Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Il governatore della Florida Rick Scott
Il governatore della Florida Rick Scott
FLORIDA (USA): GOVERNATORE SPOSTA PROCESSI PER SOTTRARLI ALLA PROCURATRICE ANTI-PENA DI MORTE

3 aprile 2017:

Il Governatore della Florida ha “spostato” altri 21 processi capitali per sottrarli alla Procuratrice che non vuole chiedere la pena di morte.
Lo scorso 16 marzo il governatore Rick Scott (bianco, repubblicano) aveva “spostato” il processo contro Markeith Loyd dal 9° Circuito al confinante 5° Circuito dopo aver appreso che la neoeletta Procuratrice del 9° Circuito Aramis Ayala non intendeva chiedere la pena di morte per Loyd, accusato, tra le altre cose, di aver ucciso una poliziotta. Ne era nata una polemica in cui poliziotti e politici repubblicani si erano schierati con il governatore, e difensori dei diritti civili e politici democratici si erano schierati con la procuratrice.
Un ex giudice aveva invitato la procuratrice a fare ricorso, perché il precedente che un governatore possa spostare a suo piacimento dei processi senza un motivo serio può diventare un pessimo precedente, ad esempio potrebbe aiutarlo a far assolvere compagni di partito eventualmente accusati di corruzione, oppure far condannare avversari politici.
Oggi il governatore ha comunicato alla stampa di aver emesso un altro ordine esecutivo per trasferire altri 21 processi capitali, visto che la Ayala ha confermato di non voler chiedere la pena di morte per nessuno.
Nel confinante 5° Circuito il procuratore Brad King è più in linea con il governatore.
Ayala, 42 anni, nera, Democratica, eletta nella tornata elettorale dello scorso novembre ed entrata in carica a gennaio, ha più volte confermato quanto già aveva preannunciato durante la sua campagna elettorale: per tutta la durata del mandato non chiederà la pena di morte per nessun imputato.
Ayala ha detto di aver fatto la sua scelta dopo aver studiato attentamente e scrupolosamente l’argomento, ed essersi convinta che l’uso della pena di morte comporta alti costi sia umani che economici, forti tensioni per tutte le persone coinvolte, processi lunghissimi, e nessun miglioramento per quanto riguarda la prevenzione dei crimini violenti. Non è quindi una scelta positiva né per la giustizia, né per la comunità.
Oggi il governatore Scott ha spiegato alla Associated Press: “Sono tutti casi orrendi, e io continuo a pensare alle famiglie delle vittime, ed è questo che ha motivato la mia decisione di oggi”.
Scott ha poi aggiunto: “Il completo rifiuto di Ayala a prendere in considerazione la pena di morte per tutta la durata del suo mandato manda un messaggio inaccettabile che lei non è interessata a prendere in considerazione ogni opzione possibile nella battaglia per la giustizia”. La portavoce di Ayala, Eryka Washington, ha detto che l’Ufficio non ha ricevuto l’ordine esecutivo, di cui ha appreso solo dalla stampa. “La signora Ayala rimane solida sulla sua posizione che il governatore stia abusando della sua autorità, e che con questi gesti ha compromesso l’indipendenza e l’integrità del sistema giudiziario”.
Ayala ha fatto sapere di avere intenzione di presentare un ricorso davanti alla Corte Suprema. In effetti la questione non è di facile soluzione. Come è noto infatti, negli Usa anche i Procuratori vengono eletti a suffragio universale, e nel momento in cui Ayala aveva già annunciato in campagna elettorale che non avrebbe utilizzato la pena di morte ed è stata eletta ugualmente, è difficile per il governatore sostenere che i suoi voti valgano più di quelli della Ayala, o che il mandato che lui ha ricevuto dagli elettori sia prevalente sul mandato che anche Ayala ha ricevuto dagli stessi elettori, seppure su scala regionale e non nazionale. Il Governatore ha sì il potere, in casi particolari, di spostare un processo, ma è molto dubbio che possa farlo per motivi di schieramento ideologico.

(Fonti: Associated Press, foxnews.com, 03/04/2017)

Altre news:
KENYA: 10 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: IMPICCAGIONE PUBBLICA AD ARAK
BANGLADESH: TRE ISLAMISTI IMPICCATI PER TERRORISMO
IRAN: IMPICCATO PRIGIONIERO CON DISTURBI MENTALI
INDONESIA: GOVERNO ESCLUDE MORATORIA SULLA PENA DI MORTE
PAKISTAN: DUE IMPICCATI PER TERRORISMO
INDIA: 325 DETENUTI NEL BRACCIO DELLA MORTE A FINE 2016
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE AGENTE SEGRETO INDIANO
SOUTH CAROLINA (USA): DYLANN ROOF CONDANNATO A NOVE ERGASTOLI, OLTRE ALLA PENA DI MORTE
IRAN: MANIFESTAZIONE A TEHERAN CONTRO LA PENA DI MORTE
IRAN: IMPICCATO PER TRAFFICO DI EROINA
PUNTLAND: GIUSTIZIATI CINQUE MEMBRI DI AL SHABAAB
GAZA: TRE UOMINI IMPICCATI PER COLLABORAZIONISMO
ARKANSAS (USA): SOSPESA PER 30 GIORNI L’ESECUZIONE DI JASON MCGEHEE
BANGLADESH: TRE CONDANNE CAPITALI PER L’OMICIDIO DI UNO STUDENTE
IRAN: IMPICCATO DOPO UN ATTACCO DI CUORE
MALDIVE: DUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
NUOVA ZELANDA: RISCHIA ESTRADIZIONE IN CINA UOMO ACCUSATO DI OMICIDIO
USA: LA PENA DI MORTE COLPISCE PERSONE CON MALATTIE MENTALI
BANGLADESH: DUE CONDANNE A MORTE CONFERMATE
EGITTO: CONDANNA A MORTE PRELIMINARE CONTRO PREDICATORE SALAFITA
TANZANIA: COMMISSIONE PARLAMENTARE RACCOMANDA LA REVISIONE DELLA PENA DI MORTE
ARKANSAS (USA): CERCASI PUBBLICO PER ASSISTERE ALLE ESECUZIONI

[<< Prec] 1 2
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits