KENYA: CONDANNATO A MORTE PER RAPINA A MANO ARMATA

Il tribunale di Nakuru ha condannato a morte un uomo di 29 anni per aver derubato un suo vicino di 350 scellini sotto la minaccia di armi pericolose.
Il giudice Nthuku ha condannato a morte Paul Cheruiyot Koech dopo averlo riconosciuto colpevole di rapina con violenza.
Insieme a dei complici, armati di spade e mazze, Koech avrebbe derubato Peter Ng'etich Kipkurui portandogli via anche il telefono cellulare presso il Ndavimbi Trading Center a Njoro, nella contea di Nakuru, il 16 aprile 2013.
"C'è una sola sentenza possibile per una persona che deruba un altro e quindi condanno l’imputato a morte", ha dichiarato il giudice.

altre news