Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

IRAN - Belucistan
IRAN - Belucistan
IRAN - Il Belucistan non è meno della Palestina

23 maggio 2021:

 

Il Belucistan non è meno della Palestina.
Il Belucistan, è una vasta regione dell'Asia sud-occidentale, politicamente suddivisa tra Iran (ad ovest), Afghanistan (a nord) e Pakistan (ad est). È popolato dall’antica etnia dei Beluci (in inglese Baluch, o Baloch).
Il Pakistan e l'Iran hanno perpetrato continuamente il genocidio dell’etnia Beluca (o Baluca) durante l'occupazione illegale del Belucistan rispettivamente nel 1928 e nel 1948. Poiché il genocidio dei Beluci è commesso dai cosiddetti stati musulmani, non c'è protesta da parte del "mondo musulmano" o dell'OIC (Organisation of Islamic Cooperation).
Non c'è giorno in cui i Beluci non finiscano la loro giornata senza portare sulle spalle i cadaveri dei loro cari in entrambe le parti del Belucistan occupato. Le continue uccisioni di Beluci, tuttavia, non fanno notizia sui media mondiali, e nemmeno i paladini dei diritti umani si riuniscono nelle capitali occidentali per protestare contro i crimini contro l'umanità del Pakistan e dell'Iran.
Come scrisse il defunto studioso americano, Selig S. Harrison in un articolo nel 2006, "Il genocidio al rallentatore inflitto agli uomini delle tribù Beluche nelle montagne e nei deserti del Pakistan sud-occidentale non si qualifica ancora come una grave catastrofe umanitaria rispetto al massacro in Darfur o in Cecenia". Questo, purtroppo, è ancora oggi la situazione del Belucistan.
Il conflitto israelo-palestinese ha messo in luce il doppio standard di molti stati e attori statali. Ad esempio, Recep Tayyip Erdoğan continua il genocidio dei curdi nelle regioni curde in Turchia, Siria e Iraq, ma poi ha l'audacia di versare lacrime di coccodrillo sulla situazione dei palestinesi.
Allo stesso modo, il Pakistan è responsabile del genocidio dei bengalesi nel 1971, quando il popolo dell'ex Pakistan orientale ha chiesto l'indipendenza e ha intrapreso una lotta di liberazione. L'inazione della comunità internazionale nel riconoscere il genocidio del popolo bengalese ha incoraggiato lo Stato pakistano a ripetere gli stessi crimini nel Belucistan occupato.
Le atrocità e le azioni oscure che questi stati hanno commesso sono registrate nelle pagine della storia. Solo un anno prima del genocidio dei bengalesi, il generale Zia-ul-Haq aveva avuto un ruolo importante nei fatti del Settembre Nero, quando nel settembre 1970 le forze armate giordane intervennero contro i palestinesi in Giordania. Le operazioni del settembre 1970 da parte della Giordania e sostenute da Zia-ul-Haq hanno ucciso circa 25.000 palestinesi. In Palestina quel settembre è ricordato come il “settembre nero”. Eppure, oggi i pakistani non solo ignorano il genocidio dei bengalesi e del “settembre nero”, ma giustificano tali crimini, e continuano a commetterne in Belucistan.
Nel 1973-1977 l'esercito pakistano commise atrocità contro l’indipendentismo dei Beluci, uccidendo oltre 10.000 persone, inclusa una grande offensiva nella valle di Chamalang, nella regione di Kohistan Marri nel 1974, in cui l'esercito pakistano bombardò e mitragliò 15.000 famiglie beluche. A queste operazioni aveva partecipato lo scià iraniano, fornendo elicotteri da combattimento e piloti.
Allo stesso modo, l'Iran, per aumentare il suo potere politico e religioso nella regione, ha distrutto l'Iraq, la Siria, il Libano e la Palestina attraverso le sue “guerre per procura”.
L'Iran sopprime brutalmente anche le voci di beluci, curdi, arabi Ahwazi, turchi dell'Azerbaigian Meridionale e altri. La recente escalation delle esecuzioni di attivisti beluci e curdi, uccisioni mirate, e lo stillicidio di uccisioni di "Sokhtbar" (spalloni transfrontalieri di carburante) beluci e di "Kolbars" (spalloni transfrontalieri di merci varie) curdi è un altro esempio dei crimini di stato dell'Iran contro le nazioni occupate.
Nonostante i crimini compiuti contro nazioni oppresse e occupate come il Belucistan, il Kurdistan, Al-Ahwaz e altri, Pakistan, Iran e Turchia si atteggiano a “campioni del mondo musulmano” e della causa palestinese. Ma è solo una copertura per i crimini che continuano a compiere
Non importa quanto cerchino di nascondersi sotto il velo della religione, la storia li riconoscerà, e li riterrà responsabili dei loro crimini.

https://balochwarna.com/2021/05/23/balochistan-is-no-less-than-palestine/

(Fonte: balochwarna.com)

Altre news:
COREA DEL NORD: GIUSTIZIATO PER AVER VENDUTO ILLEGALMENTE FILM E VIDEO SUDCOREANI
ARABIA SAUDITA: OMICIDA PERDONATO DAL PADRE DELLA VITTIMA A POCHI MINUTI DALL’ESECUZIONE
IRAN - Abusi e molestie sessuali sistematiche contro le donne detenute
IRAN - Incriminato per spionaggio il turista francese Benjamin Berier
IRAN - Yousef e Shamsi Pirostovan (Pir-Ostovan) giustiziati nella prigione di Qazvin il 30 maggio
IRAN - Identificati i 6 uomini di etnia baluca giustiziati nella prigione di Birjand
USA - Arizona. Ripristinata la camera a gas
IRAN, PER IL DOPO-ROUHANI PRONTO IL ‘RE DELLA FORCA’
NON CHIAMATELA PREVENZIONE, QUESTA E’ UNA PERSECUZIONE
ZIMBABWE: UNA STATUA PER L’EROINA ANTI-COLONIALISTA IMPICCATA DAI BIANCHI
VIETNAM: NIGERIANO CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
EGITTO: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FRATELLO
TAIWAN: CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
CORTE SUPREMA: PENA DI MORTE CONFERMATA PER LA ‘RAPITRICE DI DAMMAM’
INDIA: CONDANNATI A MORTE 12 MEMBRI DI UNA BANDA DI RAPINATORI
USA - California. Commissione raccomanda l'abrogazione della pena di morte
SUDAN: PARAMILITARE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN MANIFESTANTE
INDIA: 13 ASSOLTI NEL CASO DEL MASSACRO DI SENARI
ZAMBIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER LO STUPRO E OMICIDIO DELLA FIGLIA DI TRE GIORNI
IRAN - Saba Kord Afshari in sciopero della fame
IRAN - Kianoosh Ali-Moradi e Ahmad Qodrati giustiziati nella prigione di Isfahan il 24 maggio
IRAN - Una donna, Kobra Fatemi, impiccata nella prigione di Yazd il 23 maggio
IRAN - Saleh Shariati, minorenne condannato a morte, assolto in appello.
IRAN - Nuova sentenza nel caso artificioso contro Narges Mohammadi
L’EREDITÀ SECONDO PANNELLA: ‘FATE DELLA MANCANZA UNA PRESENZA’
VIETNAM: TRE CONDANNATI A MORTE A HO CHI MINH CITY PER REATI DI DROGA
MALESIA: COPPIA CONDANNATA A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO
LA CONOSCENZA COME DIRITTO UMANO. IL CONSIGLIO D’EUROPA DICE SI’
USA - L’ergastolo senza condizionale è una condanna a morte, ma con meno protezioni legali
IRAN - Secondo PMOI/MEK alla data del 21 maggio le vittime del Coronavirus sarebbero 294.800

1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits