Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA: LE DISPARITÀ RAZZIALI NELLA PENA DI MORTE INIZIANO GIÀ CON LE INDAGINI E GLI ARRESTI

26 ottobre 2018:

Uno studio su più di tre decenni di arresti per omicidio suggerisce che le disparità razziali negli arresti e nelle linee di condotta della polizia introducono un ulteriore livello di pregiudizio nell'applicazione della pena di morte negli Stati Uniti. Mentre ricerche precedenti hanno ampiamente documentato che la razza delle vittime influenza le decisioni dei pubblici ministeri e le decisioni delle giurie e dei giudici quando si tratta se scegliere o no la pena di morte, un nuovo studio dei professori Jeffrey Fagan della Columbia University e Amanda Geller della New York University ha scoperto che queste disparità appaiono anche prima nel processo, nella fase di arresto. "Gli omicidi con vittime bianche hanno molte più probabilità di essere "risolti" con l'arresto di un sospetto rispetto agli omicidi con vittime appartenenti a minoranze", scrivono gli autori. Lo studio, intitolato “Police, Race, and the Production of Capital Homicides” è stato pubblicato sul Columbia Public Law Research Paper No. 14-593 del luglio 2018. Fagan e Geller hanno esaminato ogni omicidio registrato nei “Supplementary Homicide Reports” (gli omicidi per i quali sono disponibili dati supplementari all’interno del CIUS, il rapporto annuale sulla criminalità pubblicato dal FBI) dal 1976 al 2009, scoprendo delle costanti a livello di contea nel "tasso di risoluzione" dei casi. Le contee con percentuali più elevate di residenti appartenenti alle minoranze avevano tassi di risoluzione più bassi rispetto alle contee con popolazioni più “bianche”, ma gli autori affermano che le caratteristiche della contea da sole non tengono conto completamente delle disparità. Piuttosto, affermano che anche le “pratiche di polizia” svolgono un ruolo. "Le disuguaglianze nella polizia, come la sottodichiarazione dei crimini più gravi nelle comunità più svantaggiate, insieme alla sovradichiarazione dei reati meno gravi in quegli stessi distretti, sembrano estendersi alle fasi iniziali della produzione delle condanne a morte e delle esecuzioni". Gli autori attribuiscono i minori tassi di risoluzione dei casi con vittime nere in parte alla sfiducia nei confronti della polizia da parte delle comunità di colore, con una conseguente minore disponibilità a collaborare nelle indagini. "Le ingiustizie percepite possono disincentivare i cittadini dal collaborare con la polizia", spiegano, "includendo sia i “piccoli soprusi” sia i “clamorosi atti di violenza” da parte della polizia. Pertanto, le pratiche discriminatorie della polizia contribuiscono a dari differenti tassi di risoluzione, che a loro volta contribuiscono all'applicazione discriminatoria della pena capitale.

(Fonti: DPIC, 25/10/2018)

Altre news:
STRASBURGO: NESSUNO TOCCHI CAINO, BENE CONDANNA DELL’ITALIA PER 41-BIS A PROVENZANO
MALESIA: IL GOVERNO FERMA LE ESECUZIONI DI 1.200 PRIGIONIERI
CARCERI: NESSUNO TOCCHI CAINO, CONSULTA SU 41-BIS ANCORA UNA VOLTA FARO DEL DIRITTO
GIORNATA MONDIALE CONTRO LA PENA DI MORTE
PAKISTAN: CANCELLATA LA CONDANNA A MORTE PER ASIA BIBI
IRAN: DONNA CONDANNATA A MORTE PER ADULTERIO
BAHRAIN: CONDANNE A MORTE PER DUE ATTIVISTI ANTI-REGIME
SINGAPORE: MALESE CONDANNATO A MORTE PER DROGA
INDIA: CONDANNA A MORTE PER STUPRO COMMUTATA
SOUTH DAKOTA (USA): RODNEY BERGET GIUSTIZIATO
EAU: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL VICINO
BANGLADESH: PARLAMENTO APPROVA NUOVA LEGGE SULLE DROGHE
KENYA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN CITTADINO OLANDESE
PAKISTAN: CAPO DELL’ESERCITO APPROVA 14 CONDANNE A MORTE DI TERRORISTI
SINGAPORE: MALESE IMPICCATO PER DROGA
CINA: GIUSTIZIATI DUE PRODUTTORI DI DROGHE
BANGLADESH: TRE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
MALESIA: GUARDIA CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA RAGAZZA AI DOMICILIARI
ANP: PALESTINESE RISCHIA LA CONDANNA A MORTE PER AVER VENDUTO UN IMMOBILE AD EBREI
IRAN: GIUSTIZIATO PER OMICIDIO A SIRJAN
BANGLADESH: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
BANGLADESH: PENA DI MORTE PER I REATI DI DROGA
IRAN: IMPICCATO AD ARDEBIL PER OMICIDIO
IRAN: IMPICCATO A ZAHEDAN PER STUPRO
ZAMBIA: CINQUE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
BAHRAIN: DUE CONDANNE A MORTE ANNULLATE
IRAQ: 13 DONNE CONDANNATE A MORTE PER TERRORISMO
IRAQ: CONDANNATO A MORTE TRE VOLTE PER TERRORISMO
ARABIA SAUDITA: TRE ESECUZIONI A QATIF
IRAN: DUE CONDANNATI A MORTE PER REATI ECONOMICI

1 2 3 4 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits