Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Mississippi. Formalizzato il proscioglimento di Curtis Flowers, che viene iscritto con il n° 171 nella lista degli “esonerati” del DPIC.

4 settembre 2020:

Formalizzato il proscioglimento di Curtis Flowers, che viene iscritto con il n° 171 nella lista degli “esonerati” del DPIC. Il 6 gennaio (vedi) il procuratore distrettuale Doug Evans si era ricusato dal caso, dopo le critiche alla sua condotta contenute in alcune sentenze della Corte Suprema di Stato. Il giudice che sta seguendo il caso negli ultimi anni, Joseph Loper della Montgomery County, aveva disposto che a rappresentare la pubblica accusa avrebbe sarebbe stata la neo eletta Procuratrice Generale del Mississippi, Lynn Fitch, 58 anni, bianca, Repubblicana. Oggi la Fitch ha formalizzato davanti al giudice Loper il ritiro di tutti i capi d’imputazione, e Loper, lo stesso che lo scorso 16 dicembre (vedi) aveva ordinato la scarcerazione di Flowers, con una sentenza di mezza pagina, ha formalizzato l’atto. Negli ultimi anni Flowers è stato difeso dall’avvocato Rob McDuff, del Mississippi Center for Justice, e dall’avvocato Tucker Carrington, del Mississippi Innocence Project. Flowers, che oggi ha 50 anni, nero, è stato processato 6 volte per lo stesso fatto. Il suo caso ha ricevuto l’attenzione di diversi analisti perché sembra presentare tutti gli estremi del “processo inquinato dal pregiudizio razziale”. Flowers era accusato di aver ucciso, il 16 luglio 1996, la padrona e tre dipendenti di un negozio dal quale era appena stato licenziato. Le vittime furono Bertha Tardy, 59 anni, Derrick Stewart, 16 anni, Carmen Rigby, 45 anni, e Robert Golden, 42 anni. 3 delle vittime erano bianche. Venne condannato a morte una prima volta nella Lee County per il solo omicidio della proprietaria del negozio, Tardy, nel 1997. Il verdetto dii colpevolezza venne annullato, un nuovo processo lo condannò, e il verdetto venne di nuovo annullato dalla Corte Suprema di Stato. Venne di nuovo condannato, e di nuovo (vedi 29 giugno 2006) la Corte Suprema di Stato annullò il verdetto per irregolarità nella formazione della giuria. Dopo due processi annullati perché la giuria popolare era entrata in stallo, Flowers venne di nuovo condannato a morte nel 2010 (vedi 19 giugno). In tutti i 6 processi la pubblica accusa era stata rappresentata da Doug Evans nel suo ruolo di Procuratore Distrettuale del 5° Circuito del Mississippi. Evans, 66 anni, bianco, democratico, ex poliziotto, è procuratore distrettuale (5° Distretto) ininterrottamente dal 1992, e lo sarà per almeno altri 4 anni, visto che a marzo 2019 si sono chiuse le candidature per la carica, e nessuno si è presentato per sfidarlo. In tutti i processi ha fatto in modo che nella giuria popolare ci fossero meno giurati di colore possibile. Questa circostanza aveva indotto la Corte Suprema di Stato ad annullare per tre volte i verdetti di colpevolezza, ed era stata di nuovo rilevata il 21 giugno 2019 (vedi) quando la Corte Suprema degli Stati Uniti aveva ordinato il riesame del processo alla luce di “gravi irregolarità nella formazione della giuria popolare”. Evans ha sempre negato qualsiasi intento razzista. La verità potrebbe essere nel mezzo, nel senso che, notoriamente, spesso i procuratori cercano di far escludere le persone di colore dalle giurie perché statisticamente sono meno propense dei “bianchi” ad emettere condanne a morte, indipendentemente dalla razza dell’imputato o della vittima. Stante la sua permanenza nell’incarico di Procuratore Distrettuale, avrebbe dovuto essere di nuovo Evans a decidere se riprocessare Flowers, e se chiedere di nuovo una condanna a morte. Nel frattempo il processo contro Flowers si era molto indebolito. Contro di lui le prove erano sempre state circostanziali e non univoche, tenute insieme dalla testimonianza di un detenuto (Odell Hallmon) che asseriva di aver sentito Flowers raccontare dettagli del crimine. Un programma di giornalismo investigativo (In the Dark, una serie di podcast di American Public Media) ha ridimensionato tutte le prove, ed ha trasmesso una registrazione in cui Hallmon ritrattava le accuse.

https://deathpenaltyinfo.org/news/curtis-flowers-exonerated-in-mississippi-after-attorney-general-drops-all-charges

(Fonti: DPIC, 04/09/2020)

Altre news:
COREA DEL NORD: CINQUE FUNZIONARI GIUSTIZIATI PER AVER CRITICATO LA POLITICA ECONOMICA DEL REGIME
IRAN: NAVID AFKARI GIUSTIZIATO NELLA PRIGIONE DI ADELABAD A SHIRAZ
NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 14 SETTEMBRE A SANT’ONOFRIO (VV)
IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, ESECUZIONE DI NAVID AFKARI È ESPRESSIONE DELLA NATURA SANGUINARIA DEL REGIME
IL VIAGGIO DELLA SPERANZA IN CALABRIA - DAGLI STATI DI EMERGENZA ALLO STATO DI DIRITTO
IRAN - Navid Afkari è stato giustiziato il 12 settembre, nella prigione di di Adelabad a Shiraz.
MALESIA: CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
THAILANDIA: TRE CONDANNE CAPITALI ANNULLATE
NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ L’11 SETTEMBRE PRESSO IL CARCERE DI LECCE
IRAN - Khezr Ghavidel impiccato nella prigione di Urmia il 10 settembre.
PAKISTAN: CRISTIANO CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA
ARABIA SAUDITA: DUE CONDANNATI A MORTE PER TERRORISMO
NIGERIA: CINQUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO NELLO STATO DI RIVERS
THAILANDIA: IL RE COMMUTA IN ERGASTOLO LA CONDANNA CAPITALE DI UNO SPAGNOLO
NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 9 SETTEMBRE A TAVIANO (LECCE)
VIETNAM: CONDANNATO A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN - Shahbaz Haddadi impiccato nella prigione di Borujerd il 9 settembre.
ARABIA SAUDITA: CONDANNE A MORTE COMMUTATE NEL CASO DELL’OMICIDIO KHASHOGGI
NIGERIA: CONDANNA ALL’IMPICCAGIONE PER OMICIDIO
BANGLADESH: TRE CONDANNATI A MORTE PER STUPRO
BAHRAIN: TRE CONDANNATI A MORTE PERDONO APPELLO FINALE
IRAN - Aggiornamenti sul caso Navid Afkari.
ARABIA SAUDITA: TRE CONDANNATI A MORTE PER TERRORISMO
MALESIA: NEPALESE CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN CONNAZIONALE
NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ L’8 SETTEMBRE A TARANTO
IL VIAGGIO DELLA SPERANZA IN PUGLIA - Dagli stati di emergenza allo Stato di Diritto
VIETNAM: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
NIGERIA: MUSICISTA CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA NELLO STATO DI KANO
TANZANIA: CONDANNATA ALL’IMPICCAGIONE PER GLI OMICIDI DI SEI MEMBRI DI UNA FAMIGLIA
ARABIA SAUDITA: SETTE MILITANTI DELLO STATO ISLAMICO CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI DI SCIITI

[<< Prec] 1 2 3 4 [Succ >>]
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  IRAN: NESSUNO TOCCHI CAINO, IMPICCAGIONE DEL MANIFESTANTE MOSTAFA SALEHI È UNA VERGOGNA PER IL MONDO COSIDDETTO DEMOCRATICO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits