Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA: FORCA AI MINIMI STORICI MA SEMPRE ‘RAZZISTA’

16 gennaio 2022:

Valerio Fioravanti su Il Riformista del 14 gennaio 2022

Undici esecuzioni in un anno è il numero più basso dal 1988 e 19 condanne a morte è una in più dell’anno scorso, che era il numero più basso dal 1972.
Da vent’anni Nessuno tocchi Caino traduce in italiano e sintetizza i principali “rapporti di fine anno” che gli statunitensi dedicano al tema della pena di morte. Potrebbe sembrare un punto di vista limitato, ma da come un Paese si occupa dei propri cittadini “peggiori” si ricavano elementi interessanti.
Dicevamo che il 2021 è stato, per la pena di morte negli Stati Uniti, l’anno “migliore” dell’ultimo mezzo secolo. C’entra il Covid: i processi sono stati rallentati dall’adozione delle videoconferenze e le attività legali a valle e a monte dei processi sono state rallentate, compresi i ricorsi “dell’ultimo minuto” a cui hanno diritto i condannati a morte subito prima dell’esecuzione. Nessuno sa calcolarne l’incidenza effettiva, ma sicuramente il Covid ha contribuito a tenere basse le cifre dell’ultimo anno. Forse, però, meno di quanto possa sembrare. A settembre avevamo segnalato che nel 2020, anche a causa del Covid, negli Usa gli omicidi erano aumentati del 29%, salendo a 21.500. Considerato che in media un processo per omicidio arriva a sentenza 12 mesi dopo il crimine, in tempi normali all’aumento di omicidi avrebbe dovuto corrispondere un aumento di pene capitali. Così non è stato. Il merito va a diversi nuovi Procuratori Distrettuali, che in campagna elettorale avevano promesso che non avrebbero utilizzato le procedure costosissime della pena di morte e avrebbero utilizzato il denaro risparmiato per altre cose, soprattutto programmi sociali di prevenzione e più lavoro su casi considerati “minori”. Il combinato disposto tra politici innovativi che negli ultimi tre anni hanno abolito la pena di morte in Virginia, Colorado e New Hampshire, Corti Supreme “garantiste” che hanno dichiarato incostituzionali le leggi capitali degli stati del Delaware e di Washington e pubblici ministeri più “sociali”, ha portato al livello attuale. Undici esecuzioni in una nazione che ha una media di 15.000 omicidi l’anno, e 330 milioni di abitanti, non sono tante. Però gli Stati Uniti sono l’unico Paese delle Americhe in cui è ancora in vigore la pena di morte. Non c’è in Canada, non c’è in Messico e non c’è in nessuno Stato del Centro e Sud America. Quindi sì, 11 esecuzioni sono ancora tante. E sono esecuzioni “razzialmente sbilanciate”.
Undici dei 19 condannati a morte nel 2021 erano neri o latinoamericani; 6 su 11 dei giustiziati erano neri. L’83% delle condanne a morte e la metà delle esecuzioni che coinvolgono uomini neri erano per reati contro bianchi, così come tre delle quattro condanne inflitte agli imputati latino-americani. Quattordici delle 19 condanne a morte riguardavano una vittima bianca, e nessuna persona bianca è stata condannata o giustiziata per una vittima nera. I dati “razziali” stanno migliorando, ma sono ancora molto sbilanciati. Un complicato ma prezioso calcolo che fa il Legal Defense and Educational Fund ci dice che il numero di detenuti neri (1.018) e bianchi (1.050) nei bracci della morte è praticamente uguale, ma i bianchi costituiscono il 70% della popolazione della nazione, mentre i neri sono il 13%. La proporzione “migliora” se si guarda alle persone giustiziate: il 55% era bianco, il 34 nero. Ma i dati tornano a sbilanciarsi fortemente quando si considerano le vittime.
Le 1.534 persone giustiziate dal 1977 a oggi erano state condannate per un totale di 2.246 omicidi. Le vittime di questi omicidi erano nel 75% dei casi bianche e solo nel 15% dei casi nere.
L’ultimo dato contenuto nei rapporti è l’inazione di Biden. Politici “minori” hanno abolito la pena di morte in tre Stati in tre anni, Corti Supreme di Stato hanno dichiarato illegale la pena di morte in altri due stati, e dei “piccoli pubblici ministeri di contea” rinunciano alla facile gloria di far condannare a morte i criminali locali. Manca il Presidente. Sia Biden che la sua vice, Kamala Harris, in campagna elettorale avevano speso grandi parole contro la pena di morte. Si diceva che entro i primi 100 giorni avrebbero proclamato una moratoria e poi commutato le condanne a morte federali. Il 20 gennaio sarà passato un anno dal loro insediamento e al momento non hanno fatto niente. Si può fare campagna “progressista” quanto si vuole, ma negli Usa abolire la pena di morte richiede un coraggio che evidentemente i politici “grandi” non hanno. Già, perché prima di Biden, Obama aveva avuto due mandati di tempo per fare qualcosa, e non ha fatto niente. E niente aveva fatto Clinton. Qui le analisi degli esperti si fermano. Sconsolate.

Altre news:
IRAN - Mehrab Salehi giustiziato a Yazd il 15 maggio
IRAN - Mohammad Bameri giustiziato a Iranshahr il 14 maggio
IRAN - Farshad Gamshadzehi, Esmail Jahantigh e Mansour Barahouyi giustiziati a Zahedan il 14 maggio
RDC: POLIZIOTTO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN ATTIVISTA PER I DIRITTI UMANI
EX DETENUTO CHIEDE DI TORNARE IN CARCERE: ‘SONO SPAVENTATO DAL MONDO ESTERNO’
HA RICUCITO IL SUDAFRICA, NON CHIAMATELA GIUSTIZIA SOFT
IRAN - Un uomo, non identificato, giustiziato nella prigione di Sabzevar il 10 maggio
IRAN - Hossein Fartash giustiziato a Isfahan il 12 maggio
BOTSWANA: PASTORE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE DEL DATORE DI LAVORO
INDIA: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER STUPRO E OMICIDIO
IL VIAGGIO DELLA SPERANZA CONTINUA
IRAN - Mostafà Kh. giustiziato a Mashhad l'11 maggio
USA - Arizona. Clarence Dixon è stato giustiziato
INDIA: GIOVANE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA RAGAZZA CHE LO AVEVA RESPINTO
IRAN - Sentenza della Corte d'Appello belga sul fallito attentato contro il raduno della resistenza iraniana a Parigi
GIORDANIA: CONDANNA A MORTE CONFERMATA PER L’OMICIDIO DEL PADRE
4bis. NESSUNO TOCCHI CAINO, LA CONSULTA PROROGA L'ILLEGALITÀ DEL REGIME OSTATIVO, RISPETTANDO I DESIDERATA DEI PARTITI MA NEGANDO LA DIGNITÀ DEI DETENUTI
IL VIAGGIO DELLA SPERANZA CONTINUA
IRAN - L'Europa deve avere un atteggiamento più fermo con l'Iran
NIGERIA: CORTE SUPREMA LIBERA UNA DONNA CHE ERA STATA CONDANNATA A MORTE PER OMICIDIO
IRAN - Quattro uomini giustiziati a Shiraz l'8 maggio
'FORCA!' URLA IL REGIME, 'PERDONO' RISPONDE IL POPOLO
IRAN - 3 Uomini e una donna giustiziati a Zahedan il 7 maggio
IRAN - Yousef Naderi e Abolfazl Hassan Moradi giustiziati a Qom il 7 maggio
VIVIAMO IN UNA BARA NELL’ATTESA DI ESSERE SEPOLTI
NIGERIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN CAPO TRADIZIONALE
INDIA: COMMUTATA CONDANNA A MORTE PER LO STUPRO E OMICIDIO DI UNA BAMBINA
IRAN - Svezia. Ahmadreza Djalali a rischio imminente di esecuzione
NIGERIA: CARCERE PER CHI PAGA IL RISCATTO E PENA DI MORTE PER I SEQUESTRATORI
VIETNAM: DUE CONDANNATI A MORTE PER PRODUZIONE DI METANFETAMINA

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits