Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Il presidente Yoweri Museveni
Per il Presidente Museveni la pena di morte è un deterrente contro il crimine
UGANDA. INCOSTITUZIONALE LA PENA DI MORTE OBBLIGATORIA

10 giugno 2005: la Corte Costituzionale ugandese ha stabilito l’incostituzionalità della pena di morte come sanzione obbligatoria per certi reati, ordinando al Parlamento di emendare la legislazione in vigore. La stessa Corte ha tuttavia respinto la petizione - presentata da tutti i 417 prigionieri del braccio della morte ugandese - che chiedeva di riconoscere la pena capitale, eseguita nel Paese mediante impiccagione, come punizione crudele e degradante e quindi vietata dalla Costituzione.
Con tre voti contro due, i giudici della Corte hanno stabilito che l’obbligo di condanna a morte costituisca un ostacolo alla discrezionalità dei giudici nell’amministrare giustizia.
“In base alla legge, i tribunali hanno l’obbligo di emettere condanne capitali, ma non tutti i reati sono della stessa gravità”, ha scritto il giudice Galdino Okello nella sua motivazione, convergente con quella del giudice Amos Twinomujuni, secondo cui “E’ dovere dei magistrati emettere sentenze solo al termine di un giusto processo”.
I cinque giudici hanno invece respinto all’unanimità la richiesta dei condannati a morte di dichiarare incostituzionale la pena capitale, dal momento che “essa è prevista dalle leggi come sanzione in un giusto processo”, ha scritto il giudice Okello.
Gli avvocati presentatori dei ricorsi si sono detti delusi che la pena di morte non sia stata eliminata, esprimendo tuttavia soddisfazione per il pronunciamento contrario alla sua applicazione obbligatoria.
“I prigionieri del braccio della morte possono ora presentare appelli affiché i loro casi vengano riesaminati, cosa in precedenza non possibile”, ha dichiarato Livingstone Ssewanyana, dell’Iniziativa Diritti Umani Uganda, aggiungendo che insieme ai suoi colleghi studierà la sentenza e la possibilità di presentare un ricorso.
A condizione dell’anonimato, un alto funzionario governativo ha dichiarato ai giornalisti di accogliere con favore la sentenza, aggiungendo di non credere che Kampala voglia presentare appello, nel tentativo di reintrodurre la pena di morte come sanzione obbligatoria.
“La sentenza è molto positiva, fa muovere l’Uganda nella direzione di quegli standard internazionali che non prevedono più la pena capitale”, ha detto il funzionario governativo.
I 417 prigionieri avevano anche evidenziato il tormento legato alla lunga attesa prima dell’esecuzione, giunta in passato anche a 20 anni.
Anche su questo punto i giudici hanno dato ragione ai condannati: “Non si dovrebbe andare oltre i due anni – ha detto il giudice Okello – per consentire all’esecutivo di esercitare le sue prerogative di grazia e al condannato a morte di presentare gli appelli”.
Il giudice Twinomujuni ha suggerito da parte sua che, a fronte della costituzionalità della pena di morte, l’ergastolo potrebbe essere un’alternativa migliore. In Uganda, una condanna all’ergastolo si riduce in effetti alla detenzione per 20 anni. (Fonti: Agence France Presse, 10/06/2005)

Altre news:
CINA. GIUSTIZIATO PER UN OMICIDIO CHE NON AVEVA COMMESSO
SIRIA. ATTIVISTI PER I DIRITTI UMANI CHIEDONO RIFORME DEMOCRATICHE E ABOLIZIONE DELLA PENA CAPITALE
GIORDANIA. TRE GIUSTIZIATI NELLO STESSO GIORNO
TRINIDAD E TOBAGO. CRITICHE ALLA DECISIONE DI RIPRENDERE LE ESECUZIONI
USA. NUOVO PROCESSO PER CONDANNATO A MORTE DEL TEXAS
PALESTINA. ASSEMBLEA CONSIGLIO D'EUROPA CONDANNA ESECUZIONI ANP
IRAN. IMPICCATO IN PUBBLICO A ZAHEDAN
PALESTINA. GIUSTIZIATI 4 CONDANNATI DOPO PAUSA DI TRE ANNI
KUWAIT. CHIESTA PENA DI MORTE PER 34 IMPUTATI DI TERRORISMO
IRAN. “CAVATEGLI GLI OCCHI”
CINA. IN VENDITA ORGANI DEI CONDANNATI A MORTE
VIETNAM. CONDANNATO ALLA FUCILAZIONE PER TRAFFICO DI DROGA
EGITTO. MUFTI’ APPROVA CONDANNA CAPITALE
LIBIA. PER IL TRIBUNALE LA POLIZIA NON HA TORTURATO LE INFERMIERE BULGARE
ARABIA SAUDITA. DUE YEMENITI DECAPITATI PER OMICIDIO
TENNESSEE. “E' VIETATA PER I CANI, NON USATELA SU DI ME”
IRAN. BLOGGER RISCHIA LA CONDANNA A MORTE PER APOSTASIA
USA. DIMINUISCONO OMICIDI ED ESECUZIONI
IRAN. CONDANNE A MORTE E NON SOLO
AFGHANISTAN. CORTE SUPREMA TERRA’ IN CONSIDERAZIONE VOLONTA’ FAMIGLIA CUTULI NEI CASI ZAR JAN E REZA KHAN
EGITTO. CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO PLURIMO
IRAQ. SONO DODICI I CAPI D’ACCUSA CONTRO SADDAM
CINA. NOVE CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI EROINA
IRAN. DUE ESECUZIONI PER TRAFFICO DI OPPIO
BANGLADESH. DUE FRATELLI GIUSTIZIATI PER TRIPLICE OMICIDIO
CUBA. INAUGURATA A MADRID LA MOSTRA DI OLIVIERO TOSCANI SUI DIRITTI UMANI NEL REGIME DI CASTRO
ARABIA SAUDITA. DECAPITATO PER OMICIDIO
ALABAMA. GIUSTIZIATO PER OMICIDIO SU COMMISSIONE
CUBA. INAUGURAZIONE A MADRID DELLA MOSTRA DI OLIVIERO TOSCANI SUI DIRITTI UMANI NEL REGIME DI CASTRO
IRAN. TRE AFGHANI IMPICCATI PER STUPRO

[<< Prec] 1 2
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits