Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

SOMALIA: STOP ALLE VENDETTE TRA CLAN CON LA PENA DI MORTE

18 marzo 2018:

Due clan somali rivali hanno sottoscritto un patto innovativo che mira a porre fine al ciclo delle uccisioni per vendetta.
Dopo tre settimane di mediazione, i clan rivali Sa'ad Yoonis e Ba'iido nella contesa regione di Sanaag hanno raggiunto un accordo su nuove e dure regole.
Chiunque venga ora giudicato colpevole di aver commesso un omicidio per vendetta dovrà affrontare una condanna a morte.
La famiglia dell’omicida dovrà anche pagare una multa di 100.000 dollari.
C'è stata a lungo tensione tra molti clan somali a causa della rivalità e della competizione per risorse come pascoli per il bestiame o accesso all'acqua.
Ma le vendette risalenti alle passate generazioni si sono aggiunte alla violenza e il ciclo delle ritorsioni è stato estremamente difficile da spezzare.
Ahmed Bahir Mahmood, un deputato, ha detto di sperare che le nuove severe misure funzionino.
"Le pene che sono state concordate sono più severe di prima, ora abbiamo deciso che la persona deve essere uccisa - la vita per una vita - e che la sua famiglia deve consegnarlo", ha detto alla BBC.
"Se qualcuno si reca in una zona comune come un pozzo o un'area di pascolo con una pistola, l'esercito o la polizia devono confiscare la pistola. Se rifiuta di consegnare l'arma devono sparargli immediatamente alla testa".
Notizie dalla regione di Sanaag, che è rivendicata sia dalla autoproclamata Repubblica del Somaliland che dallo Stato autonomo del Puntland in Somalia, dicono che l'anno scorso 23 persone sono state uccise e 65 sono rimaste ferite durante uno scontro che ha coinvolto i due clan.
All'inizio di quest'anno, in risposta a quell'attacco, 15 persone sono state uccise e altre 39 sono state ferite.
Le precedenti faide sono state risolte con il prezzo del sangue, e sono stati pagati i funerali.
Ma ora le regole sono cambiate con le nuove sanzioni.
Funzionari del Somaliland hanno mediato le discussioni, e secondo l'accordo tutti gli autori di omicidi devono essere consegnati alle autorità della capitale Hargeisa.
Altre condanne a morte sono state commutate in lunghe pene detentive.
Nella società somala, se qualcuno commette un omicidio e riesce a fuggire, il suo clan è ritenuto responsabile. Di conseguenza, molte persone innocenti possono facilmente diventare vittime di queste vendette semplicemente perché appartengono a un determinato clan.
Per questo motivo, molti somali probabilmente sosterranno punizioni severe per porre fine al ciclo di violenza - se le regole fossero replicate da altri clan somali nella regione.

(Fonti: BBC, 18/03/2018)

Altre news:
8 MARZO: NESSUNO TOCCHI CAINO LO DEDICA ALLE DONNE IRANIANE
KUWAIT: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER STUPRO
GUYANA: DUE DONNE CONDANNATE A MORTE PER OMICIDIO
CINA: CONDANNATO A MORTE ‘JACK LO SQUARTATORE’ CINESE
NIGERIA: 30 CONDANNE A MORTE COMMUTATE DAL GOVERNATORE DEL DELTA
USA: AUMENTANO I FAVOREVOLI ALL’ERGASTOLO SENZA CONDIZIONALE
MALESIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DELLA EX FIDANZATA
ZAMBIA: SETTE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
CINA: EX VICESINDACO CONDANNATO A MORTE PER CORRUZIONE
THAILANDIA: SEI CONDANNATI A MORTE PER IL MASSACRO DI UNA FAMIGLIA
GHANA: AUTISTA CONDANNATO PER L’OMICIDIO DEL MISSIONARIO BRITANNICO
IRAN: GIOVANE CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL MARITO
TEXAS (USA): GIUSTIZIATO ROSENDO RODRIGUEZ
EGITTO: DUE CONDANNE CAPITALI CONFERMATE
EAU: CAMERIERA CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA BAMBINA
ZIMBABWE: ALMENO 16 DETENUTI EVITANO L’ESECUZIONE
PAKISTAN: ASSOLTO CRISTIANO CHE ERA STATO CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA
MYANMAR: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA BAMBINA
ALABAMA (USA): GOVERNATORE RATIFICA CAMERA A GAS COME METODO DI ESECUZIONE ALTERNATIVO
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER TRE OMICIDI NELLA CASA DI RIPOSO
SRI LANKA: TRE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN SACERDOTE HINDU
ARABIA SAUDITA: CONDANNATO A MORTE PER TERRORISMO
USA: PROCURATORI FEDERALI CHIEDERANNO LA CONDANNA A MORTE NEI CASI DI DROGA
ZIMBABWE: PRESIDENTE COMMUTA LE CONDANNE A MORTE
NIGERIA: POLIZIOTTO CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
IRAQ: PIU’ DI 3.000 CONDANNATI A MORTE PER TERRORISMO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
IRAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI TRE POLIZIOTTI
BANGLADESH: SETTE ISLAMISTI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
ARABIA SAUDITA: LAVORATORE INDONESIANO GIUSTIZIATO PER OMICIDIO

1 2 [Succ >>]
2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits