Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

GIAPPONE: IMPICCATI DUE PRIGIONIERI

19 dicembre 2017:

Il Giappone ha impiccato questa mattina due detenuti del braccio della morte, tra cui un uomo di 44 anni che uccise quattro persone quando era minorenne, ha comunicato il Ministero della Giustizia.
Teruhiko Seki è diventato il secondo detenuto a essere impiccato per un crimine commesso da minore, nella prima esecuzione di questo tipo in 20 anni, dopo che Norio Nagayama, che aveva ucciso quattro persone a 19 anni, fu giustiziato nel 1997.
Seki aveva 19 anni quando uccise un dirigente d’azienda di 42 anni, sua moglie di 36 anni, la figlia di 4 anni e la madre di 83 anni del dirigente, ferendo l'unica sopravvissuta, una figlia di 15 anni, nel 1992. Inoltre rubò 340.000 yen dalla loro casa nella prefettura di Chiba.
L'altro detenuto giustiziato, Kiyoshi Matsui, un ex idraulico di 69 anni, uccise la sua ragazza e i suoi genitori nella prefettura di Gunma nel 1994.
Il ministro della Giustizia Yoko Kamikawa ha ordinato le esecuzioni, le prime da luglio.
Sia Seki che Matsui avevano presentato richieste di nuovi processi, secondo il ministero.
"Questi crimini sono stati molto atroci e assolutamente deplorevoli per le vittime e le loro famiglie. Le pene capitali sono state finalizzate in seguito a processi adeguati nei tribunali e ho dato l'ordine di eseguirle dopo un'attenta considerazione", ha detto Kamikawa in una conferenza stampa.
La politica della pena capitale del Giappone ha suscitato critiche internazionali, mentre la Federazione delle Associazioni degli Avvocati del Giappone ha chiesto che venga abolita entro il 2020, chiedendo la sua sostituzione con l’ergastolo.
Il caso di Nagayama ha creato i cosiddetti standard Nagayama, che tengono conto di fattori quali il numero di vittime, la brutalità e l'impatto sociale dei crimini. Gli standard sono utilizzati per decidere se applicare la sentenza di morte nei casi di omicidio.
"Un minore è meno in grado di giudicare le cose rispetto agli adulti e facilmente influenzato dalle circostanze familiari e sociali. Non è appropriato attribuire responsabilità sui singoli minori e non dovrebbero essere giustiziati", ha detto Yuji Ogawara dell'associazione degli avvocati, incaricata di seguire il tema dell'abolizione della pena di morte.
Il dibattito sull'abolizione della pena di morte rimane scarno in Giappone, anche se la maggior parte dei Paesi sviluppati l'ha già abolita.
L'associazione degli avvocati ha adottato una proposta che afferma per la prima volta che lavorerà per abolire la pena di morte in un meeting nell'ottobre 2016, ma ha incontrato una forte opposizione da parte degli avvocati che sostengono le vittime di casi di omicidio.
Più di 100 avvocati di tutto il Paese quest'anno hanno inviato una lettera aperta al presidente dell'associazione, insistendo sul fatto che la proposta adottata avrebbe causato confusione tra i membri dell'associazione in quanto vi sono argomenti a favore e contro di essa.
Hidemichi Morosawa, ex preside della Tokiwa University, ha affermato che "non è appropriato" evitare la pena di morte sulla base di "una ragione non scientifica per cui i giovani possono recuperare la propria vita". La pena capitale è inevitabile, considerando i sentimenti delle vittime e gli effetti dei crimini sulla società, ha affermato.
Kamikawa è riluttante a cambiare la politica. Ha detto in una conferenza stampa in occasione del suo insediamento come ministro della Giustizia ad agosto, "vorrei trattare con cura e rigorosamente (le esecuzioni) in linea con le leggi e nel rispetto delle sentenze dei tribunali".
Ha ordinato l'esecuzione di un detenuto quando ha ricoperto la carica di Ministro della Giustizia per circa un anno da ottobre 2014.
A luglio di quest'anno, il predecessore di Kamikawa, Katsutoshi Kaneda, ha dato l'ordine di impiccare due detenuti di sesso maschile.

(Fonti: Kyodo, 19/12/2017)

Altre news:
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
Mozione generale del VII° Congresso di Nessuno tocchi Caino
TANZANIA: IL PRESIDENTE GRAZIA 61 CONDANNATI A MORTE
GAZA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER DUPLICE OMICIDIO
IRAQ: CONDANNE CAPITALI PER TERRORISMO
EGITTO: 15 IMPICCATI PER TERRORISMO
IRAN: CORTE SUPREMA APPROVA CONDANNA A MORTE DI DJALALI
BAHRAIN: SEI CONDANNE A MORTE PER TERRORISMO
GIORDANIA: CONDANNA A MORTE CONFERMATA DALLA CASSAZIONE
IRAN: IMPICCATO DOPO 20 ANNI NEL BRACCIO DELLA MORTE
INDONESIA: CONDANNA A MORTE COMMUTATA IN ERGASTOLO PER EX PRETE
ILLINOIS (USA): GABRIEL SOLACE ESONERATO
MALESIA: DUE STUDENTI NIGERIANI CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN: OTTO GIUSTIZIATI A KARAJ
VIRGINIA (USA): SCARCERATO JOSEPH GIARRATANO
SOMALIA: TRE DECAPITATI DA AL-SHABAB NELLA REGIONE DI BAKOL
IRAN: DUE DONNE CONDANNATE A MORTE PER ADULTERIO E OMICIDIO
ARIZONA (USA): FINE DELL’ISOLAMENTO NEL BRACCIO DELLA MORTE
IL DECENNALE DELLA MORATORIA ONU DELLE ESECUZIONI CAPITALI
CINA: CONDANNATI A MORTE DAVANTI A MIGLIAIA DI SPETTATORI
EGITTO: TRIBUNALE MILITARE EMETTE 14 CONDANNE A MORTE
PARLAMENTO CURDO APPROVA AMNISTIA PER I CONDANNATI A MORTE
ARKANSAS (USA): SCARCERATO EX PRIGIONIERO DEL BRACCIO DELLA MORTE
KENYA: CONDANNA A MORTE OBBLIGATORIA DICHIARATA INCOSTITUZIONALE
USA: PUBBLICATO RAPPORTO DI FINE ANNO DEL DEATH PENALTY INFORMATION CENTER
IRAN: DUE IMPICCAGIONI PER OMICIDIO
EGITTO: TRE CONDANNE A MORTE DEFINITIVE
IRAQ: 38 IMPICCATI PER TERRORISMO
USA: STUDIO, LA DUREZZA DELLA PENA NON E’ UN DETERRENTE
SETTIMO CONGRESSO DI NESSUNO TOCCHI CAINO NEL CARCERE DI OPERA NEL DECENNALE DELLA MORATORIA ONU

1 2 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits