Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Il Palazzo di Vetro dell'Onu a New York
Il Palazzo di Vetro dell'Onu a New York
NAZIONI UNITE: ASSEMBLEA GENERALE DENUNCIA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI IN IRAN

19 dicembre 2016: la comunità internazionale ha denunciato con fermezza una lunga serie di violazioni dei diritti umani in Iran.
Con 85 voti favorevoli, 35 contrari e 63 astensioni, l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che esprime «profonda preoccupazione» per l’alto numero di esecuzioni senza garanzie giuridiche, per l’uso continuo di torture, detenzioni arbitrarie diffuse, forti limitazioni alla libertà di riunione, di espressione e di credo religioso e per la continua discriminazione contro le donne e le minoranze etniche e religiose, tra cui i baha’i, in Iran.
«Il voto di oggi evidenzia chiaramente che il mondo rimane profondamente preoccupato per il modo in cui l’Iran tratta i propri cittadini e pone alcuni interrogativi sulla reale volontà dell'Iran di adempiere ai propri obblighi come membro della comunità internazionale», ha detto Bani Dugal, il principale rappresentante della Baha'i International Community presso le Nazioni Unite.
«Purtroppo, l'elenco delle violazioni dei diritti umani in atto in Iran è lungo», ha continuato la signora Dugal. «Nonostante le smentite dei funzionari iraniani, è difficile vedere qualche segno di progresso. Questo è particolarmente vero per i baha’i iraniani, i quali devono affrontare, tra le altre forme di oppressione, la politica di “apartheid economico” adottata dal loro governo, che cerca continuamente di escluderli dal mondo del lavoro, dall’istruzione e di privarli della libertà di praticare la loro religione secondo i dettami della loro coscienza.
«All'inizio di novembre, ad esempio, 124 negozi e imprese baha’i sono stati chiusi dal governo dopo che i proprietari avevano sospeso le attività per due giorni per osservare un’importante festività baha’i.
«Inoltre, si continua a impedire ai baha’i di frequentare liberamente l'Università e li si sottopone a ogni sorta di altre restrizioni. Essi continuano a subire anche arresti arbitrari, detenzioni e reclusioni per aver svolto legittime attività religiose», ha detto la signora Dugal.
La signora ha notato che circa 86 baha’i sono attualmente in prigione e che, dal 2005, oltre 900 baha’i sono stati arrestati e sono stati documentati almeno 1100 episodi di esclusione economica.
«Sotto l'amministrazione del presidente Hassan Rouhani la situazione non è migliorata», ha aggiunto. Dall’agosto 2013 quando egli ha assunto l'incarico, sono state arrestati almeno 185 baha’i e ci sono stati almeno 540 episodi di discriminazione economica.
Tra le altre cose, la risoluzione di oggi chiede all'Iran di eliminare «tutte le forme di discriminazione, comprese le restrizioni economiche» contro le minoranze religiose in Iran. Inoltre, chiede il rilascio di «tutti i praticanti religiosi, compresi i sette dirigenti baha’i, imprigionati per la loro appartenenza o per aver svolto attività per conto di un gruppo religioso di minoranza riconosciuta o non riconosciuta».
La risoluzione è stata presentata dal Canada e co-sponsorizzata da 41 altre nazioni. È la 29a risoluzione di questo tipo che dal 1985 esprime preoccupazione dell'Assemblea generale per le violazioni dei diritti umani in Iran. (Fonti: BWNS, 19/12/2016)

Altre news:
VIETNAM: CONDANNE A MORTE PER SEI TRAFFICANTI DI DROGA
CINA: CONDANNATO A MORTE PER L’INCENDIO DEL BUS
QATAR: CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE PER TRAFFICO DI DROGHE
IRAQ: 88 GIUSTIZIATI PER TERRORISMO NEL 2016
WASHINGTON (USA): GOVERNATORE SOSPENDE ESECUZIONE E CHIEDE L’ABOLIZIONE DELLA PENA CAPITALE
ARABIA SAUDITA: INDIANO SALVO GRAZIE AL PREZZO DEL SANGUE
GIORDANIA: CINQUE MEMBRI DELL’ISIL CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE
CALIFORNIA (USA): VITA DIFFICILE PER LA NUOVA LEGGE SULLE ESECUZIONI
IRAN: GIOVANE FRUSTATO IN PUBBLICO PER FURTO
PAKISTAN: SALVO IL GIORNO PRIMA DELL’ESECUZIONE
GIORDANIA: QUATTRO CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN POLIZIOTTO
ARABIA SAUDITA: CITTADINO SAUDITA CONDANNATO A MORTE PER TERRORISMO
THAILANDIA: PRIMI RILASCI DAL CARCERE DI PHUKET
IRAN: AMPUTATE DITA A DUE PRIGIONIERI
PAKISTAN: ESECUZIONE DOPO UNA PAUSA DI TRE MESI
ZAMBIA: FIGLIO DELL’EX MINISTRO DELLA DIFESA CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
NIGERIA: TRE ESECUZIONI NELLO STATO DI EDO
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
PENNSYLVANIA (USA): DUE EX CONDANNATI A MORTE OTTENGONO PENE DETENTIVE
FLORIDA (USA): CORTE SUPREMA, ILLEGITTIME LE CONDANNE A MORTE DAL 2002 AD OGGI
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO PER STUPRO
USA: NEL 2016 CONDANNE A MORTE ED ESECUZIONI ANCORA DIMINUITE
CALIFORNIA (USA): CORTE SUPREMA SOSPENDE ENTRATA IN VIGORE DELLA PROPOSITION 66
GIORDANIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLO SCRITTORE NAHED HATTAR
INDIA: CINQUE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER L’ATTENTATO A HYDERABAD
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO A RIAD PER OMICIDIO
EMIRATI ARABI UNITI: CONDANNATO A MORTE LIBERATO DOPO 14 ANNI DI CARCERE
PENA DI MORTE: LE NAZIONI UNITE CONFERMANO LA RICHIESTA DI UNA MORATORIA UNIVERSALE DELLE ESECUZIONI CAPITALI
IRAQ: L’ISIS GIUSTIZIA UN ADOLESCENTE PER SPIONAGGIO
PAKISTAN: CAPO DELL’ESERCITO APPROVA 13 CONDANNE A MORTE

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits