ESECUZIONI NEL 2016 (al 30 giugno)

Bambini che assistono ad un'esecuzione in Iran

Almeno 1.685 esecuzioni sono state effettuate in 17 Paesi e territori nei primi sei mesi del 2016.

Cina: almeno 1.200

Iran: almeno 209

Arabia Saudita: almeno 95

Pakistan: almeno 75

Iraq: almeno 55

Stati Uniti: 14

Somalia: almeno 13

Afghanistan: 6

Bangladesh: 4

Malesia: almeno 3

Palestina (Striscia di Gaza): almeno 3

Sudan del Sud: almeno 2

Giappone: 2

Botswana: 1

Taiwan*: 1

Bielorussia: 1

Singapore: 1

 

Nei primi sei mesi del 2016, non si sono registrate esecuzioni in 7 Paesi – Ciad, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Giordania, India, Indonesia e Oman – che le avevano effettuate nel 2015.

Viceversa, 3 Paesi, che non avevano effettuato esecuzioni nel 2015, le hanno riprese nel 2016: Botswana (1), Bielorussia (1) e Palestina (Striscia di Gaza) (3).

È probabile che esecuzioni “legali” siano avvenute nel 2016 anche in Corea del Nord, Siria, Sudan, Vietnam e Yemen anche se non è possibile confermarlo.

Fonte: Nessuno tocchi Caino

In grassetto, le democrazie liberali1 (4) che hanno effettuato esecuzioni (18) nel 2016.

In corsivo, le novità del 2016 (3) rispetto al 2015.

* Stati non membri dell’ONU

1 La classificazione di “democrazia liberale” si basa sui criteri analitici usati in “Libertà nel mondo 2016”, il Rapporto annuale di Freedom House sulla situazione dei diritti politici e delle libertà civili paese per paese (www.freedomhouse.org).