Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

MALESIA: TRE PRIGIOINIERI IMPICCATI ‘IN SEGRETO’

25 marzo 2016: la Malesia ha giustiziato tre uomini riconosciuti colpevoli di omicidio, ha reso noto il loro avvocato, mediante quelle che i gruppi per i diritti chiamano impiccagioni "segrete". "Le impiccagioni sono state effettuate tra le 4:30 e le 5:30 di questa mattina," ha detto al Guardian l’avvocato Palaya Rengaiah.
Rengaiah ha spiegato che le famiglie hanno ricevuto una lettera solo due giorni prima dell'esecuzione, con il consiglio di fare un’ultima visita agli uomini e di preparare il funerale. L’avvocato ha aggiunto che il 24 marzo è stato comunicato ai tre condannati che sarebbero stati impiccati il ​​giorno seguente.
Gunasegar Pitchaimuthu, 35 anni, Ramesh Jayakumar, 34, e suo fratello Sasivarnam Jayakumar, 37, erano stati condannati alla forca dopo essere stati giudicati colpevoli dall'Alta Corte di aver ucciso un uomo di 25 anni, in un parco giochi nel 2005.
I tre avevano sostenuto in aula di aver agito per legittima difesa dopo essere stati attaccati da un gruppo che comprendeva la vittima.
Il dipartimento carceri malese ha reso noto essere più di 1.000 i detenuti in attesa di esecuzione, sebbene nel Paese nessuno fosse stato giustiziato dal 2013, secondo il Death Penalty Worldwide.
Amnesty International ha condannato quella che ha definito un'esecuzione "dell'ultimo minuto" dei tre uomini accusati di omicidio, un reato che nel Paese comporta la pena di morte obbligatoria. In Malesia, le informazioni sulle impiccagioni in programma non sono rese pubbliche prima, e talvolta neanche dopo, il loro svolgimento - una pratica che Amnesty definisce "segreta" e in contrasto con gli standard internazionali sull’applicazione della pena di morte.
Diverse figure di alto livello hanno parlato contro la pena di morte obbligatoria, una legge vecchia di decenni che viene anche usata per gravi reati di droga, tradimento e relativi ad armi da fuoco.
Queste voci includono il procuratore generale, Apandi Ali, che ha detto a novembre di voler proporre al governo di cambiare la legge sulla pena di morte, definendola un "paradosso", dal momento che priva i giudici della discrezionalità nell’imporre condanne ai criminali.
"Se fosse per me, vorrei introdurre la discrezionalità per il giudice nei casi capitali. Dare la possibilità al giudice di mandare al patibolo o in prigione ", ha detto.
Alcuni giorni dopo, il ministro del governo Nancy Shukri, ha detto di sperare nella modifica del codice penale per abolire la pena di morte. "Non è facile da emendare, ma ci stiamo lavorando. Spero di presentarla il prossimo anno, a marzo," ha detto Shukri ai giornalisti, aggiungendo che la pena è servita poco nel ridurre il numero dei reati commessi.
Charles Hector, coordinatore di Malesi Contro la Pena di Morte e la Tortura, il 24 marzo ha chiesto al Sultano di Kedah e al Sultano di Perak, regioni nei cui bracci della morte i tre uomini erano detenuti, di usare il loro potere per fermare le impiccagioni.
Aveva anche esortato Shukri, che è il ministro della Giustizia de facto, e il Procuratore generale, ad ottenere la sospensione delle esecuzioni.
Il Guardian non è stato in grado di raggiungere immediatamente il governo per un commento.
Josef Benedict, vice direttore della campagna di Amnesty International per il sud-est asiatico e Pacifico, aveva detto prima dell'esecuzione che "mentre le discussioni sulla abolizione della pena di morte obbligatoria in Malesia continuano, il governo malese deve immediatamente mettere in atto una moratoria per tutte le esecuzioni come primo passo verso la completa abolizione della pena di morte". (Fonti: theguardian.com, 25/03/2016)

Altre news:
PAKISTAN: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER GLI OMICIDI DI CINQUE FRATELLI
PAKISTAN: UN OMICIDA CONDANNATO A MORTE E PENE DETENTIVE PER DUE TERRORISTI
EGITTO: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO A SHARQIYA
BANGLADESH: TRE FRATELLI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
GEORGIA (USA): JOSHUA DANIEL BISHOP GIUSTIZIATO
ARABIA SAUDITA: SAUDITA GIUSTIZIATO AD ABHA PER OMICIDIO
MALESIA: 829 CONDANNATI A MORTE DAL 2010
PAKISTAN: GIUSTIZIATI DUE ‘TERRORISTI’
UNIONE EUROPEA: COMUNICATO SULLA CONFERMA DI UNA CONDANNA A MORTE IN BIELORUSSIA
PAKISTAN: DUE PRIGIONIERI IMPICCATI PER OMICIDIO
ARABIA SAUDITA: DUE SAUDITI GIUSTIZIATI PER OMICIDIO
INDIA: CONDANNA A MORTE PER DUPLICE OMICIDIO
LIBANO: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
MALESIA: CONDANNA CAPITALE COMMUTATA IN 20 ANNI DI DETENZIONE
ARABIA SAUDITA: PAKISTANO GIUSTIZIATO A GEDDA PER OMICIDIO
SOMALIA: EX ADDETTO STAMPA DEGLI SHABAB CONDANNATO A MORTE
GIAPPONE: IMPICCATI DUE PRIGIONIERI RESPONSABILI DI SETTE OMICIDI
LIBRI: ‘UN VUOTO DOVE PASSA OGNI COSA’, RACCOLTA DI INTERVENTI, ARTICOLI, LETTERE E RACCONTI DI MARIATERESA DI LASCIA
PAKISTAN: DUE IMPICCATI A SAHIWAL PER TERRORISMO
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER DUE OMICIDI NELLA BIRRERIA
BANGLADESH: 12 CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO DUPLICE
ARABIA SAUDITA: SAUDITA GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DI UN CONNAZIONALE
PAKISTAN: PIÙ DI 350 PRIGIONIERI IMPICCATI DA DICEMBRE 2014
TEXAS (USA): ADAM WARD GIUSTIZIATO
MALDIVE: CORTE SUPREMA ESAMINA APPELLO CONTRO CONDANNA CAPITALE
BANGLADESH: DUE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN RAGAZZO DI STRADA
NIGERIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER UCCISIONE DI POLIZIOTTI
SOMALIA: DUE CONDANNE A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA GIORNALISTA
ZAMBIA: RAPINATORE CONDANNATO A MORTE
NIGERIA: CONDANNATO A MORTE PER RAPINA A MANO ARMATA

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits