Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

MANFREDONIA, DOPO IL COMMISSARIAMENTO IL COMUNE STA ANCORA PEGGIO

4 dicembre 2021:

Angelo Riccardi* su Il Riformista del 3 dicembre 2021

Doveva essere la campagna elettorale per analizzare e proporre la città del futuro, ma si è invece trasformata nella più squallida campagna di diffamazione e mistificazione mai vista prima.
I tre temi fondamentali, mafia e organizzazioni criminali, conti e risorse per fare le cose promesse, futuro e sviluppo della città, sono stati affrontati come inutili slogan elettorali, con incredibili strafalcioni e grande improvvisazione.
Non si può sottacere l’approssimazione riservata al tema più eclatante che ha colpito la città negli ultimi anni, ovvero quello dello scioglimento per infiltrazioni mafiose. Evidentemente ai tanti sfugge che per sciogliere un Comune non è necessario l’accertamento di reati penali, ma è sufficiente che emergano rapporti, relazioni o frequentazioni con soggetti affini alla criminalità organizzata, anche a prescindere dal fatto che i politici abbiano voluto assecondare le richieste mafiose. Occorre ricordare, ad esempio, che decine di Comuni, dopo essere stati sciolti per mafia una prima volta, tornano a esserlo per la seconda e, in alcuni casi, anche per la terza volta. Lo “Stato” si è preoccupato di allontanare il ceto politico, ma ha lasciato fermi al proprio posto i dirigenti, chiamati alla gestione concreta della macchina amministrativa. Nessun sindaco può prescindere dal loro operato, nessun atto può essere sottratto alla loro competenza. Spesso in uffici a “rischio” il dirigente si trova a fungere da “cerniera” tra il consenso del politico e la pressione del mafioso.
Se il Governo ha scelto di sciogliere il consiglio comunale di Manfredonia, ritenendo valida la narrazione del Prefetto di Foggia, se la giustizia amministrativa direttamente dipendente dal Governo, in tutti i gradi di giudizio, ha ritenuto valide le supposizioni che hanno portato allo scioglimento, nessuno può prescindere dalle 365 pagine della commissione di accesso. Chi fa finta di non capirlo si ritroverà a pagare un prezzo altissimo per sé e per tutta la comunità.
Io credo che la norma vada profondamente rinnovata, anche perché il procedimento è esclusivamente inquisitorio.
Oltre due anni è durato il commissariamento per mafia del Comune di Manfredonia. Ci sono stati inviati uomini o già oberati da altri gravosi impegni d’ufficio o senza neppure verificarne la idoneità e l’attitudine al governo di un Ente. Commissari presenti al Comune solo per uno-due giorni la settimana. Un Comune commissariato non è un luogo per il tempo libero: bisogna starci sette giorni su sette. Servivano commissari con propensione al dialogo e al confronto con i cittadini. Tutto questo ha mortificato il confronto e la politica opportunisticamente si è sottratta dallo svolgere il suo ruolo.
Sul tema più delicato del Bilancio nulla è stato detto. Così come nulla è stato detto sui ritardi dell’approvazione definitiva del piano, che hanno avuto irrimediabili ripercussioni sulla possibilità del Comune di attingere ai fondi straordinari messi a disposizione dal Governo per gli enti in pre-dissesto.
A tutto questo bisogna aggiungere che, nonostante i poteri tutti riassunti nelle mani dei commissari, nulla è stato fatto sull’organizzazione della macchina amministrativa. Per non parlare dei nuovi concorsi: dopo due anni si sono partoriti bandi pasticciati, più volte revocati, dimostrando un’approssimazione disarmante. La politica degli organi collegiali, del confronto esasperato, delle mediazioni, avrebbe fatto di gran lunga meglio.
Cosa dire dell’Azienda Servizi Ecologici? Nonostante l’aumento della Tari, il servizio ha perso punti percentuale nella raccolta e si è dimostrato inefficace e disorganizzato come mai nel passato. Per non parlare degli obblighi di trasparenza degli atti amministrativi più volte disattesi. Sarebbe il caso di capire anche che fine hanno fatto alcune delle progettazioni finanziate dalla precedente amministrazione.
Ho l’amara e netta sensazione che siamo stati fermi per oltre due anni, mentre lo sviluppo e il futuro passano attraverso la capacità di riprendere un cammino bruscamente interrotto dalla decisione di un Governo, in un momento delicato per tutti noi. Il prossimo sindaco è chiamato a
svolgere un ruolo decisivo, non solo per rimettere insieme i pezzi di una comunità lacerata e disorientata, ma soprattutto per dare una visione chiara di sviluppo.
Non c’è il tempo per inventarsi cose nuove e straordinarie, c’è la necessità di ripartire da tutto quello che è già in piedi e che ha bisogno di camminare. C’è la necessità di recuperare i due anni persi e di progettare la Manfredonia del futuro.

* Ex Sindaco di Manfredonia

Altre news:
A POGGIOREALE PER VISITARE ANCHE I CAINI DI FORZA NUOVA
INDIA: ALTA CORTE DI BOMBAY COMMUTA IN ERGASTOLO LE CONDANNE A MORTE DI DUE SORELLE
NEL REGNO DI BIN SALMAN TORNANO A ROTOLARE TESTE
PAPUA NUOVA GUINEA ABOLISCE LA PENA CAPITALE 30 ANNI DOPO LA SUA REINTRODUZIONE
PAKISTAN: RAGAZZA CONDANNATA A MORTE PER AVER INVIATO CON WHATSAPP CARICATURE DI MAOMETTO
IRAN - Eshagh Mohammadamin giustiziato nella prigione di Isfahan il 20 gennaio
IRAN - 6 uomini giustiziati nella prigione di Zahedan il 20 gennaio
IRAN - Tre uomini giustiziati nella prigione di Zabol il 20 gennaio
IRAN - Ali Yazdani giustiziato nella prigione di Rasht il 20 gennaio
IRAN- 3 uomini giustiziati a Zabol il 20 gennaio 2022
IRAN - Edris Gomshad-Zehi giustiziato nella prigione di Zahedan il 20 gennaio
EAU: CORTE DI CASSAZIONE CONFERMA CONDANNA CAPITALE
SOMALIA: SOLDATO CONDANNATO A MORTE PER LE UCCISIONI DI DUE FRATELLI
IRAN - Eghbal Mastoufi e Houshang Khan Mohammadi giustiziati a Khorramabad il 19 gennaio
IRAN - Ali Jomeh Mohammadi giustiziato il 19 gennaio 2022
CINA: DUE CONDANNATI A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
IRAN - 3 uomini giustiziati a Ilam il 19 gennaio 2022
NIGERIA: DUE CONDANNATI ALL’IMPICCAGIONE PER RAPINA
IRAN - Shahrokh Khodadadi, 16 anni, ucciso dopo un'esecuzione
IRAN - Premi Nobel chiedono rilascio di Ali Younesi e Amirhossein Moradi
IRAN - Parviz Khodadadi giustiziato a Dehdasht il 18 gennaio
IRAN - Sajjad (cognome indeterminato) giustiziato nella prigione di Adelabad il 18 gennaio 2022
NIGERIA: IN 10 STATI DETENUTO L’80% DEI CONDANNATI A MORTE NEL PAESE
PAPUA NUOVA GUINEA: VERSO L’ELIMINAZIONE DELLA PENA CAPITALE
SOMALIA: EX POLIZIOTTO GIUSTIZIATO PER L’UCCISIONE DI UN CIVILE
IRAN - Abdolghafar Cheshmdam-Gargij giustiziato a Zahedan il 17 gennaio
IRAN - Valijan Rahmi giustiziato nella prigione di Qom il 17 gennaio
IRAN - Un uomo, non identificato, giustiziato nella prigione di Karaj in data imprecisata
PAKISTAN: CINQUE CONDANNATI A MORTE IN UN CASO DI SEQUESTRO
TUNISIA: NOVE ISLAMISTI CONDANNATI A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN MILITARE

1 2 3 [Succ >>]
2022
gennaio
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
  NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 10 SETTEMBRE A BRINDISI  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits