Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

COVID-19
COVID-19
USA - 9 persone che hanno partecipato all'esecuzione di Hall positivi al COVID-19

10 dicembre 2020:

I membri del team di esecuzione federale risultano positivi per COVID-19 dopo l'esecuzione di Orlando Hall.
Otto membri della squadra che compie le esecuzioni federali e un consulente religioso sono risultati positivi al coronavirus dopo aver partecipato all'esecuzione del 19 novembre di Orlando Hall. Le infezioni COVID-19, che le autorità federali non avevano precedentemente rivelato, sono venute alla luce nei documenti prodotti in una causa legale che due prigionieri hanno presentato per fermare le rimanenti esecuzioni federali.
Il complesso correzionale federale di Terre Haute, in Indiana, dove vengono condotte le esecuzioni federali, è nel bel mezzo di una grave epidemia di COVID-19, con 264 detenuti e 21 membri del personale risultati positivi. I due detenuti, che stanno scontando condanne non capitali presso la struttura di Terre Haute, hanno chiesto a un tribunale federale di emettere un'ingiunzione contro le cinque esecuzioni previste, sostenendo che presentano un rischio significativo per la salute dei detenuti. La corte ha negato la loro richiesta il 9 dicembre.
In una dichiarazione giurata del 7 dicembre 2020 presentata nella causa Smith v. Barr, il consulente regionale della BOP (Bureau Of Prisons) Rick Winter ha dichiarato che sei membri del team di esecuzione di Hall portati a Terre Haute da altre strutture BOP appositamente per l'esecuzione sono risultati positivi al coronavirus "nell’arco di circa una settimana dal loro ritorno a casa". Altri due membri della squadra di esecuzione "sono risultati positivi più di una settimana dopo il ritorno a casa". Anche Yusef Ahmed Nur, professore presso l'Indiana University Kokomo, che subito prima dell’esecuzione ha assistito Hall in qualità di consigliere spirituale, ha affermato di essere risultato positivo al COVID-19 dopo l'esecuzione.
Ogni esecuzione porta in prigione circa 100 persone, incluso personale addetto all'esecuzione, personale addetto alla sicurezza, media e altri testimoni. I funzionari del BOP hanno affermato che i test COVID per coloro che si recano alle esecuzioni non sono obbligatori. Solo sei dei 40 membri del team di esecuzione hanno scelto di essere testati all'arrivo a Terre Haute e tutti sono risultati negativi. Gli otto test COVID-19 positivi rappresentano il 20% del team di esecuzione. Cinque di coloro che sono risultati positivi meno di una settimana dopo l'esecuzione era previsto partecipassero anche all'esecuzione di Brandon Bernard il 10 dicembre. I funzionari della BOP hanno affermato che ciò è in linea con la guida dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), che consiglia almeno dieci giorni di isolamento dopo un test positivo. Tuttavia, non è noto se qualcuno del personale sia stato riesaminato per assicurarsi che non sia più contagioso.
Cassandra Stubbs, direttrice del Capital Punishment Project dell'ACLU, ha dichiarato: "Il fatto che almeno il 20 per cento del team di esecuzione abbia contattato COVID-19 dopo l'esecuzione di Orlando Hall la dice lunga, soprattutto dato che non sappiamo quanti i membri del team hanno deciso di sottoporsi al test. Non c'è modo di condurre queste esecuzioni federali in questo momento in modo sicuro. Il governo federale non è solo disposto a mettere a rischio la salute e la sicurezza delle persone incarcerate a Terre Haute, ma sta mettendo in pericolo i propri dipendenti, le persone che vivono nella contea di Vigo, i consulenti spirituali e tanti altri".
Nur ha detto che era nella camera delle esecuzioni con il personale delle esecuzioni che non indossava mascherine. Ha scritto di essere "certo" di aver contratto il virus come conseguenza della sua partecipazione all'esecuzione, spiegando: "Il mio unico rischio di esposizione era il giorno dell'esecuzione, quando sono stato trascinato avanti e indietro da furgoni pieni a stanze affollate, e mi sono trovato nella camera della morte a pochi passi dagli agenti senza mascherine".
Si ritiene inoltre che le cinque esecuzioni federali eseguite durante l'estate abbiano contribuito a un'epidemia nella prigione di Terre Haute che ha provocato almeno tre vittime. In tutto il paese, più di 1.500 prigionieri sono morti di COVID dall'inizio della pandemia e almeno 16 detenuti nel braccio della morte sono morti a causa della malattia. Tredici decessi sono stati segnalati nel braccio della morte in California e uno in Arizona, Missouri e Ohio.
Almeno una dozzina di casi di COVID-19 sono stati direttamente collegati alla ripresa delle esecuzioni federali. Oltre al professor Nur e ai dipendenti del BOP infettati durante l'esecuzione di Hall, un membro del team di preparazione all'esecuzione per l'esecuzione di Daniel Lee a luglio è risultato positivo al virus. Le due avvocatesse di Lisa Montgomery hanno anche contratto il COVID-19 a seguito dell’essere state costrette a viaggiare, contro il parere medico, dalle loro case nel Tennessee, alla prigione di Fort Worth, in Texas, per visitare Montgomery in relazione alla sua esecuzione programmata per l’8 dicembre. A causa della gravità delle loro condizioni, un tribunale federale ha sospeso l'esecuzione della Montgomery, che il Dipartimento di giustizia ha poi riprogrammato per gennaio 2021.

https://deathpenaltyinfo.org/news/federal-execution-team-members-test-positive-for-covid-19-after-orlando-hall-execution 

(Fonti: DPIC, 10/12/2020)

Altre news:
BANGLADESH: DUE CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER UN OMICIDIO A SCOPO DI RAPINA
EGITTO: UNA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
COREA DEL NORD: CAPITANO DI PESCHERECCIO GIUSTIZIATO PERCHE’ ASCOLTAVA RADIO FREE ASIA
PENA DI MORTE, ALL’ONU CRESCE IL FRONTE DEL NO
ONU: PER LA PRIMA VOLTA IL LIBANO VOTA A FAVORE DELLA MORATORIA SULLA PENA DI MORTE
‘MAMMA PERCHÉ NON POSSO PIÙ ABBRACCIARE PAPÀ?’ LA DOMANDA INNOCENTE DELLA FIGLIA DI UN DETENUTO
IRAN - Rasoul Ferdows è stato giustiziato nella prigione di Boroujerd il 18 dicembre.
MALESIA: GUARDIA DEL CORPO CONDANNATA A MORTE PER GLI OMICIDI DEL DATORE DI LAVORO E ALTRI DUE
SRI LANKA: CINQUE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
BANGLADESH: OTTO CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UNA BAMBINA
IRAN - Mohammad Moradi è stato impiccato il 17 dicembre nella prigione di Saqqez
IRAN - Shahab Javid è stato giustiziato il 17 dicembre nella prigione centrale di Qom.
IRAN - Agenti del ministero dell'Intelligence hanno distrutto la tomba di Navid Afkari
PENA DI MORTE. NESSUNO TOCCHI CAINO: ALTRO SUCCESSO DELLA MORATORIA ALL’ONU
SINGAPORE: CITTADINO DEL BANGLADESH CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA FIDANZATA
USA - “Rapporto di fine anno” del Death Penalty Information Center.
BANGLADESH: CINQUE ASSOLTI IN UN CASO DI STUPRO DI GRUPPO
ZAMBIA: CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FIDANZATO
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI NOVE PERSONE CONTATTATE TRAMITE TWITTER
BANGLADESH: 10 CONDANNE A MORTE E 5 ALL’ERGASTOLO PER OMICIDIO
IRAN - Francia, Germania e Austria reagiscono all'esecuzione del giornalista Zam
IRAN - Il forum commerciale UE-Iran subito dopo l'esecuzione di un giornalista manda un segnale sbagliato
IRAN - L’Iran convoca gli ambasciatori di Francia e Germania e considera “intromissioni” le critiche per l’esecuzione di Zam.
RITA NON SI FERMA: GIÀ UN MESE DI DIGIUNO PER SALVARE L’UMANITÀ DOLENTE IN CARCERE
GIORDANIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DI UN AGENTE ANTI-DROGA
GIAPPONE: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI CINQUE PERSONE
‘PIANGIAMO NOSTRO FRATELLO, PERDONIAMO CHI L’HA UCCISO. È NOSTRO FRATELLO ANCHE LUI’
TAIWAN: PER LA COMMISSIONE DIRITTI UMANI IL GOVERNO DEVE RIVEDERE LE PROCEDURE RELATIVE ALLA PENA DI MORTE
USA - Federale. Brandon Bernard, 40 anni, nero, è stato giustiziato.

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits