ERGASTOLO IN AUMENTO
NIGERIA: L’ESERCITO NEGA DI AVER CONDANNATO A MORTE SOLDATI
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEI GENITORI
PAKISTAN: DUE CONDANNATI PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
BIELORUSSIA: CORTE SUPREMA CONFERMA CONDANNA A MORTE PER DUPLICE OMICIDIO
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO A ROODBAR
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER CRIMINI DI GUERRA
MASSACHUSETTS (USA): BOSTON PREFERISCE L’ERGASTOLO SENZA CONDIZIONALE
IRAN: CONDANNATI A MORTE DUE ARABI AHWAZI PER ATTACCO A GASDOTTO
IRAN: TRE IMPICCAGIONI AD ORUMIEH
IRAN: QUATTRO IMPICCATI PER DROGA E STUPRO

1 2 3 [Succ >>]
2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, L’UE AGGIORNI LA LISTA DEGLI ESPONENTI DEL REGIME CHE VIOLANO I DIRITTI UMANI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits