Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Sirhan Sirhan
Sirhan Sirhan
ACCANIMENTO DEI KENNEDY CONTRO IL KILLER DI BOB: 53 ANNI DI CARCERE SONO POCHI…

4 settembre 2021:

In Italia usiamo il termine “doppiopesismo” per definire quelle persone che un principio teorico lo applicano in senso favorevole per gli amici e sfavorevole per i nemici.
Le recenti cronache statunitensi ci confermano che questa forma di pensiero, il “double standard”, è più diffusa di quanto sembri. Potremmo dire che “capita nelle migliori famiglie”.
Sirhan Sirhan, l’uomo che nel 1968 aveva assassinato Bob Kennedy, ha avuto un primo parere favorevole alla libertà condizionale. I media italiani hanno tutti semplificato, sostenendo che la “libertà sulla parola” gli era stata concessa. In realtà l’uomo, arrestato a 24 anni, ora che ha 77 anni, dopo un’udienza in videoconferenza, ha ottenuto “solo” un parere di “ammissibilità”.
Questo è il termine che useremmo in Italia, e sta a significare che in suo favore si sono pronunciati i due membri di una commissione “specializzata in ergastolani” che ha l’incarico di stabilire, tenendo una cosiddetta “Lifer Hearing”, se un detenuto ha i requisiti necessari perché il suo caso venga discusso.
Entro 90 giorni Sirhan affronterà il Board of Parole. Se anche il secondo esame sarà positivo, la “raccomandazione di clemenza” verrà inviata al Governatore, il quale entro 30 giorni potrà accettarla, modificarla, oppure respingerla.
“Clemenza” è il termine generico che negli Stati Uniti comprende qualsiasi forma di riduzione della pena.
La “clemenza” viene “raccomandata” da quello che in Italia chiameremmo “tribunale di sorveglianza”, ma poi sta all’autorità politica, che negli Usa ha esplicitamente il controllo sulla magistratura, confermarla.
Sirhan, Palestinese nato a Gerusalemme, di nazionalità giordana, cristiano, nella notte tra il 5 e il 6 giugno 1968, a Los Angeles, sparò a Bob Kennedy.
Kennedy Junior, bianco, importante esponente del Partito Democratico, cattolico, fratello minore di JFK assassinato a Dallas nel 1963, padre di 13 figli, aveva 42 anni. Morì in ospedale 24 ore dopo.
Venne condannato a morte nell’aprile 1969.
Nel 1972, dopo che la legge capitale della California era stata dichiarata incostituzionale, e prima che una modifica legislativa la rendesse nuovamente “costituzionale”, Sirhan ebbe la pena commutata in ergastolo.
Secondo le leggi in vigore all’epoca, un ergastolano può chiedere “clemenza” dopo aver scontato 25 anni.
Sirhan ha presentato la richiesta 15 volte, ed è sempre stata respinta. Quest’anno, anche grazie a una innovativa presa di posizione del procuratore distrettuale della Contea di Los Angeles, George Gascon, la sua richiesta ha superato il 1° esame.
Gascon, Democratico, fervente ammiratore dei Kennedy, che in passato è stato anche vicecapo della polizia di Los Angeles, la città dove Sirhan ha ucciso Kennedy, ritiene che il compito del pubblico accusatore termini con il processo, e che la Procura non debba interferire con chi è chiamato a valutare l’eventuale percorso rieducativo di un condannato. Per questo motivo, a differenza degli scorsi anni, la Pubblica Accusa non si è opposta alla richiesta di condizionale di Sirhan.
Se non si è opposta la Procura, a favore di Sirhan si sono espressi 2 degli 8 figli viventi della vittima, Robert e Douglas Kennedy, e anche Paul Schrade, un sindacalista amico di Kennedy che venne ferito gravemente, seppure involontariamente, da Sirhan.
Nei giorni scorsi, dopo che la stampa aveva diffuso la notizia dell’esito positivo della prima udienza di Sirhan, gli altri 6 figli (Joseph, Courtney, Kerry, Christopher, Maxwell e Rory Kennedy) hanno espresso il loro disappunto, invitando il governatore della California, Gavin Newsom, a non ratificare il provvedimento. Cattolici e progressisti quanto si vuole, ma per Sirhan nessuna pietà.
Che è poi la stessa cosa che è successa nell’agosto 2020 a Mark David Chapman, il giovane che, immedesimatosi nel “Giovane Holden” di Salinger, nel 1980 aveva sparato a John Lennon. La cui canzone più famosa, Imagine, viene ancora oggi considerata “Un inno alla fratellanza, all’amore universale, alla pace”. E la seconda canzone più famosa, “Give Peace a Chance”, cantata assieme a Yoko Ono, è considerato l’inno mondiale del pacifismo, e invita, appunto, a dare una chance alla pace. Bisogna dare una chance alla pace, ma a Chapman no, dice la signora Ono, che pure, artista molto “liberal”, vive dei diritti d’autore di quelle due canzoni. Come dire, predicare la pace va bene, purché il concetto rimanga astratto. Perché se poi si passa alle persone in carne e ossa, allora la vendetta è molto meglio.

Altre news:
NIGERIA: 26 CONDANNE A MORTE COMMUTATE DAL GOVERNATORE DI ONDO
USA - Oregon. Annullato il verdetto di colpevolezza di Jesse Lee Johnson
BANGLADESH: DUE GIUSTIZIATI PER STUPRO E OMICIDIO
USA - Missouri. Ernest Johnson giustiziato
PAKISTAN: LA CHIESA OSPITA CAMPAGNA CONTRO LA PENA CAPITALE
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE IN CONTUMACIA PER TERRORISMO
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA DI CINQUE MESI
EGITTO: CONDANNATI A MORTE TRE MEMBRI DEI FRATELLI MUSULMANI
IRAN - Padre e figlio giustiziati nella prigione di Yazd il 3 ottobre
IL DRAMMA DI ANGELO, CHIUSO IN CELLA CON LE VOCI NELLA TESTA
PENA DI MORTE, NEL 2007 L’ITALIA SCRIVE LA PAROLA FINE
INDIA: ALTA CORTE DI BOMBAY COMMUTA DUE CONDANNE CAPITALI IN ERGASTOLI
CINA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MADRE
IRAN - 4 uomini giustiziati nella prigione di Adelabad il 1° ottobre

[<< Prec] 1 2
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits