Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

KENYA: IL 43% DEI CONDANNATI A MORTE IGNORAVA COSA STESSE SUCCEDENDO DURANTE IL PROCESSO

24 gennaio 2023:

Il 43% dei detenuti nel braccio della morte del Kenya ignorava cosa stesse succedendo durante il processo a loro carico. Lo afferma un rapporto presentato il 24 gennaio 2023 dal Death Penalty Project, in collaborazione con la Commissione Nazionale Kenyana sui Diritti Umani.
Lo studio si basa su un campione di 671 detenuti in 12 carceri keniote e include non solo detenuti attualmente condannati a morte, ma anche detenuti precedentemente condannati a morte che hanno in seguito ricevuto la commutazione della pena.
Secondo il rapporto, attualmente ci sono circa 600 prigionieri nel braccio della morte in Kenya. Ci sono molti altri prigionieri che sono stati condannati a morte negli ultimi decenni ma le cui condanne capitali sono state commutate in ergastolo.
Mentre 120 Paesi in tutto il mondo hanno ormai abolito la pena di morte, di cui 25 in Africa, il Kenya è una delle 22 nazioni africane che continua a mantenere la pena di morte nei codici, sebbene non abbia praticato esecuzioni da più di trent’anni.
Il rapporto rileva che il braccio della morte del Kenya è popolato da coloro che erano scarsamente istruiti e avevano lavori precari e di basso livello, con poca sicurezza economica. Al momento del reato, molti avevano una notevole responsabilità per le condizioni delle persone a loro carico.
Solo l'11% aveva una precedente condanna al momento del reato.
La maggior parte dei detenuti, il 56%, è stato condannato a morte per rapina con violenza, mentre il 44% per omicidio.
"Il 95% dei condannati per rapina non sapeva che questo reato fosse punibile con la morte e allo stesso modo l'86% dei condannati per omicidio non sapeva che fosse punibile con la morte", ha detto il Direttore dell'Unità di Ricerca sulla Pena di morte presso l'Università di Oxford, Prof. Carolyn Hoyle.
"Nello spiegare a cosa fosse dovuta una scelta così irrazionale... ci sono state risposte come se fossero in una modalità emotiva intensificata quando hanno commesso il crimine."
Il rapporto aggiunge che più di 1 su 10 non ha mai frequentato un'istruzione regolare e più dei due terzi ha completato solo la scuola primaria. Solo 1 su 10 dei detenuti aveva prima un impiego a tempo indeterminato.
La Commissione Nazionale per i Diritti Umani del Kenya ha esortato il governo ad accelerare il processo di abolizione della pena di morte che, secondo la Commissione, è contraria ai diritti umani, equivale a tortura e non dissuade altri dal commettere reati.
“La pratica nega la capacità di reinserimento e riabilitazione dei condannati.
L'obiettivo di qualsiasi sistema giudiziario dovrebbe essere riabilitare e non punire. L'esecuzione della pena di morte non è pertanto incoraggiata", ha affermato Roseline Odede, presidente della KNCHR.
Il Kenya non pratica esecuzioni capitali dal 1987.

(Fonti: Citizen Digital, 24/01/2023)

Altre news:
IRAN - 2 uomini giustiziati a Tabriz il 31 gennaio
FRIULI VENEZIA GIULIA. IL VIAGGIO DELLA SPERANZA: ‘VISITARE I CARCERATI’
IRAN - Già 18 curdi giustiziati dall'inizio dell'anno
IRAN - Ahmad Zali Tabar e Omid Ali Kohi giustiziati “la scorsa settimana” a Karaj
IRAN - Ali Allahverdi e Farhang Zakayi giustiziati a Shiraz il 31 gennaio
BANGLADESH: ARRESTATI DUE LATITANTI CONDANNATI A MORTE
INDIA: CONDANNATO A MORTE NEL GUJARAT PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
IRAN - Esmaeil Kachalanlu giustiziato nella prigione di Mako il 30 gennaio
IRAN - 4 uomini giustiziati a Kerman il 30 gennaio
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI TRE FAMILIARI
IRAN - Hasan Javanroudian giustiziato a Karaj il 30 gennaio
INDIA: 165 CONDANNATI A MORTE NEL 2022, RECORD NEGLI ULTIMI 20 ANNI
IRAN - Gli Stati Uniti accusano tre persone di un complotto sostenuto dall'Iran per uccidere Masih Alinejad
IRAQ: 14 CONDANNATI A MORTE PER IL MASSACRO DI CAMP SPEICHER
‘SO CHE MI IMPICCHERANNO. FATEMI VEDERE MIA FIGLIA PER L’ULTIMA VOLTA’
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
LE CONDIZIONI DETENTIVE DI MMD RIGUARDANO ANCHE NOI. ECCO PERCHE’
NAPOLI: 27 GENNAIO ‘MAGISTRATURA E GIUSTIZIA IN ITALIA’ ALL’ UNIVERSITA’ FEDERICO II
MALI: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI DI TRE PEACEKEEPER DELLE NAZIONI UNITE
IRAN - 4 uomini giustiziati a Karaj il 26 gennaio
IRAN - Hamed Heydari giustiziato a Khalkhal il 26 gennaio
USA - I familiari delle vittime chiedono al North Carolina e al Nevada di svuotare i bracci della morte
USA - North Carolina. James McKamey condannato a morte
IRAN - Mansour Yusuf Zahi giustiziato a Bandar Abbas il 25 gennaio
IRAN - Condannata a morte una giovane manifestante curda incinta, Shahla Abdi
IRAN - Condannato a morte il manifestante Shoaib Mir Baluchzehi Rigi, 18 anni
ALCAMO: 26 GENNAIO CONVEGNO AVVOCATI
IRAN - Reza Aghale giustiziato a Qazvin il 25 gennaio
BANGLADESH: PER L’OMICIDIO DI UNA CASALINGA SETTE CONDANNATI A MORTE, INCLUSO IL FIGLIO
IRAN - 3 uomini giustiziati ad Arak il 24 gennaio

1 2 3 4 5 [Succ >>]
2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits