Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

ARABIA SAUDITA: OMICIDA LIBERATO DOPO 15 ANNI NEL BRACCIO DELLA MORTE

31 ottobre 2016: dopo 15 anni trascorsi nel braccio della morte saudita, un prigioniero del Ciad è stato liberato grazie all’intervento della Società Nazionale per i Diritti Umani. Una fonte ha detto che il prigioniero ciadiano Bashir Al-Ghali era stato condannato a morte in Arabia Saudita 15 anni fa, dopo essere stato riconosciuto colpevole di omicidio.
"Il prigioniero ha passato 5.500 giorni in carcere in attesa del giorno della sua esecuzione. E’ il prigioniero più anziano del braccio della morte. E’ stato liberato dopo che il presidente della Società Nazionale per i Diritti Umani Saleh Al-Ghamdi ha contattato il direttore delle carceri di Jeddah, Col. Manie Al-Otaibi ", ha detto la fonte, aggiungendo che il prigioniero ha versato lacrime di felicità e presto sarà riportato nel suo Paese.
"Il prigioniero ha ora 45 anni e ha trascorso un terzo della sua vita nelle prigioni di Jeddah. Ha espresso la sua gratitudine alla Società Nazionale per i Diritti Umani per aver raggiunto la famiglia della vittima e chiesto perdono a suo nome ", ha detto la fonte.
Il prigioniero è grato alle carceri di Jeddah, dove ha potuto memorizzare il Corano e le parole del Profeta durante la detenzione.
"Ha studiato vari argomenti e si è aggiornato sull’uso delle tecnologie grazie ai programmi offerti dal carcere. Ha anche detto che non commetterà di nuovo un crimine così orrendo e utilizzerà le conoscenze acquisite per migliorare la sua vita ", ha detto la fonte. La fonte ha aggiunto che il prigioniero si era scontrato con un sudanese 15 anni fa.
"L'uomo sudanese, un pastore, fu ucciso durante una lite. La famiglia del prigioniero contattò la Società Nazionale per i Diritti Umani implorando di ottenere il perdono della famiglia della vittima", ha detto la fonte.
La Società Nazionale per i Diritti Umani fu in grado di contattare il padre della vittima, che era in Sudan. "Il padre della vittima lavorava a Jeddah, anche lui come pastore, ma era tornato nel suo paese dopo la morte del figlio. La Società ha portato il padre della vittima in Arabia saudita dopo aver ottenuto il suo consenso ed ha completato le procedure necessarie per liberare il prigioniero", ha detto la fonte.
Il padre della vittima ha raccontato che è stato il presidente della Società ad invitarlo a venire alla Mecca.
"Il padre ha accettato l'invito ed è stato ricevuto dal presidente della Società a casa sua. Il Presidente si è offerto di pagare tutte le spese e ha detto al padre che un donatore era disposto a consegnargli un assegno di 300.000 riyal per la liberazione del prigioniero ", ha detto la fonte. La madre della vittima aveva detto al padre di non accettare denaro come prezzo del sangue per il figlio ucciso. "Il padre ha detto di aver molto riflettuto prima di perdonare il prigioniero, che ha trascorso 15 anni nel braccio della morte. Il padre ha pregato Allah di dargli una risposta e alla fine ha deciso di perdonare l’omicida senza accettare alcun prezzo del sangue ", ha concluso la fonte. (Fonti: Saudi Gazette, 31/10/2016)

Altre news:
PAKISTAN: LA CORTE SUPREMA SOSPENDE L’IMPICCAGIONE DI UN MALATO MENTALE
PAKISTAN: DUE CONDANNE A MORTE COMMUTATE IN ERGASTOLO
ALABAMA (USA): MARCUS BENN CONDANNATO ALL’ERGASTOLO SENZA CONDIZIONALE
SRI LANKA: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN PARENTE
IRAN: PER IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA LE LEGGI SULLA PENA DI MORTE VANNO RIVISTE
FLORIDA (USA): CORTE SUPREMA DELLO STATO FERMA PROCESSO CAPITALE
KAZAKHSTAN: CONDANNATO A MORTE PER ATTACCO ISLAMISTA
MALESIA: INDIANA CONDANNATA A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
SUDAN: AMNISTIA PRESIDENZIALE PER I RIBELLI DEL SPLM-N
USA: LA PENA DI MORTE COLPISCE NEGATIVAMENTE SIA I PARENTI DELLE VITTIME CHE DEI CONDANNATI
IRAN: CINQUE IMPICCATI PER DROGA
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA FIGLIA
BANGLADESH: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN CONTADINO
NIGERIA: 25ENNE CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
BANGLADESH: DUE STUDENTI UNIVERSITARI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN COMPAGNO
KENIA: PRESIDENTE KENYATTA SVUOTA IL BRACCIO DELLA MORTE
IRAN: QUATTRO IMPICCATI PER TRAFFICO DI DROGA E OMICIDIO
USA: NEL 2016 NUMERO PIÙ BASSO DI ESECUZIONI DEGLI ULTIMI 25 ANNI
IRAN: TRE IMPICCAGIONI A SHIRAZ
PAKISTAN: CORTE SUPREMA APPROVA L’ESECUZIONE DI IMDAD ALI PERCHÉ ‘LA SCHIZOFRENIA NON È UNA MALATTIA MENTALE’
CINA: GIURISTI CONTRARI ALL’ESECUZIONE IMMEDIATA
MALESIA: FILIPPINA CONDANNATA A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
GAZA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
GHANA: CONTADINO CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
EGITTO: CORTE DI CASSAZIONE ANNULLA 15 CONDANNE A MORTE
GEORGIA (USA): GREGORY PAUL LAWLER GIUSTIZIATO
VIRGINIA (USA): SHERMAN BROWN CHIEDE ALLA CORTE SUPREMA DI ESSERE RICONOSCIUTO INNOCENTE
IRAN: 14 PRIGIONIERI IMPICCATI PER DROGA NEL CARCERE DI GHEZEL HESAR
IRAN: GIUSTIZIATO NEL CARCERE DI MIANDOAB PER DROGA
ARABIA SAUDITA: PRINCIPE GIUSTIZIATO PER OMICIDIO

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits