Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

La Corte Suprema cinese
La Corte Suprema cinese
CINA: FAR RICONOSCERE ERRORI GIUDIZIARI È QUASI IMPOSSIBILE

30 giugno 2024:

La Cina sta cercando di ridurre il numero di condanne errate nel proprio sistema legale, tuttavia la lotta ventennale di un uomo nel braccio della morte mostra perché l’obiettivo è così difficile.
La Cina ha un tasso di condanne superiore al 99%, il che significa che molte persone potrebbero essere state ingiustamente condannate per crimini che non hanno commesso.
Il sistema legale cinese ha introdotto riforme, ma con effetti limitati.
Emily Feng, della rete informativa NPR, racconta la lotta ventennale di un uomo nel braccio della morte cinese.
“Questo mese, un uomo di nome Yuan Weidong ha avuto il suo quarto processo con l'accusa di omicidio. Per due volte i tribunali della provincia cinese di Hebei hanno stabilito che le prove presentate contro di lui erano gravemente viziate, e due volte i tribunali di grado inferiore lo hanno riprocessato, giudicandolo colpevole e condannandolo nuovamente alla pena di morte.
Yuan è stato arrestato nel 2002 in un caso che si basava quasi interamente su confessioni forzate.
La moglie di Yuan, Li Jie, racconta di aver visto suo marito circa un mese dopo che era stato arrestato in relazione a due serie di omicidi.
Il suo volto, ha detto la donna, era irriconoscibile per le percosse, il suo corpo deformato. Poi è toccato a lei essere interrogata. Giallo brillante: quello era il colore che Li dice di ricordare. Era il colore della giacca che indossava il giorno in cui è stata arrestata.
Poi è stata ripetutamente sottoposta a scosse elettriche da cinque agenti, ha raccontato. L'hanno anche picchiata, costringendola a testimoniare contro suo marito. Quando l'hanno rilasciata, 12 giorni dopo, il suo cappotto giallo era coperto di sangue, ha detto.
Dopo aver saputo che sua moglie veniva torturata, Yuan ha prontamente confessato, ha detto Lv Baoxiang, l'unico avvocato della loro provincia disposto a occuparsi del loro caso.
Lv è specializzato in casi di condanne errate, tutti basati su confessioni forzate, ottenute tramite elettrocuzione.
Yuan è stato successivamente prosciolto dalla prima serie di omicidi nel 2009. In relazione alla seconda serie di omicidi, Lv dice di aver scoperto quello che pensava fosse un alibi inattaccabile. Yuan era andato a pagare una tassa agricola al momento di quegli omicidi.
C'erano funzionari del fisco che hanno assistito al pagamento effettuato da Yuan, con ricevuta di pagamento che reca un timbro temporale. Eppure Yuan resta nel braccio della morte. Il giudice originale che presiedeva il caso di Yuan è stato promosso.
Il Ministero provinciale della Giustizia non ha risposto quando NPR ha chiesto loro un commento sul caso di Yuan.
Chi Yin, studioso dell'U.S.- Asia Law Institute della New York University, che studia le condanne errate, afferma che il caso di Yuan persiste nonostante la riforma legale del 2012 richieda la registrazione video dell'interrogatorio dall'inizio alla fine.
Si tratta - dice Feng – di essere in grado di escludere prove raccolte illegalmente, anche con la tortura.
La Cina ora afferma di avere 800 - 900 ripetizioni di processi all’anno. In un caso degno di nota, un tribunale ha pagato un risarcimento per trauma mentale a un uomo esonerato dall’ergastolo dopo che la presunta vittima era tornata al suo villaggio viva e vegeta. Tutto ciò è incoraggiante, dice Chi Yin, sostenendo però che ribaltare condanne errate è ancora difficile.
Di solito, quando c'è molta pressione per ammettere un errore, la reazione delle persone è quella di non ammetterlo.
E il caso di Yuan continua a presentare molte difficoltà legali. Dopo più di 20 anni nel braccio della morte, Yuan versa in cattive condizioni di salute e soffre di cancro allo stomaco. La polizia ha perso la maggior parte delle prove originali.
Lv, il suo avvocato originario, è in pensione e il suo attuale avvocato è entrato all'ultimo minuto dopo che il precedente avvocato è stato radiato dall'albo per essersi occupato di altri casi di diritti umani.
Wang Xing, l'attuale avvocato, ha detto a NPR subito dopo il processo questo mese che uno dei loro testimoni chiave si è presentato, nonostante le precedenti intimidazioni dello Stato affinché non si presentasse. Quindi è ottimista che la Corte possa scagionare Yuan. Ora la Corte sta deliberando e la famiglia Yuan spera che questa sia la volta buona.

(Fonte: NPR, 25/06/2024)

Altre news:
IRAN Ali-Allah Bakhsh e Afzal-Allah Bakhsh giustiziati a Shiraz il 30 giugno
IRAN - Habib Shojaei giustiziato a Sari il 30 giugno
IRAN - 4 uomini giustiziati a Mashhad il 30 giugno
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER AVER BRUCIATO VIVA SUA MOGLIE
L’EREMO DEL VENTO, DOVE SI INCONTRANO ORIENTE E OCCIDENTE
RAGION DI STATO O STATO DI DIRITTO? IN NIGER L’ITALIA È AL BIVIO
IRAN - Ahmad-Reza Jalali al quarto giorno di sciopero della fame
USA - Delaware. Il Senato approva l'abolizione della pena di morte
USA - Oklahoma. Richard Rojem, 66 anni, bianco, è stato giustiziato
USA - Florida. Ysrael Granda condannato a morte
IRAN - Idris Áli condannato a morte per "spionaggio a favore di Israele"
USA - Tennessee. Entra in vigore il 1° luglio la nuova legge che consente la condanna a morte per stupro minori
MALESIA: CONFERMATA CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO DI 18 ANNI FA
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DELLA MOGLIE
USA - Texas. Ramiro Gonzales, 41 anni, ispanico, è stato giustiziato
IRAN - Naser Rahimi giustiziato a Ghaen (Qaen) il 26 giugno
USA - Florida. Zephen Xaver condannato a morte
CINA: PECHINO MINACCIA LA PENA DI MORTE PER I SEPARATISTI ‘IRRIDUCIBILI’ DI TAIWAN
CARCERE. NESSUNO TOCCHI CAINO, RITA BERNARDINI SOSPENDE LO SCIOPERO DELLA SETE E DELLA FAME
USA - Florida. Formalizzata la condanna a morte contro Bessman Okafor
CARCERE. CONFERENZA STAMPA DI NESSUNO TOCCHI CAINO SU INIZIATIVE PER INTERROMPERE LA FLAGRANTE VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI NELLE CARCERI
USA - Florida. Una giuria popolare della Lee County raccomanda la pena di morte per Wade Wilson
IRAN - Nategh Hosseini giustiziato a Qazvin il 22 giugno
LA MORTE INUTILMENTE ANNUNCIATA DI GIUSEPPE NELLA SUA CELLA DI OPERA
IRAN - La Corte Suprema annulla la condanna a morte del rapper Toomaj Salehi
RISCHIA LA PENA DI MORTE SE ESTRADATO IN PAKISTAN: LA CASSAZIONE ANNULLA L’ARRESTO PREVENTIVO
‘BASTA PENA CAPITALE!’: L’ULTIMATUM DELLA CORTE AFRICANA ALLA TANZANIA
USA - Texas. David Roeder aggiunto con il numero 199 alla “Innocence List” del Death Penalty Information Center
NIGERIA: DUE CONDANNATI A MORTE NEL JIGAWA PER OMICIDIO
IRAN - Raziyeh Rahmani, 18 anni, uccisa senza un motivo dalla polizia

1 2 3 4 [Succ >>]
2024
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
  2023
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
Convegno a Spoleto
  IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa  
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits