IRAN: QUATTRO IMPICCATI PER DROGA

Quattro prigionieri sono stati impiccati per reati legati alle droghe a Darya, la prigione centrale di Urmia (provincia del West Azerbaijan, nord-ovest dell'Iran), ha riportato l'agenzia di stampa per i diritti umani HRANA.
I prigionieri sono stati identificati come Chengiz Badozadeh, Akram Hassanpour, Vahed Hamedi, e Kiumars Freydan (noto anche come Delawar).
Secondo la HRANA, Freydan era stato condannato a morte due volte in due casi separati. In uno dei casi era stato accusato di traffico di meno di 100 g di sostanze stupefacenti, nell’altro era stato accusato di traffico di meno di 500 g di narcotici.
Una delle sue condanne a morte era stata commutata in ergastolo. La moglie di Freydan è attualmente detenuta nella sezione femminile della prigione centrale di Urmia, con accusa legate alle droghe.
Il padre di Freydan, Effendi, è stato impiccato dalle autorità iraniane nel settembre 2016.
Il fratello di Freydan è rinchiuso nella sezione 14 della prigione centrale di Urmia. La madre di Freydan è stata rilasciata dalla stessa prigione di recente.

altre news