Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

IRAN - PROPOSTA DI AMNISTIA

15 giugno 2018:

15/06/2018 - 70 parlamentari iraniani hanno presentato un disegno di legge che prevede un’amnistia per i reati politici e per i prigionieri politici che abbiano riportato condanne pesanti. "I perdoni collettivi rientrano tra le competenze dei legislatori e, poiché i legislatori possono definire un crimine, possono anche fornire la grazia per alcuni crimini", ha detto all'agenzia di stampa ISNA Mohammad Javad Fathi, membro del comitato legale e giudiziario del parlamento iraniano. Il disegno di legge riguarda tutte le sentenze di ordine politico e mira a ridurre l'uso della pena di morte. L’iniziativa legislativa arriva in un momento in cui si teme che Ramin Hossein Panahi possa essere giustiziato a breve. È stato arrestato nel giugno 2017 con l'accusa di essere un membro del partito di opposizione curdo Komala. Secondo la pubblica accusa l’uomo avrebbe ricevuto addestramento militare, e al momento dell’arresto sarebbe stato trovato in possesso di una bomba a mano e di una pistola. L'avvocato di Panahi ha negato la versione dei fatti del pubblico ministero, insistendo che il suo cliente quando è stato arrestato era disarmato. Il disegno di legge si rivolge anche ai cittadini con doppia nazionalità. "Gli iraniani che vivono all'estero possono tornare in Iran senza processo se non sono stati citati in giudizio da nessuna persona", ha spiegato Fathi. L'Iran ha arrestato diversi iraniani con doppia nazionalità. Circa 6 milioni di iraniani vivono fuori dal paese, principalmente in Europa e negli Stati Uniti. Nazanin Zaghari-Ratcliffe, una donna iraniana, sta scontando una pena detentiva di cinque anni per la presunta pianificazione di un “sovvertimento soft” del governo iraniano. A maggio, la Corte Rivoluzionaria di Teheran ha annunciato che la donne si trovava di fronte a nuove accuse legate alla sicurezza. "Penso che come legislatori dobbiamo mostrare questo semaforo verde a circa 6-7 milioni di iraniani all'estero perché ci sono molte persone valide tra loro", ha detto Fathi, notando che il paese ha bisogno di questo capitale umano. Ila nuova legge potrebbe essere discussa già la prossima settimana in Parlamento. In caso di approvazione dovrà essere presentata al Consiglio dei Guardiani della Costituzione, un consiglio conservatore della Repubblica Islamica, ed ottenere una ulteriore approvazione prima di diventare legge. (Fonti: Rudaw.net, 15/06/2018)

(Fonti: Rudaw.net, 15/06/2018)

Altre news:
SOMALIA - PENA DI MORTE E TERRORISMO
MAFIA: A DETENUTI VIETATO SCRIVERE A NESSUNO TOCCHI CAINO. ‘SENTENZA INAUDITA E SENZA PRECEDENTI’
IRAN: DUE IMPICCATI NEL CARCERE DI GORGAN PER OMICIDIO
MALESIA: GOVERNO VALUTA ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE OBBLIGATORIA
IRAQ: 12 IMPICCATI PER TERRORISMO
BARBADOS: LA PENA DI MORTE OBBLIGATORIA È INCOSTITUZIONALE
IRAN: DUE IMPICCATI A KARAJ PER OMICIDIO
IRAN: MINORENNE GIUSTIZIATO NEL CARCERE DI QOM
TEXAS (USA): DANNY PAUL BIBLE GIUSTIZIATO
EGITTO: SEI CONDANNE A MORTE PRELIMINARI PER TERRORISMO
SUDAN: CANCELLATA LA PENA DI MORTE PER NOURA HUSSEIN
ARABIA SAUDITA: GIUSTIZIATO UOMO CHE AVEVA UCCISO IL PADRE
IRAN: IMPICCATO NEL CARCERE DI TABRIZ
ZIMBABWE: CITTADINI FAVOREVOLI AD ABOLIZIONE PENA DI MORTE
THAILANDIA: LARGA MAGGIORANZA FAVOREVOLE ALLA PENA CAPITALE
CINA: DIECI GIUSTIZIATI PER DROGA
SOMALIA: TRE SOLDATI GIUSTIZIATI PER OMICIDI DI CIVILI
SOMALIA: MILITARE CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO COMMILITONE
IRAN: PRIGIONIERO IMPICCATO NELLA PRIGIONE DI SHIRVAN
ZIMBABWE: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
MYANMAR: PARLAMENTO RESPINGE PENA DI MORTE PER GLI STUPRATORI DI BAMBINI
SUD COREA: L’UFFICIO PRESIDENZIALE POTREBBE VALUTARE UNA MORATORIA
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
THAILANDIA: PRIMA ESECUZIONE DAL 2009
IRAN: SUFI IMPICCATO PER GLI OMICIDI DI TRE POLIZIOTTI
EAU: TUNISINO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: CINQUE IMPICCATI NEL CARCERE DI RAJAI SHAHR
COREA DEL SUD: AL LAVORO PER LA MORATORIA
BAHRAIN: 3 RELIGIOSI SCIITI CONDANNATI A MORTE, ALTRI 8 ALL’ERGASTOLO
BIELORUSSIA - 2 CONDANNE SOSPESE

1 2 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits