Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Laura Harth interviene alla Conferenza
Laura Harth interviene alla Conferenza
TUNISIA: CONFERENZA SULLA PENA DI MORTE IN TEMPO DI GUERRA AL TERRORISMO

21 settembre 2017:

La conferenza sulla pena di morte in tempo di guerra al terrorismo che si è conclusa a Tunisi è stata unanime nel ritenere che la pena di morte non contiene né risolve il problema del terrorismo.
All'evento, organizzato dall'Istituto Arabo per i Diritti Umani con Nessuno tocchi Caino nell'ambito di un progetto sostenuto dall'Unione europea, sono intervenuti diversi parlamentari, avvocati, intellettuali e militanti dei diritti umani.
Per Elisabetta Zamparutti, tesoriera di Nessuno tocchi Caino, che ha aperto i lavori, la battaglia per l'abolizione della pena di morte va contestualizzata in quella per l'affermazione dello Stato di Diritto tenuto conto che il  99 per cento delle esecuzioni si concentra nei Paesi autoritari. Laura Harth, del Consiglio direttivo ha ricordato che i primatisti mondiali l'anno scorso sono stati la Cina, l'Iran e l'Arabia Saudita.
L'avvocato Roberto Giovene di Girasole, presente per conto del Consiglio Nazionale Forense, ha sottolineato il ruolo che gli avvocati hanno avuto nella storia della Tunisia manifestando la volontà di affiancare il progetto.
Il progetto riguarda azioni di formazione ed informazione sugli standard internazionali sulla pena di morte ed il giusto processo rivolte all'opinione pubblica, parlamentari, magistrati, avvocati e giornalisti. Il documento conclusivo ha salutato la partecipazione all'evento del personale dell'amministrazione penitenziaria e condiviso le attività del progetto. Durante l'incontro è emerso che  vi sono 77 condannati a morte nel braccio della morte della Tunisia con un'escalation di condanne capitali dal 2011 in poi che ha raggiunto il record di 44 condanne a morte nel 2016. Quarantacinque sono i crimini capitali estesi anche al terrorismo con la legge del 2015.
Il presidente dell'Istituto arabo per i diritti umani, Abdelbasset Ben Hassan, ha sottolineato "la fragilità della cultura dei diritti umani in Tunisia". Per lui,  "la pena di morte è il risultato di una filosofia della pena che si è evoluto dal Medio Evo", ed  il terrorismo non può essere affrontato utilizzando "la via più facile".
Per Chokri Latif, presidente della Coalizione tunisina contro la pena di morte, il terrorismo è diventato un fenomeno globale che colpisce non solo i paesi arabi e islamici, ma anche le grandi capitali occidentali.
"Il fenomeno del terrorismo è diventato un pretesto per il bullismo verso i diritti umani e per mettere in discussione la democrazia emergente in alcuni paesi arabi", ha aggiunto. Ha detto che "la pena di morte contro i terroristi è una ricompensa nei loro occhi, perché ciò che aspirano è la morte".
Nel frattempo, la parlamentare Leila Hamrouni, coordinatrice della rete dei parlamentari per l'abolizione della pena di morte, ha sostenuto che "lo Stato moderno deve proteggere i suoi cittadini, anche i peggiori e la pena di morte non è una soluzione per mitigare il terrorismo".
Più realisticamente, la parlamentare Bochra Belhaj Hamida ha osservato che "l'abolizione della pena di morte è impossibile oggi in Tunisia, ma possiamo limitare i verdetti di pena di morte o introdurre una moratoria" nell'esecuzione delle condanne a morte.

(Fonti: Nessuno tocchi Caino, 21/09/2017)

Altre news:
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO NELLA CONTEA DI SALMAS
TEXAS (USA): PUBBLICA ACCUSA NON CHIEDE LA PENA DI MORTE PER SHANNON MILES
OHIO (USA): GIUSTIZIATO GARY OTTE
IRAQ: CONDANNATO A MORTE COMBATTENTE ISIS STRANIERO
USA: LA PENA DI MORTE NON PROTEGGE I POLIZIOTTI
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO NEL KERMAN
IRAN: OMICIDA IMPICCATO IN PUBBLICO
TANZANIA: PRESIDENTE MAGUFULI CONTRARIO ALLE ESECUZIONI
PAKISTAN: CONFERMATE QUATTRO CONDANNE PER TERRORISMO
INDIA: DUE CONDANNE CAPITALI PER LE BOMBE DEL 1993 A MUMBAI
IRAN: IMPICCATO IN PUBBLICO PER OMICIDIO
PUBBLICATA L’ULTIMA EDIZIONE DI ‘DEATH ROW USA’
IRAN: DUE PRIGIONIERI FRUSTATI E IMPICCATI
IRAN: PRIGIONIERO IMPICCATO PER OMICIDIO
IRAN: NUOVA CONDANNA A MORTE PER TAHERI

[<< Prec] 1 2
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits