Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

IRAN: DUE CONDANNE ALL’IMPICCAGIONE PER RAPINA A MANO ARMATA

29 dicembre 2012: il Tribunale rivoluzionario di Teheran ha condannato a morte due persone per aggressione e rapina a mano armata.
Fonti giudiziarie riferiscono che delle quattro persone arrestate di recente in relazione ad un caso di assalto e rapina a Teheran, due sono state condannate a morte dal giudice Salavati e le altre due sono state condannate a 10 anni di carcere, cinque anni di esilio e 74 frustate. I quattro sono inoltre tenuti a restituire il maltolto.
Ai primi di dicembre, un video di sorveglianza ha registrato un individuo che si è avvicinato ad un passante in una strada trafficata di Teheran in pieno giorno e lo ha costretto a consegnargli suoi beni sotto la minaccia di un'arma.
Il capo della magistratura iraniana, l'Ayatollah Larijani, ha reagito alla messa in onda di questo video dicendo: "Anche se questi incidenti accadono ovunque, il verificarsi di tali eventi nel nostro Paese islamico è molto stridente".
Larijani ha aggiunto che le forze di sicurezza devono iniziare un "nuovo ciclo di repressione dei banditi" e ha aggiunto che, secondo la Sharia, non vi è alcuna differenza tra arma bianca o arma da fuoco, e l'uso di entrambe costituisce una rapina a mano armata, che è punibile con la morte.
Khabar-on-line riferisce che poco dopo la messa in onda del video, i sospetti sono stati arrestati e il procuratore di Teheran ha assicurato che il caso sarebbe stato trattato entro 10 giorni.
Una sessione unica del tribunale ha portato alla condanna di tutti e quattro i sospetti.
Il portavoce del procuratore ha riferito che il primo imputato ha 23 anni e ha precedenti penali. E’ stato accusato di "inimicizia contro Dio e corruzione sulla terra, compiendo una rapina a mano armata con un'arma bianca."
Il secondo imputato ha 20 anni ed è stato accusato di "inimicizia contro Dio e corruzione sulla terra, generando paura nella società."
Gli altri due sospetti hanno 23 e 21 anni e sono stati accusati di "rapina a mano armata commessa con un'arma bianca".
L'avvocato del secondo imputato ha sostenuto che se il filmato non fosse stato trasmesso dai media, i due uomini non sarebbero stati accusati di inimicizia contro Dio, accuse che hanno portato alle condanne a morte. (Fonti: Radio Zamaneh, 2013/04/01)

Altre news:
PAKISTAN: TALEBANI GIUSTIZIANO 21 PARAMILITARI
BANGLADESH: CINQUE CONDANNE A MORTE PER OMICIDIO
IRAN: GIUSTIZIATI SEI CURDI SALAFITI
IRAN: SEI IMPICCATI PER STUPRO E DROGA
CINA: CONDANNE A MORTE CONFERMATE
MALESIA: GUARDIA GIURATA CONDANNATA PER OMICIDIO
IRAN: IMPICCATO PER DROGA
FLORIDA (USA): SETH PENALVER ‘ESONERATO’ DAL BRACCIO DELLA MORTE
TAIWAN: SEI GIUSTIZIATI IN UN GIORNO SOLO
UGANDA: PRESIDENTE, ‘NO A PENA DI MORTE PER I GAY MA NESSUNA PROPAGANDA OMOSESSUALE’
PENA DI MORTE: NUOVA RISOLUZIONE ONU PRO MORATORIA ESECUZIONI VOTATA DA UN NUMERO RECORD DI 111 PAESI
ZIMBABWE: CORTE SUPREMA CONFERMA CONDANNA CAPITALE
IRAN: SETTE IMPICCATI PER TRAFFICO DI DROGA E STUPRO
PAKISTAN: QUATTRO CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO E SEQUESTRO
KENYA: SEI POLIZIOTTI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDIO
ARABIA SAUDITA: SUDANESE DECAPITATO PER OMICIDIO
ROMA: SEGUI CON NOI IL VOTO ALL’ONU SU RISOLUZIONI CONTRO MGF ED ESECUZIONI CAPITALI
USA: RAPPORTO DI FINE ANNO DEL DEATH PENALTY INFORMATION CENTER
INDONESIA: CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO E STUPRO DI STUDENTESSA
CINA: RIDUZIONE DELLA PENA DI MORTE PER VIA GIUDIZIARIA
IRAQ: RATIFICATE 28 CONDANNE A MORTE
GOA (INDIA): CONDANNA A MORTE COMMUTATA IN ERGASTOLO
OHIO (USA): GOVERNATORE CONCEDE LA GRAZIA
IRAN: IMPICCATO IN CARCERE PER DROGA
UGANDA: MINISTRO PER LA MORALE, ‘NON C’E’ PENA DI MORTE NEL DDL ANTI-GAY’
MALESIA: DUE CONDANNE A MORTE COMMUTATE IN ERGASTOLO
VIETNAM: CINQUE CONDANNE A MORTE PER TRAFFICO DI DROGA
LIBANO: SIRIANO CONDANNATO A MORTE PER OMICIDIO
MALESIA: DUE IRANIANI CONDANNATI A MORTE PER DROGA
INDIA: 477 PRIGIONIERI NEL BRACCIO DELLA MORTE

1 2 [Succ >>]
2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits