Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

STUDIO: GLI OMICIDI DIMINUISCONO DOPO L’ABOLIZIONE DELLA PENA DI MORTE

7 gennaio 2019:

11 nazioni che hanno abolito la pena di morte hanno riscontrato una diminuzione degli omicidi.
Il dato è contenuto nello studio “Cosa succede al tasso di omicidi quando la pena di morte viene abolita? Uno sguardo a 11 nazioni che potrebbe sorprendere” (What Happens to Murder Rates when the Death Penalty is Scrapped? A Look at Eleven Countries Might Surprise You), pubblicato a dicembre dall’Abdorrahman Boroumand Center, un’organizzazione con sede a Washinfton DC che promuove i diritti umani e la democrazia in Iran.
Il rapporto ha esaminato i tassi di omicidio in 11 paesi che hanno abolito la pena capitale, constatando che dieci di questi paesi hanno registrato un calo degli omicidi nel decennio successivo all'abolizione.
I paesi venivano inclusi se rispettavano i seguenti criteri: avevano abolito formalmente la pena di morte da almeno dieci anni, almeno una condanna a morte era stata imposta o eseguita nel decennio precedente l'abolizione, e sul paese dovevano essere disponibili dati affidabili sul tasso di omicidi a cura della World Trade Organization.
I paesi che hanno soddisfatto i criteri dello studio sono Azerbaigian, Bulgaria, Polonia, Serbia, Estonia, Lettonia, Ucraina, Sudafrica, Kirghizistan, Georgia e Albania.
I ricercatori hanno confrontato i tassi di omicidi nei dieci anni successivi all'abolizione della pena di morte, e li hanno messi a confronto con i tassi dell'anno di abolizione.
Sei paesi (Azerbaijan, Bulgaria, Serbia, Estonia, South Africa, e Albania) hanno sperimentato tassi di omicidio al di sotto della linea di base per tutti e dieci gli anni successivi all’abolizione. Quattro paesi (Kirghizistan, Lettonia, Polonia e Ucraina) hanno avuto tassi superiori per uno o due anni, ma hanno visto gli omicidi scendere al di sotto della linea di base entro cinque anni, e hanno registrato tendenze generali al ribasso. Solo un paese nello studio, la Georgia, ha visto i tassi di omicidi tendersi verso l'alto nel decennio successivo all'abolizione, e 10 anni dopo l’abolizione verificare un aumento di 0,18 omicidi ogni 100.000 abitanti.
I restanti 10 paesi hanno invece registrato un calo medio di 6 omicidi ogni 100.000 abitanti.
A titolo di paragone, ricordiamo che il tasso medio degli Omicidi in Usa è di circa 4,5 ogni 100.000 abitanti, e in Europa (esclusi i paesi baltici, dove il tasso è quasi il triplo, sembra per l’incidenza dell’alcol) di 1,2 ogni 100.000.
Il tasso di omicidi in Italia è dello 0,6 ogni 100.000 abitanti. Un calo di 6 punti è quindi da considerarsi molto rilevante. Gli autori dello studio concludono: "I fautori della pena di morte sostengono che se lo stato rinuncia alla punizione definitiva incoraggia i potenziali criminali, o almeno indebolisca la deterrenza. Queste tesi, alla luce di questi dati, si rivelano infondate”.
Questi dati sono coerenti con i dati a livello statale negli Stati Uniti, che hanno ripetutamente mostrato tassi di omicidio più bassi negli stati che non hanno la pena di morte rispetto agli stati che l’hanno, e che la presenza o l'assenza della pena di morte non sembra influire sulle tendenze degli omicidi. Un'analisi del DPIC del 2017 ha rilevato che l'abolizione della pena di morte non ha avuto effetti misurabili sui tassi di omicidio in generale o sul tasso di uccisione degli agenti di polizia, contraddicendo gli argomenti popolari secondo cui la pena di morte è necessaria per la sicurezza pubblica e per proteggere i dipendenti delle forze dell'ordine.

(Fonti: DPIC, 02/01/2019)

Altre news:
IRAQ: CONDANNE A MORTE E ALL’ERGASTOLO PER TERRORISMO
SOMALIA: MILITARI FUCILANO DUE AL-SHABAAB A MOGADISCIO
USA: NEL 2018 LA POLIZIA HA UCCISO 1810 PERSONE
MALDIVE: CONDANNATA ALLA LAPIDAZIONE PER SESSO EXTRACONIUGALE
NIGERIA: GOVERNATORE DI ONDO COMMUTA TRE CONDANNE CAPITALI
CINA: DUE HACKER INFORMATICI CONDANNATI A MORTE
KUWAIT: UNA CONDANNA A MORTE CONFERMATA E UN’ALTRA COMMUTATA
SUPERCOPPA ITALIANA: NESSUNO TOCCHI CAINO, BENE CHE SI SVOLGA IN ARABIA SAUDITA
ARABIA SAUDITA: SAUDITA GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DI UN CONNAZIONALE
CINA: SERIAL KILLER GIUSTIZIATO
IRAQ: 616 STRANIERI CONDANNATI NEL 2018 PER LEGAMI CON LO STATO ISLAMICO
ZAMBIA: CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
ARABIA SAUDITA: UN PAKISTANO E DUE EGIZIANI GIUSTIZIATI PER DROGA
IRAN: IMPICCATA GIOVANE DONNA VITTIMA DI VIOLENZE
CINA: CONDANNATO A MORTE IN UN CASO DI MALAVITA
BAHRAIN: CONDANNE PER TERRORISMO CONFERMATE
PAKISTAN: PROCESSI CAPITALI FINANZIATI DAL REGNO UNITO
EGITTO: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DI UN VENDITORE DI ALCOLICI
CINA: GIUDICI CORTE SUPREMA, ‘LA PENA DI MORTE E’ POPOLARE’
VIETNAM: CONDANNE A MORTE IN AUMENTO

[<< Prec] 1 2 3
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits