Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Paul Browning
Paul Browning
USA: PAUL BROWNING DIVENTA IL 168° ‘ESONERATO’ DAL BRACCIO DELLA MORTE

6 giugno 2020:

La Corte Suprema del Nevada il 2 giugno 2020 ha respinto il ricorso della pubblica accusa contro la sentenza del 21 agosto 2019 che disponeva la scarcerazione dell’uomo a seguito del ritiro di tutti i capi di imputazione. Rendendo definitivo il ritiro dei capi d’imputazione, la Corte Suprema chiude definitivamente il caso e Browning viene aggiunto, con il numero 168, alla “lista degli esonerati” del DPIC, ossia la lista delle persone che, dal 1973 ad oggi, sono state negli Stati Uniti prima condannate a morte e in un secondo tempo completamente assolte.
La “lista degli esonerati” va anche sotto il nome di “Innocence List”. Una lista equivalente, la National Registry of Exonerations, un progetto congiunto di 3 università, tiene conto dei prosciolti anche quando non erano stati condannati a morte, e dal 1989 ad oggi ne ha individuati 2.624.
Browning, oggi 63 anni, nero, ha trascorso 33 anni nel braccio della morte. Venne condannato a morte nel 1986 con l’accusa di aver ucciso un gioielliere, Hugo Elsen, nel corso di una rapina nel suo negozio l’8 novembre 1985. La condanna a morte venne annullata dalla Corte Suprema di stato nel 2004 perché all’imputato era stato assegnato d’ufficio un avvocato con solo un anno di esperienza, il quale non aveva controinterrogato né il principale testimone dell’accusa, né gli agenti di polizia quando, in aula, avevano esposto la loro ricostruzione dei fatti.
Una seconda giuria condannò di nuovo a morte Browning nel 2007 utilizzando le stesse prove del primo processo. Dopo una ulteriore serie di ricorsi il 20 settembre 2017 una corte d’appello federale (la Corte d’Appello del 9° Circuito) aveva annullato il processo alla radice, annullando il verdetto di colpevolezza con la doppia motivazione del comportamento scorretto della pubblica accusa (che aveva tenuto nascoste rilevanti circostanze favorevoli alla difesa) e dell’inadeguata assistenza legale.
Nel marzo 2019 il giudice Douglas Herndon della Clark County aveva annullato l’imputazione di omicidio, in quanto l’unico testimone dell’accusa era nel frattempo deceduto, e quindi non era più sanabile l’errore dell’avvocato che durante il primo processo non lo aveva controinterrogato. Il 21 agosto 2019 lo stesso giudice Herndon aveva ordinato la scarcerazione di Browning prendendo atto che i ricorsi della pubblica accusa contro la sua decisione di invalidare le imputazioni avrebbero portato via ancora molto tempo. Nel caso di Browning si riscontrano tutte le principali cause delle condanne sbagliate: comportamento scorretto della polizia o della pubblica accusa, falsa testimonianza o falsa accusa, false prove forensi, errata identificazione da parte di testimoni oculari e inadeguata assistenza legale d’ufficio.
La Corte d'appello federale nel 2017 aveva definito il suo processo "un misto di inquietante cattiva condotta giudiziaria e assistenza legale dolorosamente inadeguata". I nuovi difensori di Browning avevano evidenziato che la polizia e i pubblici ministeri avevano nascosto l’esistenza di una impronta insanguinata trovata sulla scena del crimine che non corrispondeva alle scarpe o alle dimensioni del piede di Browning, avevano forzato i test sul sangue trovato sulla scena del crimine, avevano manipolato i testimoni oculari, non rivelato i vantaggi offerti a un testimone chiave che potrebbe anche essere il vero autore dell'omicidio, e nascosto le incoerenze tra le ferite della vittima e il coltello che i procuratori sostenevano Browning avesse usato.

(Fonti: DPIC, 02/06/2020)

Altre news:
CINA: GIUSTIZIATO PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
CARCERE. NESSUNO TOCCHI CAINO, UN ALTRO SUICIDIO IN ISOLAMENTO
SOMALIA: AL-SHABAAB TAGLIANO LA MANO DI UN UOMO CONDANNATO PER FURTO
PAKISTAN: RIMANDATA UDIENZA D’APPELLO PER LA COPPIA CRISTIANA CONDANNATA A MORTE PER BLASFEMIA
IRAN: L’AYATOLLAH KHAMENEI GRAZIA 3.721 DETENUTI
PAKISTAN: IL GOVERNO DELL’AZAD JAMMU E KASHMIR APPROVA LA PENA DI MORTE PER GLI ABUSI SU MINORI
IRAQ: PIU’ DI 3.000 I TERRORISTI DELL’ISIS NEL BRACCIO DELLA MORTE
INDIA: ASSOLTO DOPO ESSERE STATO CONDANNATO A MORTE PER TRIPLICE OMICIDIO
COVID-19: APPELLO PER UNA MORATORIA MONDIALE SULLA PENA DI MORTE DURANTE LA PANDEMIA
NIGERIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL PADRE
NIGERIA: SEI MILITARI RISCHIANO LA CONDANNA A MORTE IN RELAZIONE ALL’UCCISIONE DEL CAPO DELLA DIFESA
PENNSYLVANIA (USA): GIUDICE FEDERALE ANNULLA VERDETTO COLPEVOLEZZA E CONDANNA A MORTE DI SAMUEL RANDOLPH

[<< Prec] 1 2 3
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits