Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

ONU: I GOVERNI DEVONO CAMBIARE POLITICHE SULLE DROGHE

19 aprile 2016: in una riunione alle Nazioni Unite sul problema globale delle droghe, i governi del mondo sono stati invitati ad allontanarsi dalla politica della repressione, ad abolire la pena di morte per i reati di droga e ad intensificare il trattamento sanitario.
Nel primo incontro del genere in quasi 20 anni, l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato un documento che segna un cambiamento rispetto alla "guerra alla droga", lanciata negli anni ‘70, con il suo approccio pesante incentrato su repressione e criminalizzazione.
"Le politiche sulle droghe che si concentrano quasi esclusivamente sull'uso del sistema di giustizia penale hanno bisogno di essere ampliate, abbracciando un approccio per la salute pubblica", ha detto tra gli applausi il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) Margaret Chan.
La sessione speciale di tre giorni è stato richiesta da Colombia, Messico e Guatemala, che hanno subito il peso della guerra alla droga con un'esplosione di criminalità e violenza.
Il presidente del Messico Enrique Peña Nieto ha detto che la lotta alla droga deve essere vista dalla "prospettiva dei diritti umani", e ha avvertito che pene severe per l'uso di droghe "creano un circolo vizioso di emarginazione e criminalità."
Affermando che il suo Paese ha pagato un "prezzo alto" per fallite politiche sulle droghe a livello mondiale, ha anche sostenuto la depenalizzazione dell'uso di marijuana per scopi medici e scientifici.
I delegati provenienti da Unione Europea, Svizzera, Brasile, Costa Rica e Uruguay, tra gli altri, hanno chiesto l'abolizione della pena di morte per i reati legati alle droghe, una pratica ampiamente utilizzata da Cina, Iran e Indonesia. Il delegato indonesiano è stato fischiato quando ha sostenuto che spetta ai singoli Stati decidere sull'uso della pena di morte, in una dichiarazione appoggiata da Singapore, Arabia Saudita, Cina, Iran e Pakistan, tra gli altri Paesi.
Il documento adottato nella sessione non fa alcun riferimento alla pena di morte, ma chiede ai governi di "promuovere politiche giudiziarie nazionali proporzionate ... per cui la gravità delle sanzioni sia proporzionata alla gravità dei reati".
Il Pakistan ha detto di essere seriamente preoccupato per la tendenza verso la legalizzazione dell'uso di marijuana e altre droghe.
L’Uruguay è diventato il primo Paese a legalizzare completamente la marijuana nel 2013 e il Canada è tra i paesi che guardano ad una misura simile.
"Questo darebbe un impulso alla domanda di droga, intensificando la filiera con ricadute dirette sulla nostra regione," ha avvertito il ministro dell'Interno pakistano Chaudhry Nisar Ali Khan.
"Abbiamo sognato una società libera dalla droga piuttosto che una società che la tollera", ha detto.
Il Ministro cinese per la Sicurezza Pubblica Guo Shengkun si è detto d’accordo: "Ogni forma di legalizzazione degli stupefacenti deve essere risolutamente contrastata." (Fonti: AFP, 19/04/2016)

Altre news:
SOMALIA: CINQUE CONDANNE CAPITALI PER L’ATTACCO DI BAIDOA
VIETNAM: CONDANNA A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
CINA: ASSOLTO IL ‘KILLER DEL GIORNO DI SAN VALENTINO’
PAKISTAN: DUE IMPICCATI A HARIPUR PER OMICIDIO
IRAN: DUE IMPICCATI PER TRAFFICO DI DROGA
EGITTO: 18 CONDANNATI A MORTE DA DIVERSI TRIBUNALI DEL PAESE
IRAN: ALTRE 10 IMPICCAGIONI
GEORGIA (USA): DANIEL ANTHONY LUCAS GIUSTIZIATO
ARABIA SAUDITA: SIRIANO GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
PAKISTAN: DUE IMPICCAGIONI A FAISALABAD
VIETNAM: QUATTRO CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
SRI LANKA: IL PRESIDENTE COMMUTA 83 CONDANNE CAPITALI
ARABIA SAUDITA: PAKISTANO GIUSTIZIATO PER TRAFFICO DI DROGHE
MAURITANIA: CONFERMATA LA CONDANNA A MORTE DEL BLOGGER ‘BLASFEMO’
EGITTO: TRE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO POLIZIOTTO
IRAN: IMPICCATO IN CARCERE PER OMICIDIO
UGANDA: INIZIATIVA DEL GOVERNO SULLA PENA CAPITALE
ARABIA SAUDITA: SAUDITA GIUSTIZIATO A MECCA PER OMICIDIO
EMIRATI ARABI UNITI: LAVORATORE INDIANO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: OTTO PRIGIONIERI IMPICCATI IN CARCERE
INDIA: OTTO CONDANNE A MORTE NEL BENGALA OCCIDENTALE
GAZA: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER SPIONAGGIO
INDONESIA: IL PRESIDENTE DIFENDE LA PENA DI MORTE PER REATI DI DROGA
CINA: CHIARITI CRITERI DELLA PENA DI MORTE PER APPROPRIAZIONE E TANGENTI
IRAN: DUE PRIGIONIERI IMPICCATI A MASHHAD
IRAN: TRE IMPICCAGIONI NELLA PROVINCIA DI GILAN
PAKISTAN: NEGLI ULTIMI CINQUE ANNI IL PRESIDENTE HA RESPINTO 513 RICHIESTE DI GRAZIA
USA: FDA VIETA IMPORTAZIONE DI PENTOTHAL
IRAN: TRE DONNE IMPICCATE PER REATI DI DROGA
QATAR: CORTE D'APPELLO ORDINA FUCILAZIONE

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits