Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

STATI UNITI: 172 INNOCENTI LIBERATI DAL BRACCIO DELLA MORTE. FALSE PROVE DELL’ACCUSA, FALSI INFORMATORI, PREGIUDIZI RAZZIALI

5 dicembre 2020:

Sergio D’Elia su Il Riformista del 4 dicembre 2020

Data la fallibilità del giudizio umano, c’è sempre stato il pericolo di condanna ed esecuzione di una persona innocente. Non esiste un sistema di giustizia perfetto che possa scongiurare un tale pericolo. Lo stesso sistema americano, forte di tutele, garanzie e ricorsi infiniti, non ha mai rappresentato l’antidoto agli errori giudiziari. La presunzione che quasi tutti nel braccio della morte fossero colpevoli è svanita quando agli imputati sono stati concessi avvocati più esperti, giurie non prevenute, test scientifici obbligatori. Da allora molti casi di innocenti sono emersi. Dal 1973, sono state liberate più di 170 persone ingiustamente condannate a morte, tra cui cinque nel 2020.
Il 24 gennaio del 2020, la Corte Suprema del Nevada ha confermato il proscioglimento di Paul Browning che era stato condannato nel 1986 per la rapina e l’omicidio di un gioielliere di Las Vegas. Nel processo era stato difeso da un avvocato che praticava da meno di un anno. Un’indagine difensiva un po’ competente avrebbe rivelato i difetti nelle prove dell’accusa e la falsità di dichiarazioni di testimoni che l’accusa aveva presentato alla giuria. “Quando vedo una persona di colore penso che si assomiglino tutte”, aveva detto uno di loro che poi al processo avrebbe testimoniato senza esitazione che Browning era l’uomo visto sulla scena del delitto.
Walter Ogrod è stato esonerato dal braccio della morte della Pennsylvania il 10 giugno 2020, ventotto anni dopo l’arresto per l’omicidio di una bambina di quattro anni. Il processo era viziato alla base da cattiva condotta della polizia e dell’accusa, da false prove forensi e testimonianze di informatori detenuti. Lo avevano “incastrato” due detective di Filadelfia con un curriculum di abusi e false confessioni. Privato del sonno nel corso di 14 ore di interrogatorio, Ogrod aveva alla fine confessato di aver picchiato la vittima con un bilanciere. La bimba invece era morta di asfissia e non era stata picchiata, ma i pubblici ministeri avevano nascosto alla giuria il referto del medico.
Kareem Johnson è stato prosciolto il 1° luglio 2020. Era stato condannato nel 2007 sulla base di false prove del DNA che lo avevano collegato all’omicidio. La Corte Suprema della Pennsylvania aveva stigmatizzato la cattiva condotta del pubblico ministero che aveva mostrato “un disprezzo consapevole e sconsiderato per il diritto dell’imputato a un processo equo”.
Il 4 settembre 2020, dopo sei processi segnati da cattiva condotta dell’accusa e pregiudizio razziale, Curtis Flowers è stato prosciolto dagli omicidi avvenuti nel luglio 1996 di quattro dipendenti di un negozio di mobili di proprietà di bianchi a Winona, Mississippi. Per il combinato disposto di un informatore detenuto testimone principale dell’accusa e giurie di soli bianchi o a stragrande maggioranza composte da bianchi, accuratamente selezionate dall’ufficio del procuratore distrettuale, Flowers, un afroamericano, era stato ripetutamente condannato a morte.
Il 14 settembre 2020, un tribunale della contea di Hillsborough, in Florida, ha esonerato Robert DuBoise 37 anni dopo la condanna per stupro e omicidio di una ragazza di 19 anni basata su prove scientifiche spazzatura e false testimonianze di un informatore della prigione. DuBoise deve la vita agli avvocati dell’Innocence Project of Florida che hanno presentato al giudice le prove della sua innocenza. Sulla vittima non c’erano i segni di morsi evidenziati nelle perizie accusatorie, mentre le prove del DNA nascoste alla giuria scagionavano DuBoise e implicavano altri due uomini.
Con Robert DuBoise, a oggi, sono 172 i detenuti del braccio della morte prosciolti da condanne ingiuste che li hanno portati a un passo dalla sedia elettrica, dalla camera a gas, dal plotone di esecuzione o dal lettino dell’iniezione letale, l’ultima invenzione, più “umana e civile”, di supplizio capitale.
Il rischio di condannare un innocente è insito nel giudicare ma, a ben vedere, l’errore giudiziario di fondo sta nel peccato d’origine di una giustizia concepita come una catena di causa ed effetto, perpetua e indiscutibile, che va dal giudizio alla condanna e, quindi, alla pena. Da un tale pericolo, letteralmente mortale in caso di una pena capitale ma non meno letale in caso di “fine pena mai” o di pena carceraria, ci si può liberare una volta per tutte solo se si coltiva la visione di Aldo Moro, la sua invocazione non tanto di un diritto penale migliore, ma di qualcosa di meglio del diritto penale. La riforma radicale della giustizia è nella abolizione degli istituti di pena, nella conversione strutturale degli apparati di giudizio e punizione in forme più ecologiche, sociali e civili di riparazione e riconciliazione, in sistemi non di pene alternative ma di alternative alla pena.

https://www.ilriformista.it/usa-172-innocenti-liberati-a-un-passo-dal-patibolo-180712/?refresh_ce

Altre news:
TANZANIA: CONDANNE A MORTE COMMUTATE PER 256 PRIGIONIERI DEL BRACCIO DELLA MORTE
USA - Federale. Brandon Bernard, 40 anni, nero, è stato giustiziato.
USA - Anche Amanda Knox, con “Death Penalty Action”, contro le esecuzioni federali.
BANGLADESH: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Kamal Asghari giustiziato nella prigione di Mahabad il 9 dicembre.
IRAN - Daniel Divani-Azar giustiziato nella prigione di Miandoab il 9 dicembre.
QATAR: CONFERMATE DUE CONDANNE CAPITALI PER OMICIDIO
INDONESIA: UNA CONDANNA A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN - Confermata la condanna a morte del giornalista Ruhollah Zam.
NIGERIA: CONFERMATA CONDANNA CAPITALE PER L’OMICIDIO DEL MARITO
PAKISTAN: TRE CONDANNE A MORTE PER STUPRO
ARABIA SAUDITA: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI DUE AGENTI DELLA SICUREZZA
EGITTO: AMNESTY RIPORTA 57 ESECUZIONI  A OTTOBRE E NOVEMBRE
CINA: GIUSTIZIATO PER GLI OMICIDI DI DUE SCOLARI
IRAN - Abdollah Mohammadi, minore all'epoca del reato, è stato giustiziato nella prigione di Yazd il 6 dicembre 2020.
COREA DEL NORD: FUCILATO IN PUBBLICO PER AVER VIOLATO NORME ANTI-COVID
BANGLADESH: SETTE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO POLITICO
RDC: 14 CONDANNATI A MORTE PER GLI OMICIDI DI DUE GEMELLI RAPPER
IRAN - La Corte Suprema annulla le condanne a morte di Saeed Tamjidi, Mohammad Rajabi e Amirhossein Moradi.
DITEMI QUAL È IL CARCERE GIUSTO PER QUESTO INVALIDO AL 100 PER 100
USA - Imputati di colore intellettualmente disabili e stranieri sproporzionatamente soggetti alla pena di morte.
NIGERIA: TRE CONDANNATI A MORTE PER RAPINE A MANO ARMATA NELLO STATO DI ONDO
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
PAKISTAN: UNA CONDANNA CAPITALE CONFERMATA E UN’ALTRA COMMUTATA
BANGLADESH: TRE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
IRAN - Nasrin Sotoudeh è dovuta tornate in prigione nonostante sia ancora positiva
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI CINQUE FAMILIARI
USA - Pennsylvania. Roderick Johnson oggi è stato scarcerato.
IRAN - URGENTE: l’esecuzione di Ahmadreza Djalali potrebbe davvero essere imminente.
COREA DEL NORD: GIUSTIZIATI QUATTRO SOLDATI COINVOLTI IN UN CASO DI CONTRABBANDO

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits