Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Christal Martin
Christal Martin
WYOMING (USA): CHRISTAL MARTIN, CHE HA PERSO LA MADRE E IL MARITO IN OMICIDI SEPARATI, CHIEDE L’ABROGAZIONE DELLA PENA DI MORTE

24 ottobre 2020:

Christal Martin, che ha perso la madre e il marito in omicidi separati, chiede al Wyoming di abrogare la pena di morte a beneficio dei familiari delle vittime.
In un editoriale del 17 ottobre sul Casper Star Tribune, Christal Martin ha descritto il profondo trauma emotivo causato ai familiari delle vittime di omicidio durante i procedimenti giudiziari e l'inadeguatezza dei servizi di supporto che le famiglie ricevono nel sistema giudiziario statale. Confrontando gli alti costi della pena di morte con le scarse risorse fornite alla sua famiglia dopo gli omicidi, Martin ha affermato che "invece di mantenere una costosa pena di morte che getta milioni di dollari in pochi casi, il Wyoming dovrebbe impegnarsi a fornire un sostegno adeguato alle famiglie di vittime di omicidio."
Martin era una bambina quando sua madre è stata rapita, violentata e assassinata. Spiega che anche se l'assassino ha confessato e l'accusa non ha chiesto la pena di morte, i procedimenti giudiziari si sono comunque trascinati per più di un anno. "Non credo che sarei sopravvissuta a quegli anni dell'adolescenza se fossimo stati trascinati in tribunale anno dopo anno, udienza dopo udienza, appello dopo appello, come accade con le cause capitali", ha scritto. "E non sono sicura che avrei potuto gestire quella condizione creando a un’altra il tipo di perdita che la mia famiglia aveva subito".
Quando anche suo marito fu assassinato anni dopo, fu costretta a rivivere quell'esperienza. "Ogni volta che sono entrata in un'aula di tribunale per un’udienza o ho avuto una conversazione con l'ufficio del pubblico ministero sui passi successivi nel caso dell'omicidio di mio marito, i miei figli e io siamo stati nuovamente traumatizzati", ha ricordato. "La visione di quello che era successo a mio marito si è riaffacciata più e più volte nella mia mente."
L'attenzione di Martin si è spostata sull'aiutare i suoi figli ad affrontare il loro dolore, ma ha dovuto affrontare una burocrazia del servizio di supporto alle vittime che, secondo lei, era "perennemente sottofinanziata ed estremamente difficile da gestire".
"Lo svolgimento del processo mi ha confermato quanto il nostro attuale sistema giudiziario fallisca nei confronti delle famiglie delle vittime di omicidio, proprio nel momento in cui hanno più bisogno di sostegno", ha scritto Martin. "Molti sopravvissuti affrontano problemi anche solo per alzarsi dal letto (so di averlo fatto), per non dire del capire dove trovare consulenza per il dolore e altri servizi necessari". Tentare di affrontare questa tragedia perseguendo la morte di un'altra persona, sostiene, non è la soluzione.
Martin conclude: "è ora di porre fine alla pena di morte nel Wyoming. ... le risorse riparmiate potrebbero essere utilizzate per programmi che effettivamente mantengano le nostre comunità al sicuro, prevenendo la violenza prima che si verifichi e che forniscano risorse di guarigione per le famiglie delle vittime come la mia".
"I costi emotivi e finanziari sono troppo grandi da sopportare per il Wyoming. Abrogare la pena di morte del Wyoming per i familiari delle vittime come me e i miei figli".

(Fonti: DPIC, 21/10/2020)

Altre news:
LETTERA ALL'UNIONE EUROPEA DELLE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI: SALVIAMO AHMADREZA DJALALI
CINA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDI E STUPRI
BANGLADESH: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO E STUPRO
NIGERIA: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER RAPINA
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO E STUPRO DI UN BAMBINO
IRAN - Appello contro l’esecuzione di Ahmadreza Djalali, un medico e scienziato che ha lavorato anche in Italia.
SOMALIA: RINVIATA L’ESECUZIONE IN SOMALILAND DEL CITTADINO NORVEGESE ACCUSATO DI OMICIDIO
PAKISTAN: CONDANNA CAPITALE COMMUTATA IN ERGASTOLO
ONU: 67ESIMA RISOLUZIONE DI CONDANNA PER LE VIOLAZIONI DEI DIRITTI UMANI IN IRAN
KUWAIT: CASSAZIONE CONFERMA CONDANNA A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN POLIZIOTTO
PAKISTAN: POLIZIOTTO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN CIVILE
ALGERIA: ASSEMBLEA NAZIONALE APPROVA LA PENA DI MORTE PER IL SEQUESTRO DI MINORI
‘IRAQ, 21 ESECUZIONI IN UN GIORNO CON ACCUSE FUMOSE…’
USA - 1.450 detenuti e 98 agenti morti di Covid-19 nelle prigioni USA.
NIGERIA: CONDANNATO ALL’IMPICCAGIONE PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO
USA: ORLANDO HALL GIUSTIZIATO NEL PENITENZIARIO FEDERALE DI TERRE HAUTE
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE TRE VOLTE PER PEDOFILIA
‘HO SPOSATO LUCA IN CARCERE, LI’ VIVE ISOLATO NEL SUO DOLORE’
COREA DEL SUD: PRIMO VOTO A FAVORE DELLA RISOLUZIONE PRO-MORATORIA
USA - Il giudice federale Randolph Moss sospende l’esecuzione di Lisa Montgomery.
GIORDANIA: CORTE DI CASSAZIONE CONFERMA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
SOMALIA: CITTADINO NORVEGESE CONDANNATO A MORTE IN SOMALILAND PER OMICIDIO
IRAN: PRIGIONIERO GIUSTIZIATO NEL CARCERE CENTRALE DI KARAJ
E’ MORTO ROGER HOOD. HA LOTTATO UNA VITA CONTRO LA PENA CAPITALE
PENA DI MORTE: TERZO COMITATO ONU APPROVA A SCHIACCIANTE MAGGIORANZA PROPOSTA DI RISOLUZIONE PRO-MORATORIA
IRAN - Ghassem Gh. giustiziato nella prigione di Mashhad il 18 novembre.
IRAN: GIUSTIZIATO NEL CARCERE DI TAYBAD PER DROGA
REGNO UNITO - È morto il professor Roger Hood, uno dei fondatori del movimento internazionale per l'abolizione della pena di morte
IRAQ: 21 GIUSTIZIATI PER ‘TERRORISMO’ NEL CARCERE DI NASSIRIYA
BANGLADESH: CORTE SUPREMA CONFERMA TRE CONDANNE A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA DONNA INCINTA

1 2 3 [Succ >>]
2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits