Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Michelle Byrom
Michelle Byrom
MISSISSIPPI (USA): MICHELLE BYROM LIBERA, AVEVA RISCHIATO L’ESECUZIONE

26 giugno 2015: Michelle Byrom, 58 anni, bianca, è stata scarcerata. Era stata condannata a morte nel 2000 con l’accusa di aver commissionato a suo figlio e ad un amico del ragazzo l’uccisione
del marito, Edward Byrom, avvenuta il 4 giugno 1999.
Nel marzo 2014 una serie di articoli del Clarion-Ledger e di altre testate rivelarono che la giuria popolare non aveva mai saputo che in diverse lettere scritte dal carcere e in un colloquio con uno psicologo, il figlio della coppia, Edward Byrom Jr. aveva detto di aver ucciso il padre “per vendicarsi dei maltrattamenti subiti”, ed inoltre aveva fornito alcuni dettagli che non poteva aver appreso dai media. Con questi nuovi elementi, il 31 marzo 2014 la Corte Suprema di stato aveva annullato il verdetto di colpevolezza. La stessa Corte pochi giorni prima aveva ricevuto dal Procuratore Generale la richiesta di ratifica della data di esecuzione che avrebbe dovuto essere, nelle intenzione dell’Attorney General, il 28 marzo.
Edward Byrom Jr. al processo contro la madre aveva testimoniato che la madre aveva promesso a Joey Gillis, un suo amico, 10.000 o 15.000 dollari per uccidere il padre, cifra che gli avrebbe dato appena incassata l’assicurazione sulla vita dell’uomo.
Processato per quel reato particolare del codice Usa che è il “progettato omicidio”, venne condannato a 30 anni, e scarcerato nell’agosto 2013 per buona condotta.
L’altro imputato, Joey Gillis, grazie ad un accordo con la pubblica accusa, si era dichiarato colpevole di “progettato omicidio”, ed è stato scarcerato nel 2009. Inizialmente la donna aveva confessato, ma in seguito ha detto di averlo fatto mentre era in un grave stato confusionale indotto da molti farmaci, e di averlo fatto soprattutto nell’intento di proteggere il figlio.
Oggi la Byrom si è dichiarata colpevole anche lei di “progettato omicidio” e il giudice Paul
Funderburk della Tishomingo County Circuit Court l’ha condannata a 20 anni, 16 dei quali già scontati (14 nel braccio della morte) e sospendendo la pena per i 4 anni mancanti. La Byrom è uscita direttamente dal tribunale. (Fonti: Clarion-Ledger, 26/06/2015)

Altre news:
GHANA: PRESIDENTE LIBERA 900 PRIGIONIERI E COMMUTA 14 CONDANNE CAPITALI
USA: 462 PERSONE UCCISE DALLA POLIZIA DA INIZIO ANNO
IRAQ: LO STATO ISLAMICO DECAPITA DUE DONNE E DUE UOMINI PER STREGONERIA
SINGAPORE: RESPINTA DOMANDA DI REVISIONE DELLA CONDANNA CAPITALE
IRAN: CONDANNATO A MORTE IL PRIGIONIERO DI COSCIENZA MOHAMMAD ALI TAHERI
NESSUNO TOCCHI CAINO, CORTE SUPREMA USA GIUDICHI COSTITUZIONALITA’ DELLA PENA DIMORTE IN SE’
IRAN: 10 CONDANNATI A MORTE A ZAHEDAN
GIORNATA MONDIALE CONTRO LA TORTURA. RADICALI, 'FAREMO RICORSO ALL’ONU SE IL REATO DI TORTURA CHE SI VUOLE INTRODURRE IN ITALIA SARA’ QUELLO IN DISCUSSIONE AL SENATO'
GIAPPONE: UN GIUSTIZIATO PER OMICIDIO, DODICESIMA ESECUZIONE DEL GOVERNO ABE
NIGERIA: NOVE CONDANNATI A MORTE PER BLASFEMIA
PADOVA: NATO IL CIRCOLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO
CINA: GIUSTIZIATI TRE TRAFFICANTI DI DROGA
TEXAS (USA): NESSUNA CONDANNA A MORTE NEGLI ULTIMI SEI MESI
USA: FORMALIZZATE CONDANNE A MORTE CONTRO TSARNAEV
LOUISIANA (USA): ESECUZIONI BLOCCATE ALMENO PER UN ALTRO ANNO
ARABIA SAUDITA: DUE CONDANNE A MORTE CONFERMATE PER GLI OMICIDI DI QUATTRO FRANCESI
FRANCIA TENTA DI SALVARE SUO CITTADINO DALL’ESECUZIONE IN INDONESIA
ONU: LO STATO ISLAMICO COMMETTE ATROCITA’ SU ‘SCALA INDUSTRIALE’
KUWAIT: FILIPPINA TORNA A CASA DOPO 10 ANNI DI CARCERE
ZIMBABWE: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO E RAPINA
IRAN: SCRITTORE CONDANNATO A MORTE PER APOSTASIA
SOUTH CAROLINA (USA): GOVERNATRICE CHIEDE LA CONDANNA A MORTE PER L’ATTENTATORE DELLA CHIESA METODISTA DI CHARLESTON
TEXAS (USA): GREGORY RUSSEAU GIUSTIZIATO
INDIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER LO STUPRO DI UNA BAMBINA
YEMEN: AL QAEDA GIUSTIZIA DUE SAUDITI PER ‘SPIONAGGIO’
PAKISTAN: ALTRI DIECI CONDANNATI PER OMICIDIO IMPICCATI IN DIVERSE CITTA'
PAKISTAN: ALTRI NOVE PRIGIONIERI IMPICCATI IN VARIE CITTA’
ARABIA SAUDITA: DUE DECAPITATI PER OMICIDIO
IRAN: 25 IMPICCATI IN CARCERE A KARAJ
IRAN: TRAFFICANTE DI DROGA IMPICCATO IN PUBBLICO

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits