Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Martinsville 7
USA - Martinsville 7
USA - Virginia. Grazie postuma per 7 uomini di colore giustiziati nel 1951.

31 agosto 2021:

Grazie postuma per 7 uomini di colore giustiziati nel 1951.
Il governatore della Virginia Ralph Northam ha graziato “a posteriori” sette giovani uomini di colore che erano stati condannati a morte da giurie di soli bianchi e giustiziati in Virginia settant'anni fa con l'accusa di aver violentato una donna bianca. Dopo anni di attivismo da parte di familiari e altri sostenitori che hanno fatto pressione per un'azione governativa, Northam ha annunciato la grazia postuma il 31 agosto 2021, sorprendendo i familiari e gli avvocati che avevano un appuntamento con il governatore per perorare la causa, ma non sospettavano che la procedura fosse già stata approvata.
Northam ha emesso grazie separate per ciascuno dei sette uomini (nella foto) — Francis DeSales Grayson, Frank Hairston Jr., Howard Hairston, James Luther Hairston, Joe Henry Hampton, Booker T. Millner e John Clabon Taylor. "È stato uno dei giorni più belli della mia vita", ha detto Pam Hairston, che è imparentata con molti degli uomini e ha trascorso decenni a sostenere il loro caso.
Riconoscendo che le esecuzioni degli uomini, che all’epoca divennero noti come "i 7 di Martinsville", erano state un prodotto del razzismo sistemico, Northam ha detto: "Si tratta di correggere i torti".
Rudy McCollum, ex sindaco di Richmond che è imparentato con due degli uomini, ha affermato che “questa azione era attesa da tempo, la ferita delle famiglie può finalmente rimarginarsi con la chiusura di questa vicenda attraverso il riconoscimento da parte del Commonwealth che a questi uomini era stato negato un giusto processo solo a causa del colore della loro pelle”.
Nel 1949 i “7 di Martinsville” furono accusati di aver violentato una donna bianca, e interrogati dalla polizia senza avvocati. Sotto la minaccia di essere rilasciati, e quindi linciati dalla folla inferocita, tutti hanno confessato di essere coinvolto nello stupro. Dopo una serie di processi superficiali davanti a giurie tutte bianche e tutte maschili, ognuno è stata condannato a morte. Furono giustiziati nel 1951 nella più grande esecuzione di massa per stupro nella storia degli Stati Uniti.
Nel gennaio 2021 McCollum aveva dichiarato al DPIC: "Lo scopo dei linciaggi, e credo anche di azioni giudiziarie come quella di cui stiamo parlando, fosse quello di inviare un messaggio alla comunità nera… Questa è stata solo un'altra azione per inviare un messaggio che se oltrepassi il limite, faremo in modo che… l'intera comunità riconosca che … ci saranno conseguenze”.
"Ho sentito alcune persone dire: 'Perché stiamo rivangando queste cose?”, ha detto Faye Holland, direttrice della Martinsville 7 Initiative, che ha sostenuto la grazia. “Non stiamo “rivangando”. Questa cosa è in piedi da 70 anni, e nessuno ci ha mai fatto niente".
"Anche se questi provvedimenti di clemenza postuma non entrano esplicitamente nel merito della colpevolezza dei sette, servono come riconoscimento da parte del Commonwealth che questi uomini sono stati processati senza un adeguato processo, e hanno ricevuto una condanna a morte su base razzista, non applicata allo stesso modo agli imputati bianchi", si legge nella dichiarazione di Northam. “Tutti meritiamo un sistema di giustizia penale che sia giusto, equo e che faccia bene il suo dovere, non importa chi sei o che aspetto hai. Sono grato ai sostenitori e alle famiglie dei Martinsville Seven per la loro dedizione e perseveranza". In risposta alle grazie, la filiale della Virginia del NAACP ((National Association for the Advancement of Colored People, probabilmente la più importante associazione statunitense per i diritti civili) ha rilasciato una dichiarazione in cui afferma che "decenni dopo che il Commonwealth ha processato e giustiziato questi giovani senza un giusto processo, l'annuncio da tempo atteso di oggi è un passo nella giusta direzione verso la giustizia".
Dal 1900 fino a quando nel 1977 la Corte Suprema degli Stati Uniti ha vietato la pena di morte per reati in cui nessuno è stato ucciso, la Virginia ha giustiziato 73 uomini o ragazzi neri con l'accusa di stupro, tentato stupro o rapina. Nello stesso periodo, nessuna persona bianca è stata giustiziata per nessuno di questi crimini. E in tutta la sua storia, la Virginia non ha mai giustiziato nessun bianco per aver violentato una donna o una ragazza di colore.
McCollum ha detto al DPIC: "Se vogliamo veramente andare avanti come società, dobbiamo riconoscere che quando vengono commessi errori, è necessario correggerli. Ma non possono essere corretti, a meno che non ci sia un'ammissione".
Il direttore del DPIC, Robert Dunham, ha definito le esecuzioni dei Martinsville 7 "una manifestazione del linciaggio del terrore razziale attraverso il sistema legale". "I processi farsa dei Martinsville Seven di fronte a giurie tutte bianche e tutte maschili hanno incarnato l'uso della pena di morte come strumento suprematista bianco di oppressione razziale e hanno incarnato il legame tra linciaggio, segregazione e pena di morte", Dunham detto all'UPI.
"L'abolizione della pena di morte da parte della Virginia (vedi NtC 24/03/2021) è stato un evento storico per porre fine all'eredità di queste ingiustizie razziali", ha affermato Dunham. “Ma il caso dei Martinsville 7 è importante anche per un’altra ragione: la grazia è una scusa formale e un riconoscimento che le vite delle persone che sono state vittime del livello più alto di oppressione razziale, le vite dei loro familiari e le vite di tutti nella comunità nera hanno valore. Le loro vite contano. E anche l'atto di riconoscere questo è importante”.

https://deathpenaltyinfo.org/news/martinsville-7-granted-posthumous-pardons-70-years-after-their-executions

 

 

(Fonte: DPIC, 31/08/2021)

Altre news:
IRAN - Hadi Attazadeh torturato e ucciso nella prigione di Ahar il 31 agosto
IRAN - Mansour Kahrazehi giustiziato nella prigione di Zahedan il 28 agosto
USA - California. Sirhan Sirhan ha avuto un primo parere favorevole alla libertà condizionale
IRAN - Amir Ali Hosseini giustiziato nella prigione di Qom il 24 agosto
IRAN - Iran Human Rights condanna fermamente l'arresto di 7 avvocati e attivisti civili
IRAN - Un uomo non identificato giustiziato a Esfarayen in data imprecisata
CINA - Un tribunale cinese ha confermato la condanna a morte del canadese Robert Schellenberg
IRAN - Zabiollah Hormozi giustiziato nella prigione di Mashhad il 9 agosto
IRAN - Ebrahim Ghanbarzehi e Nabi Notizehi giustiziati nella prigione di Kerman il 9 agosto
IRAN - Afshar Minayi giustiziato nella prigione di Kermanshah il 9 agosto
IRAN - Salim Mohammadi giustiziato nel carcere di Isfahan l'8 agosto
IRAN - Mohammad Hassani-Kiazehi giustiziato nella prigione di Isfahan l’8 agosto
IRAN - Majid Golebacheh (Goleh Bacheh) giustiziato nella prigione di Birjand l'8 agosto
IRAN - Mohammad Hassani-Kiazehi e Seyed Esmail Kurdtamini impiccati l'8 agosto nella prigione di Isfahan
IRAN - Mohammad Hassan Eghdami (Aqdami) ed Ebrahim Afrashteh (Ibrahim Afrushteh) giustiziati a Qom il 4 agosto
IRAN - Mojtaba Tondroo (Tondro) giustiziato nella prigione di Karaj il 4 agosto
IRAN - Farzad Afsordeh giustiziato nella prigione di Jiroft il 4 agosto
IRAN - Arsalan Karimi giustiziato nella prigione di Isfahan il 2 agosto
IRAN - Eskandar Zare (Zar’e), Sepehr Abbasnejad e Hamzeh Rezaei giustiziati ad Urmia il 2 agosto
IRAN - Sajad Sanjari, 15 anni al momento del reato, giustiziato nel carcere di Dizelabad il 2 agosto
IRAN - Due uomini giustiziati nella prigione di Mashhad il 1° agosto
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits