Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Il presidente del Gambia Adama Barrow
Il presidente del Gambia Adama Barrow
GAMBIA: VERSO L'ABOLIZIONE DELLA PENA CAPITALE

11 luglio 2018:

Il governo del Gambia ha dichiarato alla Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite che il Paese sta lavorando per abrogare la pena di morte, commutando così le condanne a morte in ergastolo.
Il Gambia ha la pena di morte nelle sue leggi, ma il presidente Adama Barrow e il ministro della giustizia Abubacarr Tambadou hanno espresso l'intenzione di abrogare la legge.
Dall'ultima esecuzione ordinata dall'ex dittatore del Paese, Yahya Jammeh, alcuni anni fa, c'è stata una moratoria sulla pratica.
"Attualmente ci sono ventitre (23) prigionieri condannati a morte, di cui ventuno (21) sono stati condannati per omicidio; uno (1) per aver causato la morte illegalmente e uno (1) per omicidio colposo. Tutti questi reati sono punibili con la pena di morte", ha detto il Gambia nella sua presentazione al Consiglio delle Nazioni Unite.
"... Poiché la pena di morte è prevista dalla Costituzione, la sua abolizione comporterà un emendamento costituzionale. Dato il processo di revisione costituzionale in corso, si prevede che all'impegno politico per l'abolizione della pena di morte sarà data validità costituzionale nella nuova Costituzione".
Il Gambia è tra 171 paesi in tutto il mondo che sono firmatari del Patto internazionale sui diritti civili e politici e il paese si trova di fronte all’organismo per i diritti delle Nazioni Unite ogni quattro anni per la revisione.
Un team di delegati governativi guidato dal procuratore generale Cherno Marenah si è recata a Ginevra il 5 e il 6 luglio per rispondere alle domande sollevate dagli organismi di controllo dei diritti.
Il leader gambiano ha firmato il Secondo protocollo opzionale al Patto internazionale sui diritti civili e politici sull'abolizione della pena di morte nel settembre 2017 a margine dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Nel suo discorso alla 53a celebrazione dell'indipendenza del Gambia il 18 febbraio 2018, il Presidente ha annunciato ufficialmente una moratoria sull'applicazione della pena di morte e ha commutato le condanne di tutte le persone nel braccio della morte in ergastolo.
Nel frattempo, il governo gambiano si è anche impegnato a rendere un crimine la tortura.
Di conseguenza, il Gambia ha già avviato il completamento del processo di adesione alla Convenzione contro la Tortura entro la fine del 2018.
Il programma di riforma della giustizia penale intrapreso dal governo ha in particolare il mandato di inserire la tortura nelle leggi penali.

(Fonti: kerr-fatou.com, 11/07/2018)

Altre news:
SRI LANKA: DUE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: DETENUTO 65ENNE GIUSTIZIATO SENZA PREAVVISO
BANGLADESH: CONDANNATI A MORTE 4 CRIMINALI DI GUERRA
VIETNAM: PRESIDENTE ORDINA REVISIONE DI UNA CONDANNA A MORTE
NIGERIA: SOLDATI CONDANNATI A MORTE E ALL’ERGASTOLO
ARABIA SAUDITA: SETTE ESECUZIONI IN UN GIORNO
SRI LANKA: TRE CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
TEXAS (USA): CHRISTOPHER YOUNG GIUSTIZIATO
OHIO (USA): ROBERT VAN HOOK GIUSTIZIATO
INDIA: CONFERMATE DUE CONDANNE A MORTE
SRI LANKA: CHIESA ANGLICANA CONTRARIA A RIPRESA ESECUZIONI
IRAN: GIUSTIZIATO A MASHHAD PER OMICIDIO
KUWAIT: CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO
GIORDANIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL VICINO
YEMEN: TRE CONDANNATI A MORTE DAGLI HOUTHI PER SPIONAGGIO
IRAN: GESTORE DI SITO WEB CONDANNATO A MORTE
PAKISTAN: CAPO DELL’ESERCITO CONFERMA ALTRE 12 CONDANNE CAPITALI
THAILANDIA: CONDANNA CAPITALE CONFERMATA PER CITTADINO SPAGNOLO
ARABIA SAUDITA: DUE CONDANNATI A MORTE PER TERRORISMO
GHANA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UNA DONNA CHE LO AVEVA RIFIUTATO
EGITTO: 18 CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
EGITTO: CONDANNATI A MORTE 13 CHE ERANO EVASI
VIETNAM: CONDANNA CAPITALE CONFERMATA IN APPELLO
IRAN: GIUSTIZIATO A KHOY PER OMICIDIO
SRI LANKA: 19 CONDANNATI PER DROGA SARANNO GIUSTIZIATI
KUWAIT: CONDANNATO A MORTE PER SEQUESTRO E STUPRO
SRI LANKA: TORNA LA PENA DI MORTE PER DROGA
KENYA: MANDRIANO CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL DATORE DI LAVORO
NIGERIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DEL FIGLIO
IRAN: 80 FRUSTATE PER AVER BEVUTO ALCOL QUANDO ERA MINORENNE

[<< Prec] 1 2 3 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits