Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

OHIO, UTAH, WYOMING: PIÙ DI 250 LEADER CONSERVATORI CHIEDONO LA FINE DELLA PENA DI MORTE

30 ottobre 2019:

Più di 250 leader conservatori di tutto il Paese hanno firmato una dichiarazione in cui esprimono la loro opposizione alla pena capitale per come è amministrata negli Stati Uniti e hanno lanciato un "appello ai nostri colleghi conservatori a riesaminare la pena di morte e dimostrare la leadership necessaria per porre fine a questa politica che è fallita."
L’iniziativa è di “Conservatives Concerned About the Death Penalty” (CCATDP), un network di “conservatori preoccupati per la pena di morte”, che ha rilasciato la dichiarazione in concomitanza con una conferenza stampa nazionale via web il 28 ottobre 2019. Oggetto specifico della conferenza era mettere in luce gli sforzi in corso da parte dei conservatori in Ohio, Utah e Wyoming per abolire la pena di morte in quegli Stati.
I firmatari della dichiarazione includono parlamentari in carica ed ex parlamentari, funzionari locali, provinciali e statali appartenenti al partito Repubblicano e Libertario (il Libertarian Party è un piccolo partito ispirato alle teorie capitaliste “pure” che, seppure con risultati elettorali altalenanti e comunque mai massicci, oggi è considerato il terzo polo politico statunitense, ndt), funzionari delle forze dell'ordine, e altri funzionari. Tra le figure riconosciute a livello nazionale nella lista ci sono Richard Viguerie (presidente di ConservativeHQ.com), l'ex governatore repubblicano dell'Illinois George Ryan, e l'ex deputato degli Stati Uniti e candidato alla presidenza Ron Paul. La dichiarazione inizia, "Siamo giunti alla conclusione che la pena di morte non funziona e non può essere fatta funzionare, non “nonostante i nostri principi conservatori”, ma a causa loro." Il testo illustra una serie di ragioni per cui i conservatori si sono sempre più allontanati dalla pena capitale, definendola "un programma di governo costoso e inefficace" che "fa troppi errori" e "non ha posto in una cultura che cerca di promuovere la vita".
La dichiarazione era intesa, in parte, come risposta dei conservatori all'annuncio fatto a luglio dal governo federale statunitense dell’intenzione di riprendere le esecuzioni a dicembre, esecuzioni che erano ferme da 16 anni.
Alla conferenza stampa, quattro firmatari hanno parlato degli sforzi compiuti in Ohio, Utah e Wyoming per abolire la pena di morte. Il Deputato dell'Ohio Niraj Antani, il primo repubblicano dell'Ohio a sponsorizzare un disegno di legge di abrogazione, si è descritto come pro-vita e ha detto che i suoi valori conservatori lo hanno portato a opporsi alla pena capitale. "Anche la possibilità che qualcuno venga messo a morte e che potrebbe essere innocente, credo possa essere sufficiente, per le persone a favore della vita in tutto il paese, per opporsi alla pena di morte”.
Ha parlato anche il deputato del Wyoming Jared Olsen, che all'inizio dell'anno ha sponsorizzato un disegno di legge di abrogazione che è passato alla Camera e che il Senato ha respinto per pochi voti. Ha detto che gli sforzi per abrogare la pena di morte del Wyoming erano "organici", derivanti da gruppi di base in tutto lo spettro politico. Ha spiegato che la pena di morte viola i suoi principi elementari di governo, osservando che se lo stato non riesce nemmeno a consegnare la posta in maniera efficiente, non gli si dovrebbero affidare poteri così ampi come la vita le la morte dei cittadini. "Quando qualcosa di così semplice come recapitare la tua posta è così inefficace, mi fa impazzire l’idea che qualsiasi americano vorrebbe fidarsi del sistema giudiziario per questioni di vita o di morte". Olsen ha dichiarato di essere "estremamente turbato" dal piano del governo federale di riprendere le esecuzioni, una decisione che, ha detto, colloca gli Stati Uniti nelle stesse "categorie di nazioni come la Corea del Nord". Kylie Taylor, coordinatore dello stato del Wyoming per CCATDP, ha coadiuvato Olsen nella sua iniziativa legislativa in Wyoming, chiamando l'abrogazione una questione di "protezione dell'individuo contro l’eccesso di potere del governo" e il rischio di giustiziare gli innocenti.
Darcy Van Orden, direttrice nello Utah di CCATDP, ha dichiarato che i legislatori intendono presentare un disegno di legge nella prossima sessione legislativa per tentare nuovamente di abolire la pena di morte. Van Orden ha descritto il cambiamento nel dibattito sulla pena capitale nello Utah, giustapponendo il disegno di legge del 2015 che ha reintrodotto la fucilazione come metodo di esecuzione di riserva, e il disegno di legge di abrogazione del 2016, approvato dal Senato e anche dalla Commissione Giustizia della Camera prima che scadesse la sessione legislativa.
Van Orden ha espresso preoccupazione per il numero di proscioglimenti dal braccio della morte, a riprova dell'arbitrarietà della pena capitale, e del suo alto costo. Citando uno studio che ha mostrato che lo Utah ha speso 40 milioni di dollari per la pena di morte negli ultimi 20 anni, con il risultato che attualmente solo due persone sono nel braccio della morte, ha chiesto: “Come può lo Utah sprecare quei fondi quando potremmo usare gli stessi soldi per aiutare le vittime?” Ha espresso ottimismo sul fatto che i cambiamenti nella composizione del Parlamento statale, combinati con gli sforzi educativi degli ultimi tre anni da parte della CCATDP e altri sostenitori dell'abrogazione, potrebbero portare all'abolizione della pena di morte nello Utah.

(Fonti: Conservatives Concerned About the Death Penalty, Associated Press, St. George News, Daily Herald, 28/10/2019)

Altre news:
MAROCCO: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER GLI OMICIDI DELLE RAGAZZE SCANDINAVE
IRAN: DUE IMPICCATI A SHIRAZ PER OMICIDIO
INDIA: CONFERMATA CONDANNA CAPITALE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
KENYA: EX PRIGIONIERO DEL BRACCIO DELLA MORTE SI BATTE CONTRO LA PENA CAPITALE
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE DUE VOLTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UN BAMBINO
IRAN: MINORENNE GIUSTIZIATO PER OMICIDIO
NIGERIA: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE NELLO STATO DI EKITI
GIORDANIA: 22ENNE CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
EGITTO: UNA CONDANNA A MORTE PER TERRORISMO
GIORDANIA: DUE SORELLE CONDANNATE A MORTE PER DUPLICE OMICIDIO
BIELORUSSIA: UOMO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA BAMBINA
ESPERTO ONU: L'IRAN CONTINUA A GIUSTIZIARE MINORENNI, NE HA 90 NEL BRACCIO DELLA MORTE
INDIA: UN’ALTRACONDANNA A MORTE PER CYANIDE MOHAN
KENYA: CONDANNATO A MORTE PER RAPINA CON VIOLENZA
BANGLADESH: 16 CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA STUDENTESSA BRUCIATA VIVA
LOUISIANA (USA): PATTEGGIA E VIENE SCARCERATO DOPO 42 ANNI
SRI LANKA: INDIANO CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
ERGASTOLO: NESSUNO TOCCHI CAINO, LA CONSULTA APRE UNA BRECCIA NEL MURO DI CINTA DEL FINE PENA MAI
BANGLADESH: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN COMMERCIANTE DI FARIDPUR
INDIA: CONFERMATE TRE CONDANNE A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA RAGAZZA
MALESIA: CONFERMATA IN APPELLO CONDANNA CAPITALE PER TRAFFICO DI DROGA
MALESIA: LAVORATORE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN COLLEGA
ERGASTOLO. NESSUNO TOCCHI CAINO, LA CONSULTA AFFERMI IL DIRITTO ALLA SPERANZA NEL NOSTRO PAESE
BANGLADESH: 7 CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA DONNA
MALESIA: COPPIA INDONESIANA CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL LORO NEONATO
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA SUA RAGAZZA
TANZANIA: CORTE D’APPELLO CONFERMA TRE CONDANNE CAPITALI
BANGLADESH: 12 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
EMIRATI ARABI UNITI: CORTE SUPREMA CONFERMA DUE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
NIGERIA: CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO

1 2 3 [Succ >>]
2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits