Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

USA - Raymond Riles (TX)
USA - Raymond Riles (TX)
USA - Texas. Raymond Riles condannato all’ergastolo

9 giugno 2021:

Raymond Riles condannato all’ergastolo.
La giudice della contea di Harris Ana Martinez ha condannato Riles, ora 71enne, nero, il detenuto che detiene il record di più lunga permanenza nei bracci della morte degli Stati Uniti, all'ergastolo (CON condizionale).
Riles venne condannato a morte il 4 febbraio 1976 per l'assassinio di John Thomas Henry avvenuto l’11 dicembre 1974. Secondo gli atti, Riles e un altro uomo volevano restituire un'auto acquistata di recente a Henry, un rivenditore di auto usate, quando, dopo un alterco, Riles gli ha sparato. Al processo, i difensori di Riles hanno insistito sulle sue condizioni mentali, e diversi esperti hanno testimoniato che aveva deliri paranoici, psicosi e schizofrenia, e una lunga serie di gravi malattie mentali nella sua famiglia. Ma gli esperti dell'accusa avevano sostenuto che Riles stesse simulando, e la giuria popolare non aveva applicato le attenuati della disabilità. Come NtC aveva riportato, l’8 febbraio 2021 il procuratore distrettuale della Harris County Kim Ogg aveva comunicato alla Corte d'appello del Texas di ritenere sufficientemente provata la malattia mentale di Riles, e che quindi la condanna a morte avrebbe dovuto essere annullata. Il 14 aprile (vedi) la Corte d’Appello aveva annullato la condanna a morte, e oggi, dopo che la pubblica accusa ha confermato che le condizioni mentali dell’imputato non consentono un processo capitale, la giudice Ana Martinez della Harris County ha condannato Riles all’ergastolo. Poiché all’epoca del reato non era prevista la pena di “ergastolo senza condizionale”, la giudice Martinez ha emesso una condanna all’ergastolo “normale”, il che significa che Riles è già nei termini per una eventuale libertà condizionale. Sia l’ufficio del procuratore, sia i familiari della vittima, pur riconoscendo la legittimità della condanna all’ergastolo semplice, hanno comunicato che daranno parere negativo ad ulteriori sconti di pena.
Riles ha assistito alla rideterminazione della sua condanna via Zoom dalla Polunsky Unit del penitenziario di Livingston, che ospita i condannati a morte dello stato. Ha detto molto poco durante l'udienza.
Durante la detenzione nel braccio della morte, Riles è stato trattato con pesanti farmaci antipsicotici.
Nonostante siano state fissate diverse date di esecuzione (la prima volta nel 1986), Riles è stato più volte considerato mentalmente “incompetente” per essere messo a morte, ma è rimasto in un limbo legale per più di 45 anni. Come è noto, il concetto di “competency” riguarda il fatto che un condannato a morte deve essere considerato sufficientemente sano di mente da comprendere che sta per essere giustiziato, e per quali motivi. La mancanza di questi requisiti però è considerata “provvisoria”, e non si esclude che la “competenza” possa essere recuperata in seguito, magari a seguito di terapie. Ad aprile la Corte d’Appello ha interrotto questa serie di rimandi, e, con il parere favorevole della pubblica accusa, ha disposto che il processo vada ripetuto (non il verdetto di colpevolezza, ma l’entità della pena), ai sensi delle leggi sulla disabilità intellettiva che sono state nel frattempo aggiornate.
Il coimputato di Riles, Herbert Washington, inizialmente era stato condannato a morte, ma in seguito la condanna venne annullata. Si era poi dichiarato colpevole di due accuse correlate, ed è stato rilasciato sulla parola nel 1983.
Il caso di Riles riapre una vecchia ed irrisolta questione nel sistema penale statunitense. Come è noto infatti, la malattia mentale non è equiparata alla disabilità intellettiva, e mentre la Corte Suprema nel 2002 ha esplicitamente dichiarato incostituzionale giustiziare i disabili intellettivi, non ha mai preso una posizione altrettanto netta sui malati di mente, fossero essi malati al momento del reato, o lo fossero diventati nel corso della detenzione. Unico schermo per i malati di mente è il concetto di “competenza” al momento dell’esecuzione.
Alcuni stati hanno recentemente approvato leggi che vietano la condanna a morte di persone affette da malattie mentali gravi. Una legge simile è stata presentata anche in Texas, nel 2019, ma non è stata approvata (vedi NtC 25-5-2019).

https://apnews.com/article/us-supreme-court-coronavirus-pandemic-health-0347336e68b1dcb499327d63e15dace7

(Fonte: AP, 09/06/2021)

Altre news:
2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits