Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

La Corte Suprema indiana
La Corte Suprema indiana
INDIA: MORTE SENZA DIRITTO DI APPELLO

26 settembre 2014: nel suo Rapporto, “India: morte senza diritto di appello”, il Centro asiatico per i diritti umani (ACHR) ha dichiarato che l’India non rispetta le Misure di salvaguardia stabilite dalle Nazioni Unite a tutela dei diritti di coloro che rischiano la pena di morte, laddove prevedono che “Chiunque sia condannato a morte ha il diritto di adire a un tribunale di giurisdizione superiore, e misure debbano essere prese per garantire che tali ricorsi diventino obbligatori”.
A molti detenuti del braccio della morte è negato il diritto di adire a un tribunale superiore quando la Corte Suprema cancella l’assoluzione decisa dalle Alte Corti e ripristina la pena di morte inflitta dai giudici di primo grado oppure aggrava in pena di morte le sentenze all’ergastolo emesse dalle Alte Corti.
Inoltre, rispetto ai reati previsti dal Terrorists and Disruptive Activities (Prevention) Act (TADA), essendo la Corte Suprema l’unica corte d’appello contro le ordinanze dei tribunali TADA competenti in materia, ai condannati in base al TADA viene negato il diritto di ricorrere dinanzi alle Alte Corti come è invece previsto per i condannati in base al codice penale ordinario.
La Corte Suprema indirizza anche le Alte Corti nel riesame dei casi, laddove non è stata inflitta la pena di morte. Con questo non fa altro che influenzare le decisioni dei tribunali inferiori a favore della pena di morte.
L’ACHR ha dichiarato che l’istanza di revisione, che può essere presentata contro le decisioni della Corte Suprema, non può essere considerata come un appello “a un tribunale di giurisdizione superiore”, come previsto nelle misure di salvaguardia delle Nazioni Unite a tutela dei diritti di coloro che rischiano la pena di morte, perché tale istanza è presentata alla stessa sezione di giudici supremi che hanno emesso la sentenza o l’ordinanza.
Anche una Curative Petition, che è l’estremo rimedio dopo il rigetto di un’istanza di revisione da parte della Corte Suprema, non può essere considerata come un appello a un tribunale di giurisdizione superiore, come previsto dalle Nazioni Unite, perché il suo campo di applicazione è molto restrittivo. Una “petizione curativa” è un’eccezione e può essere presentata solo se un avvocato esperto certifica che essa soddisfi i requisiti di deposito stabiliti dalla Corte Suprema. (Fonti: ACHR, 26/09/2014)

Altre news:
MALESIA: CONFERMATE DUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
THAILANDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA MINORENNE
IRAN: RINVIATA DI 10 GIORNI L'ESECUZIONE DI REYHANEH JABBARI
OKLAHOMA (USA): AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA PUBBLICA NUOVO PROTOCOLLO DI ESECUZIONE
INDIA: TRE CONDANNE A MORTE CONFERMATE
TENNESSEE (USA): LO STATO DOVRA’ FORNIRE INFORMAZIONI SU FARMACI E STAFF DELLE INIEZIONI LETALI
SOMALIA: AL-SHABAAB GIUSTIZIA QUATTRO RAGAZZI PER ‘SPIONAGGIO’
CINA: DUE CONDANNE CAPITALI PER L’OMICIDIO DELL’IMAM
EGITTO: CONFERMATE 20 CONDANNE A MORTE
SOMALIA: TRE SOLDATI CONDANNATI A MORTE PER RAPINA A MANO ARMATA
TUNISIA: COALIZIONE CHIEDE DI ABOLIRE LA PENA CAPITALE
SOMALIA: MILITANTI DI AL-SHABAAB LAPIDANO UNA DONNA PER ADULTERIO
IRAN: CINQUE IMPICCATI, COMPRESO RAGAZZO DI 18 ANNI
RENZI ALL’ONU: NON AGGIUNGIAMO BARBARIE ALLA BARBARIE
PAKISTAN: UCCISO IN CARCERE CRISTIANO ACCUSATO DI BLASFEMIA
IRAN: ALTRI TRE IMPICCATI NEL CARCERE DI RAJAEE SHAHR
IRAN: GIUSTIZIATO PER ‘CORRUZIONE SULLA TERRA’ ED ERESIA
VIETNAM: DUE CONDANNE CAPITALI PER TRAFFICO DI EROINA
SUDAFRICA: ALTA CORTE, ILLEGALE L’ESTRADIZIONE IN BOTSWANA DI UN IMPUTATO DI OMICIDIO
IRAN: IMPICCATE DICIOTTO PERSONE, TRA CUI CINQUE IN PUBBLICO
EAU: FAMIGLIA DI UNA DOMESTICA ETIOPE ASSASSINATA RIFIUTA IL PREZZO DEL SANGUE
VIETNAM: CONDANNA CAPITALE PER OMICIDIO CONFERMATA
SINGAPORE: MALESE CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
IRAQ: LO ‘STATO ISLAMICO’ UCCIDE UNA DONNA PER APOSTASIA
ARABIA SAUDITA: CONDANNATI A MORTE QUATTRO PRESUNTI TERRORISTI
EGITTO: CONDANNA A MORTE CONFERMATA PER CINQUE ISLAMISTI
USA: PUBBLICATO IL RAPPORTO ‘DEATH ROW USA’
ARABIA SAUDITA: PAKISTANO DECAPITATO PER TRAFFICO DI EROINA
IRAN: CINQUE IMPICCATI IN PUBBLICO
OKLAHOMA (USA): GIUDICE FEDERALE CHIEDE SOSPENSIONE DELLE ESECUZIONI NELLO STATO

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits