Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Fratel Carlo Mangione con Andrea Nicolosi
Fratel Carlo Mangione con Andrea Nicolosi
‘PIANGIAMO NOSTRO FRATELLO, PERDONIAMO CHI L’HA UCCISO. È NOSTRO FRATELLO ANCHE LUI’

11 dicembre 2020:

Nella notte del 5 dicembre, un evento terribile si abbatte sulla comunità dei frati di San Camillo nella terra di Acireale. Un ospite della comunità di accoglienza, uscito dal carcere otto anni fa, uccide a bastonate e poi brucia il corpo di Leonardo Grasso, da più di venticinque anni “ministro degli infermi” al servizio degli ultimi tra gli ultimi. È una storia antica quanto il mondo quella capitata al Camilliano Fratel Leonardo, quella di un fratello che viene ucciso da un suo fratello. Di un uomo buono che viene annientato da un altro che non ha saputo scegliere il bene e si sente a disagio, va a testa bassa dinanzi al bene. Anche questa è una storia che intride il suolo di sangue, un omicidio efferato da parte di un beneficato che si fa carnefice del suo amorevole servo. Stavolta, però, il sangue del flagellato non grida dal suolo, ma ha immediati e imprevisti annunci che, con un enorme balzo, superano la tragedia umana e sembrano, sul piano umano e spirituale, risolverla tutta intera.
Il sangue di Fratel Leonardo canta un inno nuovo, un inno al perdono del suo uccisore, che viene chiamato fratello, un fratello che ha sicuramente sbagliato – forse perché più sfortunato, perché non ha avuto una famiglia che lo ha sostenuto, degli affetti, delle opportunità per realizzare la sua vita – ma che DEVE essere perdonato. Ha una forza dirompente il messaggio dei Camilliani, che il loro portavoce, Fratel Carlo Maria Mangione, porge con una semplicità disarmante: “Noi siamo addoloratissimi per la morte di Fratel Leonardo ma anche per questo fratello che ha sbagliato. Vogliamo come comunità camilliana assicurare il perdono a questo ragazzo e viviamo, viviamo con l’amore ai poveri, l’amore agli ultimi perché, quando in una famiglia c’è uno che sbaglia, questa persona che sbaglia va sempre accolta nel cuore. Vogliamo evitare ogni forma di maledizione, di giudizio, di condanna nei confronti di questo nostro fratello”.
La Tenda di S. Camillo, di cui Fratel Leonardo era responsabile da 25 anni, è nata nei primi anni ’90 proprio per accogliere, accudire e accompagnare fino alla morte i malati di AIDS, che altrimenti morivano in solitudine, emarginati, spesso anche dalle loro famiglie. I Camilliani e i volontari, che piano piano si sono radunati attorno alla comunità, superando le iniziali ritrosie per i rischi del contagio, si sono così ritrovati ad accudire uomini e donne carichi di storie di estremo abbandono e grande sofferenza umana. La comunità ha assunto da subito la conformazione di una famiglia che poi ha accolto anche tossicodipendenti e persone con disagi psichici che non avevano dove altro andare. E come dovrebbe essere in ogni famiglia, alla Tenda si dispensava semplicemente amore: di fratello che serve, di padre che perdona, di madre che comprende e consola.
L’ondata di emozione per l’uccisione di Fratel Leonardo, carambolando velocemente tra le agenzie di stampa, è stata colta anche da Nessuno tocchi Caino che, in Sicilia per il “Viaggio della Speranza”, ha deciso di fare tappa alla Tenda di S. Camillo, in questa piccola frazione di Mangano, alle porte di Acireale, a rendere omaggio alle spoglie di Fratel Leonardo e a raccogliere il messaggio dei Camilliani direttamente dalla voce di Fratel Carlo trasmessa da Radio Radicale. Un messaggio di speranza e, ancor prima, di testimonianza di fede evangelica e servizio agli ammalati, agli ultimi. Testimonianza e modello dell’amore che, con le stesse parole di S. Paolo, “tutto copre, tutto spera, tutto crede, tutto sopporta” (1 Cor., 13) … tutto perdona!
Scompagina non poco gli schematismi del nostro pensiero e del nostro agire il messaggio dei Camilliani – pienamente nel solco del messaggio dell’accoglienza ribadito da Papa Francesco – che, in un’epoca di confusione e di forti conflitti sociali, spesse volte sommersi, a tutti i livelli, anche politici e istituzionali, ci costringe a rivedere in maniera critica e a rinnovare il rapporto e l’approccio ai nostri simili e ai nostri contrapposti, ai “buoni” e ai “cattivi”.

Altre news:
BANGLADESH: DUE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER UN OMICIDIO A SCOPO DI RAPINA
EGITTO: UNA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
COREA DEL NORD: CAPITANO DI PESCHERECCIO GIUSTIZIATO PERCHE’ ASCOLTAVA RADIO FREE ASIA
PENA DI MORTE, ALL’ONU CRESCE IL FRONTE DEL NO
ONU: PER LA PRIMA VOLTA IL LIBANO VOTA A FAVORE DELLA MORATORIA SULLA PENA DI MORTE
‘MAMMA PERCHÉ NON POSSO PIÙ ABBRACCIARE PAPÀ?’ LA DOMANDA INNOCENTE DELLA FIGLIA DI UN DETENUTO
IRAN - Rasoul Ferdows è stato giustiziato nella prigione di Boroujerd il 18 dicembre.
MALESIA: GUARDIA DEL CORPO CONDANNATA A MORTE PER GLI OMICIDI DEL DATORE DI LAVORO E ALTRI DUE
SRI LANKA: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
BANGLADESH: OTTO CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
IRAN - Mohammad Moradi è stato impiccato il 17 dicembre nella prigione di Saqqez
IRAN - Shahab Javid è stato giustiziato il 17 dicembre nella prigione centrale di Qom.
IRAN - Agenti del ministero dell'Intelligence hanno distrutto la tomba di Navid Afkari
PENA DI MORTE. NESSUNO TOCCHI CAINO: ALTRO SUCCESSO DELLA MORATORIA ALL’ONU
SINGAPORE: CITTADINO DEL BANGLADESH CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA FIDANZATA
USA - “Rapporto di fine anno” del Death Penalty Information Center.
BANGLADESH: CINQUE ASSOLTI IN UN CASO DI STUPRO DI GRUPPO
ZAMBIA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FIDANZATO
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI NOVE PERSONE CONTATTATE TRAMITE TWITTER
BANGLADESH: 10 CONDANNE A MORTE E 5 ALL’ERGASTOLO PER OMICIDIO
IRAN - Francia, Germania e Austria reagiscono all'esecuzione del giornalista Zam
IRAN - Il forum commerciale UE-Iran subito dopo l'esecuzione di un giornalista manda un segnale sbagliato
IRAN - L’Iran convoca gli ambasciatori di Francia e Germania e considera “intromissioni” le critiche per l’esecuzione di Zam.
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI CINQUE PERSONE
RITA NON SI FERMA: GIÀ UN MESE DI DIGIUNO PER SALVARE L’UMANITÀ DOLENTE IN CARCERE
GIORDANIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN AGENTE ANTI-DROGA
USA - Federale. Brandon Bernard, 40 anni, nero, è stato giustiziato.
USA - 9 persone che hanno partecipato all'esecuzione di Hall positivi al COVID-19
TANZANIA: CONDANNE A MORTE COMMUTATE PER 256 PRIGIONIERI DEL BRACCIO DELLA MORTE

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits