Anno
Ultime notizie
Archivio notizie
Guida all'uso della Banca Dati
MOZIONE GENERALE DEL VI° CONGRESSO DI NTC
La pena di morte nel mondo (al 30 giugno 2016)
DISCORSO di Papa Francesco
Analisi dati Rapporto 2015 e Obiettivi di NtC
SINTESI DEI FATTI PIÙ IMPORTANTI DEL 2015 (e dei primi sei mesi del 2016)
Esecuzioni nel 2014
Esecuzioni nel 2015 (al 30 giugno)
Reportage Comore Sergio D'Elia
Reportage Niger Marco Perduca
Premio l'Abolizionista dell'Anno 2015
Messaggio di Sergio Mattarella al VI° Congresso di NtC
Relazione di Sergio D'Elia al VI° Congresso di NtC
Relazione di Elisabetta Zamparutti al VI° Congresso di NtC
Rapporto IL VOLTO SORRIDENTE DEI MULLAH
DOSSIER IRAN APRILE 2016
Dossier su Pena di Morte e Omosessualità
Reportage di Elisabetta Zamparutti
Protocollo di intesa tra NtC e CNF
Dichiarazione finale del seminario del Cairo 15/16 maggio 2017
Azioni in corso
Archivio azioni
Campagne in corso
Archivio campagne

RAPPORTO DEL SECONDO FORUM ANNUALE DELL'UE SULLA PENA DI MORTE IN ZAMBIA

RISOLUZIONE ONU 2012
RISOLUZIONE ONU 2010

DICHIARAZIONE DI LIBREVILLE

Organi Dirigenti
Dossier Iraq 2003

Le sedi
DICHIARAZIONE DI COTONOU 2014

I video
RISOLUZIONE ONU 2014

Adesioni Comuni, Province, Regioni

BILANCI DI NESSUNO TOCCHI CAINO

La campagna per la moratoria ONU delle esecuzioni capitali
DOSSIER GIAPPONE

DONA IL 5x1000 A NESSUNO TOCCHI CAINO
DOSSIER IRAN

FIRMATARI APPELLO ALLE NAZIONI UNITE

DEDUCIBILITA' FISCALE


Appello dei PREMI NOBEL
RISOLUZIONE ONU 2007
DOSSIER LIBIA
DOSSIER USA 2011
Abbiamo fatto
RISOLUZIONE ONU 2008
DOSSIER PENA DI MORTE 2008
VIDEO MISSIONE IN CIAD
Le pubblicazioni
RISOLUZIONE DELLA CONFERENZA DI KIGALI 2011

DOSSIER MORATORIA
DOSSIER COMMERCIO LETALE
DICHIARAZIONE FINALE DELLA CONFERENZA DI FREETOWN 2014
Gli obiettivi

L'AUTENTICA STORIA DEL 'TERRORISTA' SERGIO D'ELIA

Acquista il rapporto di Nessuno tocchi Caino

Contributi artistici

Contattaci
Organi Dirigenti
Newsletter
Iscriviti a NTC
Acquista le pubblicazioni
Forum utenti
Scarica l'appello per la moratoria

Papa Francesco
Papa Francesco
USA - Città del Vaticano. La nuova enciclica papale ribadisce la contrarietà alla pena di morte, e all’ergastolo che è “una pena di morte nascosta”.

3 ottobre 2020:

La nuova enciclica papale ribadisce la contrarietà alla pena di morte, e all’ergastolo che è “una pena di morte nascosta”.

Una nuova lettera enciclica papale dice ai cattolici di tutto il mondo che "non si può fare marcia indietro" dall'opposizione formale della Chiesa alla pena di morte.

L'enciclica di Papa Francesco del 3 ottobre 2020, intitolata Fratelli Tutti, respinge la pena capitale come una "falsa risposta [] che ... in definitiva non fa altro che introdurre nuovi elementi di distruzione nel tessuto della società nazionale e mondiale". Citando secoli di opposizione alla pena di morte da parte di eminenti studiosi cattolici e del clero, e richiamando l'attenzione sulla possibilità di errore giudiziario e sull'uso improprio della pena capitale come strumento di persecuzione da parte di regimi autocratici, Francesco ha invitato "tutti i cristiani e gli uomini di buona volontà" a lavorare per "l'abolizione della pena di morte, legale o illegale, in tutte le sue forme".

Il Papa ha lanciato il suo decreto come un complemento diretto e inevitabile dell'enciclica Evangelium Vitae di Papa Giovanni Paolo II del 1995. La Evangelium Vitae condannava la pena capitale "tranne nei casi di assoluta necessità ... quando non sarebbe possibile altrimenti difendere la società". Queste circostanze, disse all’epoca Giovanni Paolo, "sono molto rare, se non praticamente inesistenti".

“San Giovanni Paolo II ha dichiarato in maniera chiara e ferma che essa è inadeguata sul piano morale e non è più necessaria sul piano penale. Non è possibile pensare a fare passi indietro rispetto a questa posizione. Oggi affermiamo con chiarezza che «la pena di morte è inammissibile» e la Chiesa si impegna con determinazione a proporre che sia abolita in tutto il mondo.".

Attivisti cattolici contro la pena di morte hanno salutato la dichiarazione del Papa. Krisanne Vaillancourt Murphy, direttore esecutivo del Catholic Mobilizing Network, ha affermato che "Papa Francesco ha utilizzato tutto il peso dell'insegnamento della chiesa per argomentare l’opposizione alla pena capitale". Suor Helen Prejean ha detto che l'enciclica "contribuirà a porre fine a questa indicibile sofferenza e stimolerà a vivere nella sua pienezza il Vangelo di Gesù: restaurazione della vita umana, non umiliazione, tortura ed esecuzione".

“Sister Helen” è forse la più famosa attivista statunitense contro la pena di morte (che nel film Dead Man Walking, tratto da un suo libro, del 1995 era stata interpretata da Susan Sarandon, che per quel ruolo vinse l’Oscar). Il mese scorso Sister Helen contestò il conferimento di un premio da parte di un’associazione cattolica conservatrice al Procuratore Generale degli Stati Uniti William Barr come esempio di “comportamento ispirato a Cristo”.

Sister Helen e la Association of U.S. Catholic Priests (associazione dei preti cattolici statunitensi) hanno insistito perché il premio venisse revocato, in quanto non c’è nulla del messaggio di Cristo nell’insistenza con cui Barr, su disposizione del Presidente Trump, ha ordinato di riprendere le esecuzioni federali che erano ferme da 17 anni. Da luglio ad oggi il governo federale, al cui interno Barr è il ministro della giustizia, ha compiuto 7 esecuzioni.

L'enciclica, che ha la massima autorevolezza tra i documenti cattolici pubblicati, ha ufficialmente posto l'abolizione della pena di morte in prima linea nell'insegnamento cattolico. La Chiesa ha una storia di opposizione alla pena di morte, ma solo di recente ha reso l'abolizione della pena in tutto il mondo una missione ufficiale della Chiesa. Nel 1994, Papa Giovanni Paolo II ha chiesto un consenso della Chiesa per opporsi alla pena, e nel 2011 Papa Benedetto XVI ha chiesto personalmente la sua abolizione. Nel 2018, il Catechismo della Chiesa Cattolica è stato ufficialmente modificato per dire che "la pena di morte è inammissibile perché è un attacco all'inviolabilità e alla dignità della persona". Fratelli Tutti fa un ulteriore passo avanti in questo insegnamento, affermando che tutti i cattolici dovrebbero adoperarsi personalmente per l'abolizione della pena di morte.

Sebbene il tema principale dell'enciclica sia la misericordia, Papa Francesco ha inserito le sue considerazioni in opposizione alla vendetta. " e paure e i rancori facilmente portano a intendere le pene in modo vendicativo, quando non crudele, invece di considerarle come parte di un processo di guarigione e di reinserimento sociale", ha scritto.

Il Papa ha preso di mira direttamente l'uso della pena di morte come strumento di demagogia politica e oppressione governativa, ed ha aggiunto: “Desidero sottolineare che «è impossibile immaginare che oggi gli Stati non possano disporre di un altro mezzo che non sia la pena capitale per difendere dall’aggressore ingiusto la vita di altre persone». Particolare gravità rivestono le cosiddette esecuzioni extragiudiziarie o extralegali, che «sono omicidi deliberati commessi da alcuni Stati e dai loro agenti, spesso fatti passare come scontri con delinquenti o presentati come conseguenze indesiderate dell’uso ragionevole, necessario e proporzionato della forza per far applicare la legge»”.

“In alcuni settori politici e in alcuni media”, ha detto Francesco, “si incitano alla violenza e alla vendetta pubbliche e private, non solo contro i responsabili di reati, ma anche contro coloro sospettati, provati o meno, di infrangere la legge. … C'è a volte la tendenza a fabbricare deliberatamente nemici: figure stereotipate che rappresentano tutte le caratteristiche che la società percepisce o interpreta come minacciose. I meccanismi che formano queste immagini sono gli stessi che hanno permesso la diffusione di idee razziste nel loro tempo ".

"Neppure l’omicida perde la sua dignità personale", ha detto Francesco. "Il fermo rifiuto della pena di morte mostra fino a che punto è possibile riconoscere l’inalienabile dignità di ogni essere umano e ammettere che abbia un suo posto in questo mondo".

https://deathpenaltyinfo.org/news/new-papal-encyclical-tells-catholics-there-is-no-stepping-back-from-opposition-to-death-penalty

http://www.vatican.va/content/francesco/it/encyclicals/documents/papa-francesco_20201003_enciclica-fratelli-tutti.html

(Fonti: DPIC, 03/10/2020)

Altre news:
IRAN - Una donna, identificata solo come Razieh, è stata giustiziata l'11 ottobre nella prigione di Mashhad.
IRAN - HRANA, Rapporto Annuale: 256 esecuzioni in 12 mesi (ottobre-ottobre)
MALESIA: CORTE FEDERALE CONFERMA CONDANNA CAPITALE PER OMICIDIO E STUPRO
GAZA: CONDANNA A MORTE EMESSA IN PRIMO GRADO
ONU: OPPOSITORI GIUSTIZIATI IN EGITTO HANNO SUBITO TORTURE E PROCESSI INQUI
IRAN - Scarcerata Narges Mohammadi, attivista per i diritti umani.
USA - Inizia il processo contro i "Beatles" dell'ISIS.
INDIA: CONDANNATO A MORTE PER L’OMICIDIO DI UN BAMBINO
EGITTO: GIUSTIZIATI 23 PRIGIONIERI
PAKISTAN: ASSOLTO CRISTIANO CHE ERA STATO CONDANNATO A MORTE PER BLASFEMIA
BANGLADESH: CORTE SUPREMA COMMUTA TRE CONDANNE A MORTE IN ERGASTOLO
YEMEN: TRIBUNALE HOUTHI CONDANNA A MORTE TRUMP, RE SALMAN E IL PRINCIPE EREDITARIO SAUDITA
IRAN - A man, identified only as Massoud, has been executed at Rajai Shahr on October 5.
IRAN - Un uomo, identificato solo come Massoud, è stato giustiziato nella prigione di Rajai Shahr il 5 ottobre.
PAKISTAN: CONDANNATO A MORTE PER GLI OMICIDI E STUPRI DI DUE BAMBINE
BANGLADESH: DUE DOMESTICHE CONDANNATE A MORTE PER OMICIDIO
USA - Un altro giudice lascia il processo di Guantanamo per l'11 settembre. Dopo 20 anni dagli attentati, il processo non inizia.
IRAN - Nabi Saberi-Lahijani è stato giustiziato nella prigione centrale di Sari il 4 ottobre.
SOMALIA: AL-SHABAAB GIUSTIZIA IN PUBBLICO UN ‘ANZIANO’ DELLA COMUNITA’
USA - Texas. Guy Allen cerca pen pal
SOMALIA: SOLDATO CONDANNATO A MORTE PER LO STUPRO DI UNA BAMBINA
BANGLADESH: CONDANNATO A MORTE PER AVER DATO ALLE FIAMME E UCCISO LA MOGLIE
USA - New York. Yusef Salaam, uno dei 'Central Park Five', parlerà il 6 ottobre.
NESSUNO TOCCHI CAINO PRESENTA IL VOLUME ‘IL VIAGGIO DELLA SPERANZA’ IL 2 OTTOBRE AD ALCAMO
EGITTO: SEI CONDANNATI A MORTE PER OMICIDI DI POLIZIOTTI
BANGLADESH: CONDANNA A MORTE PER OMICIDIO

[<< Prec] 1 2 3
2023
gennaio
  2022
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2021
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2020
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2019
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2018
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2017
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2016
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2015
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2014
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2013
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2012
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2011
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2010
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2009
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2008
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2007
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
2006
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2005
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
  2004
gennaio
febbraio
marzo
aprile
maggio
giugno
luglio
agosto
settembre
ottobre
novembre
dicembre
 
IRAN - La moglie di Djalali sollecita più impegno dall’Europa
  LA VETRINA E IL RETROBOTTEGA DEL NEGOZIO DELL’#ANTIMAFIA  
  ITALIA: DA ‘CULLA’ A ‘TOMBA’ DEL DIRITTO?  
  APPELLO AL GOVERNATORE DELLA CALIFORNIA PER JARVIS JAY MASTERS  
  MOZIONE GENERALE DEL 40ESIMO CONGRESSO STRAORDINARIO DEL PARTITO RADICALE NONVIOLENTO, TRANSNAZIONALE E TRANSPARTITO  
  ELISABETTA ZAMPARUTTI CONFERMATA AL CPT PER SECONDO MANDATO  
news
-
azioni urgenti
-
banca dati
-
campagne
-
chi siamo
-
area utenti
-
privacy e cookies
-
credits