Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

 Alexanda Kotey e Shafee Elsheikh
Alexanda Kotey e Shafee Elsheikh
EDITORIALE DEL GUARDIAN: ‘LA BARBARIE DEGLI JIHADISTI NON E’ UNA GIUSTIFICAZIONE PER LA PENA DI MORTE’

23 luglio 2018:

“Quasi tutte le democrazie occidentali, così come dozzine di altri Paesi, hanno abbandonato la pena capitale. C'è una buona ragione per questo: nessuno degli argomenti portati in suo favore resistono a una verifica. Non scoraggia gli altri, né salva vite innocenti garantendo che gli assassini non possano uccidere di nuovo. È sbagliato suggerire che esista una motivazione morale per la retribuzione. Gli Stati Uniti sono un'eccezione, continuando erroneamente con la pena di morte. Quindi è sconvolgente apprendere che un ministro del governo britannico ritenga opportuno inviare due uomini a processo in America con accuse che potrebbero portare alla loro esecuzione.
Eppure questa è la catena di eventi che il Segretario di Stato per gli Affari Interni, Sajid Javid, ha messo in moto con una lettera al procuratore generale degli Stati Uniti, Jeff Sessions, pubblicata su un giornale lunedì. In essa afferma che il governo britannico è disposto a rinunciare alla sua solita insistenza sul fatto che la pena di morte non debba essere applicata nel caso di due uomini accusati di aver fatto parte di un gruppo di boia dello Stato Islamico, Alexanda Kotey e El Shafee Elsheikh. Sono detenuti dalle Forze Democratiche Siriane appoggiate dagli Stati Uniti e saranno probabilmente processati negli Stati Uniti con la cooperazione del Regno Unito. Gli omicidi che questi uomini avrebbero commesso insieme ad altri due uomini britannici - Mohammed Emwazi, noto come Jihadi John e Aine Davis - sono barbari.
Le vittime includevano due operatori umanitari britannici, Alan Henning e David Haines, oltre a tre americani, i giornalisti James Foley e Steven Sotloff e l'operatore umanitario Peter Kassig. Altri occidentali furono tenuti in ostaggio e torturati. Non è esagerato dire che i video girati dagli assassini, in cui i prigionieri hanno reso dichiarazioni prima di essere decapitati, hanno sconvolto il mondo. Senza dubbio alcune persone sentiranno che il puro orrore di tali azioni significa che non dobbiamo preoccuparci troppo del giusto processo. Emwazi è stato ucciso da un drone a Raqqa nel 2015, mentre Davis è in prigione in Turchia. Kotey ed Elsheikh sono stati privati ​​della loro cittadinanza britannica, e dal momento che gli uomini che sono stati accusati di aver ucciso includevano degli americani, c'è motivo per processarli negli Stati Uniti.
Non è difficile capire perché questo sia l'esito preferito di Javid. Non c'è dubbio che trattare con centinaia di combattenti britannici per lo Stato Islamico sia estremamente difficile. Ma è profondamente preoccupante il fatto che Javid, a quanto pare, ritenga che il successo di un procedimento giudiziario abbia più probabilità di verificarsi negli Stati Uniti che nel Regno Unito, anche se ciò include la violazione delle norme sui diritti umani a cui il Regno Unito ha aderito per decenni. È noto che tali violazioni e l'esistenza di strutture come Guantánamo Bay possano aiutare e facilitare i terroristi. L'opposizione del governo britannico alla pena di morte è un punto di principio di vecchia data. La sua abolizione è un obiettivo della politica estera. Per quanto atroci siano i crimini che si ritiene siano stati commessi da Kotey ed Elsheikh, assicurazioni che la pena di morte non sarà applicata dovrebbero essere chieste al governo degli Stati Uniti nel solito modo.”

(Fonti: theguardian.com, 23/07/2018)

Altre news:
GIAPPONE: GIUSTIZIATI SETTE RESPONSABILI DELL'ATTENTATO AL SARIN DEL 1995
IRAN. REGIME IRANIANO COINVOLTO IN ATTENTATI TERRORISTICI, VERIFICARE PRESENZA AGENTI IRANIANI ALL’AMBASCIATA ROMA
GHANA: DUE STUDENTI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
IRAQ: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER TERRORISMO
SRI LANKA: DUE CONDANNATI A MORTE PER DROGA
TRINIDAD E TOBAGO: CONFERMATA CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE
EGITTO: 75 CONDANNATI A MORTE
NIGERIA: QUATTRO POLIZIOTTI CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
IRAN: DUE IMPICCATI PER DROGA A URMIA
NIGERIA: DUE CONDANNE CAPITALI PER L’OMICIDIO DI UN PRETE
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
GAZA: DUE CIVILI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
PAPUA NUOVA GUINEA: OTTO CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI DI STREGONI
IRAQ: MEMBRO DELLO STATO ISLAMICO CONDANNATO A MORTE
GIAPPONE: GIUSTIZIATI ALTRI 6 MEMBRI SETTA AUM
EAU: CITTADINO INDIANO LIBERATO
NIGERIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN AVVOCATO
INDIA: CONDANNA A MORTE ANNULLATA
LIBANO: CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
IRAQ: CONDANNA CAPITALE PER TERRORISMO
INDONESIA: APPROVATA NUOVA LEGGE ANTI-TERRORISMO
IRAN: DUE GIUSTIZIATI IN PUBBLICO A MASHHAD
SOMALIA: AL-SHABAAB AMPUTA MANO A LADRO
INDIA: 19ENNE CONDANNATO A MORTE NEL RAJASTHAN PER LO STUPRO DI UN BAMBINO
IRAN: DETENUTO IMPICCATO A RASHT
OHIO (USA): CONDANNA CAPITALE COMMUTATA DAL GOVERNATORE
IRAN: CINQUE GIUSTIZIATI A KERMANSHAH
PAKISTAN: CORTE SUPREMA ASSOLVE TRE DETENUTI DEL BRACCIO DELLA MORTE
KENYA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FIDANZATO
NIGERIA: SOLDATI CONDANNATI A MORTE E ALL’ERGASTOLO

1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits