Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA
DOSSIER GIAPPONE

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA: ‘RAPPORTO DI FINE ANNO’ DEL DEATH PENALTY INFORMATION CENTER

17 dicembre 2018:

Il Death Penalty Information Center ha pubblicato il suo tradizionale “Rapporto di fine anno”, evidenziando che sia le condanne a morte (41) che le esecuzioni (25) rimangono vicine ai minimi storici, mentre un ventesimo stato, Washington, ha abolito la pena di morte.
Lo ha fatto con una sentenza dell’11 ottobre della Corte Suprema di Stato che ha dichiarato all’unanimità che la pena di morte è incostituzionale perché viene applicata in maniera arbitraria e con discriminazione razziale.
Washington è l’ottavo stato ad aver abolito la pena di morte, per via legislativa o giudiziaria, dal 2007. Secondo il ”Death Penalty Information Center’s 2018 Year End Report”, quattordici stati e il governo federale hanno imposto un totale di 41 nuove condanne a morte quest'anno, con un'ulteriore condanna a morte che probabilmente sarà emessa verso la fine dell'anno. Otto stati hanno effettuato un totale di 25 esecuzioni. Il numero delle esecuzioni e delle nuove condanne indicano il proseguimento del lungo declino della pena capitale, con meno di 30 persone giustiziate e meno di 50 condannate a morte in ciascuno degli ultimi quattro anni. Per la prima volta da quando la condanna a morte è stata reintrodotta negli Stati Uniti nel 1973, nessuna contea ha emesso più di due condanne a morte. I bracci della morte sono in calo da 18 anni consecutivi. Con i dati aggiornati al 1° luglio 2018, nei vari bracci della morte Usa sono detenute 2.738 persone. Nel 2017 erano 2.817. da questi dati andrebbero sottratte 249 persone che sono ancora fisicamente nel braccio della morte, ma il cui verdetto di colpevolezza o la cui condanna a morte è stata annullata, ma l’annullamento non è definitivo in quanto sono ancora in corso i ricorsi della pubblica accusa. Sono quindi meno di 2.489 le persone nei cui confronti vige una “condanna a morte attiva”, il numero più basso da 25 anni. Se i bracci della morte sono diminuiti di 79 unità nell’arco di un anno, fatto solvo il numero di esecuzioni ma anche di nuove condanne, la maggior parte della diminuzione è data da persone la cui condanna è stata commutata in pena detentiva, da proscioglimenti, provvedimenti di clemenza, o morti per malattia o suicidio. Nel 2018, per la prima volta dopo 20 anni, in un braccio della morte, quello della California, si è verificato anche l’omicidio di un detenuto. La pena di morte è rimasta geograficamente isolata, con tutte le esecuzioni tranne 3 concentrate negli stati meridionali. Più della metà (13) sono state in Texas, 3 in Tennessee, 2 in Alabama Florida e Georgia, 1 in Nebraska, Missouri e Virginia. Il declino dell'uso della pena capitale, tuttavia, non ha dissolto le preoccupazioni riguardo al modo in cui viene applicata. "Le condanne a morte sono diminuite nel corso degli ultimi 25 anni e la speranza è sempre stata che, con un uso minore della pena di morte, il suo uso residuo sarebbe stato meno arbitrario e meno discriminatorio", ha detto Robert Dunham, direttore esecutivo del DPIC in una intervista allo Houston Chronicle.
"Questo non è accaduto, e per molti aspetti è peggiorato." Un esame delle 25 esecuzioni del 2018 condotto da DPIC e Promise of Justice Initiative ha rilevato che il 72% dei detenuti giustiziati aveva una storia di gravi malattie mentali, danni cerebrali, menomazioni intellettive , o abusi cronici e traumi, e quattro sono stati giustiziati nonostante sostanziali affermazioni di innocenza. I sondaggi di opinione del 2018 hanno anche mostrato che il sostegno alla pena di morte è rimasto vicino ai minimi storici, con il 56% degli americani che dichiara di sostenere la pena capitale (dall'80% degli anni '90). Per la prima volta da quando nel 2001 Gallup ha introdotto una domanda sull'equità della pena capitale, meno della metà degli americani (49%) ha affermato di ritenere che sia applicata correttamente. I risultati delle elezioni hanno confermato la riduzione del desiderio per la pena di morte. I tre stati con moratoria della pena di morte (Colorado, Oregon e Pennsylvania) hanno eletto governatori che avevano dichiarato che l’avrebbero mantenuta in vigore. Sei Procuratori noti per il frequente ricorso alla pena di morte sono stati sconfitte nelle relative contee da candidati che nella maggior parte dei casi hanno fatto campagna elettorale con proposte di riforma e di uso parsimonioso, quando non nullo, della pena di morte.
Dal 2015, gli elettori di 11 delle 30 contee più prolifiche di condanne a morte hanno sostituito i loro procuratori. "Nel 2018 gli Stati Uniti hanno proseguito nel loro graduale ma costante cammino di allontanamento dalla pena di morte", ha detto Dunham. "Anche di fronte alla retorica politica incendiaria che ne ha esortato l'uso esteso, gli elettori hanno dimostrato che la pena di morte non è più una questione decisiva in politica. La rielezione dei governatori che hanno imposto la moratoria della pena di morte, la sostituzione dei procuratori della “linea dura” con quelli riformatori, e la decisione della Corte di Washington di abolire la pena di morte suggerisce che vedremo un'erosione della pena di morte ancora maggiore negli anni a venire.

(Fonti: DPIC, 14/12/2018)

Altre news:
NIGERIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
SIRIA: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER TERRORISMO
ONU: RISOLUZIONE SU MORATORIA DELLE ESECUZIONI APPROVATA CON NUMERO RECORD DI VOTI
PAKISTAN: CONDANNE A MORTE CONFERMATE PER 15 TERRORISTI
KENYA: 400 CONDANNE A MORTE DA RIVEDERE NEL 2019
INDIA: ABOLITO ISOLAMENTO PER I CONDANNATI A MORTE NON DEFINITIVI
PAKISTAN: CONDANNATI A MORTE PER BLASFEMIA DUE FRATELLI CRISTIANI
THAILANDIA: ASSOLTO DENIS CAVATASSI, PRESTO IL RIENTRO IN ITALIA
COMMISSIONE INTERNAZIONALE CONTRO LA PENA DI MORTE INCONTRA PAPA FRANCESCO E NESSUNO TOCCHI CAINO
CINA: CONDANNATO A MORTE PER AVER FALCIATO FOLLA COL SUV
INDIA: PENA DI MORTE COMMUTATA IN ERGASTOLO DALLA CORTE SUPREMA
FLORIDA (USA): GIUSTIZIATO JOSE ANTONIO JIMENEZ
SOMALIA: AL-SHABAAB GIUSTIZIA TRE UOMINI
INDIA: CORTE SUPREMA COMMUTA CONDANNA A MORTE
IRAN: IMPICCATO A URMIA PER DROGA
PAPUA NUOVA GUINEA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
TEXAS (USA): GIUSTIZIATO ALVIN AVON BRAZIEL
IRAN: PRIGIONIERO IMPICCATO NEL CARCERE DI QAZVIN
NIGERIA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL MONARCA TRADIZIONALE
IRAN: CORTE SUPREMA CONFERMA CONDANNA A MORTE DI BAQERI DARMANI
IRAN: DETENUTO IMPICCATO IN CARCERE A GORGAN
ROMA: NTC INVITA ALLA PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA ‘SGUARDO LIBERO’
COREA DEL NORD: STUPRATORE SERIALE FUCILATO IN PUBBLICO
IRAN: DUE DETENUTI GIUSTIZIATI A KARAJ E BANDAR ABBAS
IRAN: 12 PRIGIONIERI GIUSTIZIATI NEL CARCERE DI KERMAN
SUD SUDAN: SETTE GIUSTIZIATI QUEST’ANNO, INCLUSO UN MINORE
MISSIONE DI NESSUNO TOCCHI CAINO IN ETIOPIA
ROMA: NTC INVITA ALLA PRESENTAZIONE DELLA MOSTRA ‘SGUARDO LIBERO’
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA SORELLA
SINGAPORE: DUE ASSOLUZIONI IN UN CASO DI DROGA

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  CORTE DI STRASBURGO. NESSUNO TOCCHI CAINO, STORICA SENTENZA DELLA CEDU SUL CASO VIOLA vs ITALIA  
  APPELLO DI NESSUNO TOCCHI CAINO PER NASRIN SOTOUDEH  
  NESSUNO TOCCHI CAINO INVITA ALL’EVENTO IN RICORDO DI ENZO MAZZARELLA ‘NASCONDI LA PIETRA CHE CAINO NON LA TROVI’  
  IRAN. NESSUNO TOCCHI CAINO, RIDUZIONE DELLE ESECUZIONI PER DROGA MA I NUMERI RESTANO PREOCCUPANTI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits