Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Anthony Farina
Anthony Farina
FLORIDA (USA): ANNULLATA LA CONDANNA A MORTE DI ANTHONY FARINA

30 settembre 2013: la Corte d’Appello dell’11° Circuito ha annullato la condanna a morte di Anthony Farina, come aveva chiesto lo scorso anno Nessuno tocchi Caino.
Farina, 29 anni, bianco, la cui famiglia è originaria di Santo Stefano di Camastra (Messina) aveva 18 anni nel 1992 quando, insieme al fratello sedicenne Jeffrey, rapinò un fast food a Daytona Beach, in Florida. Il fratello sparò e uccise una dipendente, ma essendo minorenne all’epoca dei fatti la sua pena è stata tramutata in ergastolo, con la possibilità di ottenere la libertà condizionata dopo 25 anni. Anthony, invece, pur non avendo materialmente commesso l’omicidio, si è ritrovato condannato alla pena capitale dopo un processo in cui il pubblico ministero, invocando la Bibbia, si era proclamato “agente di Dio”.
Il caso ha visto la mobilitazione anche dell'organizzazione “Americani Uniti per la Separazione tra Stato e Chiesa” e di una coalizione di gruppi religiosi americani contrari alle affermazioni del Pubblico Ministero di essere “servo di Dio” e “ strumento di punizione divina”.
In Europa il caso è stato seguito da Nessuno tocchi Caino, Reprieve e la Comunità di Sant’Egidio. La condanna a morte è stata annullata “per inadeguata assistenza legale”. Più precisamente la corte federale ha riconosciuto che è stato violato l’8° Emendamento quando il rappresentante della pubblica accusa, nel rivolgersi ai giurati popolari, ha fatto riferimenti religiosi. “I tribunali hanno da tempo riconosciuto che l'Ottavo Emendamento porta in sé la necessità molto accresciuta che i giurati popolari siano perfettamente consapevoli della terribile responsabilità dello scegliere la morte come punizione appropriata in un caso specifico”.
La Corte ha stabilito che l’aver dato l’idea ai giurati popolari di essere in accordo con i precetti religiosi “ha diminuito il senso di responsabilità che invece i giurati devono sentire in pieno”.
Uno dei difensori, Colter Paulson, ha commentato la sentenza notando che per la Pubblica Accusa non sarà facile ottenere una nuova condanna a morte. Da un punto di vista “tecnico”, la sentenza odierna è “per curiam” e “unpublished” (non resa pubblica), il che significa che contro questa sentenza la pubblica accusa avrà difficoltà ad ottenere il riesame da parte del plenum della Corte d’Appello dell’11° Circuito o da parte della Corte Suprema degli Stati Uniti. (Fonti: Nessuno tocchi Caino, 30/09/2013)

Altre news:
PENA MORTE: ITALIA LAVORA PER RILANCIO MORATORIA
TRINIDAD E TOBAGO: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER TRIPLICE OMICIDIO
INDIA: ALTA CORTE CONFERMA CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE
INDIA: TRE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE NEL CASO DEL BUS INCENDIATO
INDIA: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO E STUPRO SUL BUS
MALESIA: CITTADINO TEDESCO CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER TRAFFICO DI DROGA
USA: PUBBLICATO NUOVO RAPPORTO 'DEATH ROW USA'
IRAN: CINQUE IMPICCATI PER STUPRO E OMICIDIO
IRAN: 10 IMPICCAGIONI PER DROGA
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE IMPICCATO, SESTA ESECUZIONE DA QUANDO SHINZO ABE E’ DIVENTATO PREMIER
CINA: TRE CONDANNE A MORTE PER ATTACCHI NELLO XINJIANG
TEXAS (USA): DETENUTO NON PUÒ ESSERE CURATO A FORZA AL FINE DI ESSERE GIUSTIZIATO
ARABIA SAUDITA: DECAPITATO PER OMICIDIO
OKLAHOMA (USA): GIUSTIZIATO ANTHONY ROZELLE BANKS
EMIRATI ARABI: ANNULLATE 10 CONDANNE A MORTE
INDIA: RICONOSCIUTI COLPEVOLI GLI IMPUTATI PER LO STUPRO DI GRUPPO SUL BUS
SVIZZERA: RESTRIZIONI ALL’ESPORTAZIONE DI FARMACI LETALI
TANZANIA: MINISTRO DELLA GIUSTIZIA RACCOMANDA ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE IN NUOVA COSTITUZIONE
PAKISTAN: FAMIGLIA DI UNO STUDENTE UCCISO PERDONA I SUOI ASSASSINI
IRAN: IMPICCATO PER OMICIDIO
IRAN: UN ALTRO IMPICCATO AD AHWAZ
IRAN: TRE IMPICCAGIONI A RASHT
TIBET: BONINO, CINA SOSPENDA ESECUZIONE DI DROLMA KYAB
ARIZONA (USA): SCARCERATA IN ATTESA DI RIPETIZIONE DEL PROCESSO
SRI LANKA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
ARABIA SAUDITA: DUE GIUSTIZIATI PER OMICIDIO
IRAN: ALTRE CINQUE IMPICCAGIONI
INDIA: TRE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
IRAQ: TRE GIUSTIZIATI PER TERRORISMO
IRAN: SEI IMPICCATI IN PUBBLICO

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, L’UE AGGIORNI LA LISTA DEGLI ESPONENTI DEL REGIME CHE VIOLANO I DIRITTI UMANI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits